Cerca: Saperi PA, Altro, Efficienza, Atti FORUM PA 2007

Risultati 1 - 10 di 168

Risultati

Presentazione del portale della Cooperazione allo Sviluppo

La cooperazione allo sviluppo, sostiene Ghirelli, è una parte integrante della politica estera, ma ha una sua autonomia di pubblico e di attenzione, rivolto ad un mondo costituito da giovani, volontari, organismi non governativi e internazionali. Il cuore del portale sta nella raggiungibilità dei progetti di emergenza e di sviluppo nei paesi cosiddetti “del terzo mondo”. Il sito vuole essere una finestra verso tutti i paesi in via di sviluppo, un sito che tocchi le loro culture, un sito di confronto e di dialogo, accessibile anche ad un’utenza che non ha una tecnologia avanzata.

Presentazione del nuovo portale del MAE

Ferrara presenta il nuovo portale del MAE, il MAENET, evidenziando gli aspetti fondamentale di ristrutturazione dei contenuti del sito. A seguito di una crescente rilevanza della politica estera nella vita quotidiana, il portale vuole essere uno strumento “customer oriented”, una sorta di sportello virtuale complementare all’attuale URP, che favorisca la fruibilità agli utenti, in termini di velocità d’accesso e reperimento delle informazioni, privilegiando la semplicità di navigazione.Leggi tutto

Accessibilità e usabilità del portale del MAE

Civitelli, nel suo intervento, sottolinea l’accessibilità del nuovo portale MAE quale caratteristica fondamentale del progetto, vista come strumento strategico sia per generare un coordinamento tra le stesse direzioni amministrative che per gestirne la fruibilità da parte del pubblico. Sottolinea altresì come l’aspetto della accessibilità sia stato volutamente rafforzato, in aderenza alla normativa nazionale ed internazionale vigente mediante un collegamento con il Ministero dell’Innovazione e delle Riforme della PA e con il CNIPA, che svolge sullo stesso una funzione di monitoraggio.

Il processo di riorganizzazione nel Comune di Cervia

Daniela Ori illustra le fasi della riorganizzazione del Comune di Cervia che ha visto un cambiamento radicale nella sua struttura, passando da un modello molto rigido, sia dal punto di vista organizzativo che da quello dell’applicazione della norma, a un modello organizzativo “a rete” a responsabilità diffusa in grado di transitare verso modelli di governance adeguati ed in grado di rispondere alle esigenze della comunità e del territorio.Leggi tutto

La Polizia delle comunicazioni

I crimini informatici emergenti negli ultimi anni sono essenzialmente di natura economica e terroristica e tesi principalmente ad impadronirsi del patrimonio informatico di istituzioni ed aziende; da ciò è derivato l’ampliarsi delle zone di intervento della Polizia informatica.Leggi tutto

L’importanza della tecnologia nel programma Viaggiare sicuri

Il successo dal punto di vista tecnologico del programma Viaggiare Sicuri è che il MAE ha approcciato il problema in maniera manageriale; esso è infatti un esempio di come l’Amministrazione può fare qualcosa che sia d’utilità anche al sistema economico del paese. Mediante esso si è resa possibile la gestione di dati provenienti da diverse reti e sistemi di accesso così da consentirne alle Amministrazioni un loro utilizzo ai fini della sicurezza. In tale ambito la sinergia tra Amministrazioni diventa supporto e strumento fondamentale per assicurare la riservatezza dei cittadini.

Esperienze regionali e Territori Protagonisti

Filippo Rebecchini affronta la questione delle emittenti televisive locali e le ragioni per le quali in Italia, rispetto ad altri paesi europei, non si registra un numero elevato. I motivi risiedono principalmente nella mancanza di fondi da utilizzare per far fronte alla crescente domanda di innovazione, nuovi progetti e nuove applicazioni. Nella seconda parte, in un dibattito con Michelozzi, Rebecchini parla della RAI e di ciò che è auspicabile che venga fatto nel digitale da parte del settore pubblico.

La struttura del mandato informatico della Regione Sicilia

Bartolotta offre una panoramica del progetto analizzando tutti i dettagli tecnici e organizzativi del processo. L’iniziativa del mandato informatico della Regione Sicilia si inserisce in un contesto di evoluzione e innovazione culturale ed in un processo di trasformazione tecnologica, che ha come scopo ultimo quello di digitalizzare interamente tutti i documenti cartacei.Leggi tutto

Innovazione, cultura e sviluppo

Giovanni Nistri presenta l’attività del Nucleo del Corpo dei Carabinieri per la tutela del patrimonio culturale e artistico in Italia e all’estero. L’istituzione del nucleo risale al 1969, un anno prima che l’UNESCO, con la convenzione di Parigi del 1970, raccomandasse a tutti gli Stati membri di dotarsi di un adeguato sistema di sorveglianza e tutela. Gli obiettivi del Nucleo sono molteplici: recupero dei beni sottratti, controllo e monitoraggio dei siti archeologici, controllo delle attività commerciali, dei cataloghi delle case d’asta e dei siti internet, tutela del paesaggio. Leggi tutto

Lo sviluppo delle sperimentazioni e dei modelli rispetto alle politiche nazionali e locali sul tema digitale terrestre

Fernando Bruno riprende l’argomento trattato precedentemente da Rebecchini sulla situazione in Italia delle emittenti televisive con uno sguardo all’Europa (Francia e Inghilterra) soffermandosi su ciò che è necessario fare per rilanciare il nuovo sistema: una comunicazione e un’informazione più efficaci verso l’utenza e maggiori investimenti nel Digitale Terrestre da parte della RAI e di Mediaset.