Cerca: Saperi PA, Atti FORUM PA 2009, formazione

Risultati 31 - 40 di 53

Risultati

Il progetto PARSEC: una sfida al miglioramento delle competenze della PA nel settore RSTI

Il progetto PARSEC è un’azione pilota volta a far emergere modelli formativi nella PA per adeguare le competenze , le professionalità nel settore della ricerca, lo sviluppo tecnologico e dell’innovazione all'interno delle amministrazioni. L’obbiettivo del progetto, che vede la collaborazione del FORMEZ, CNR, UFPC, è quello di indagare se le PAL e, in particolare le Regioni, si stanno dotando di modelli organizzativi e formativi specifici per adeguare le professionalità e le competenze del personale che lavora a supporto delle RSTI.Leggi tutto

Fo.S.Te.R : la fase di empowerment delle competenze

Il progetto FOSTER- Formazione per lo Sviluppo Tecnologico e la Ricerca - ha avuto la possibilità di dare avvio, dopo aver completato le fasi richieste dall’Azione Pilota del MIUR, alla fase di sedimentazione delle competenze che sono state acquisite nelle fasi precedenti del progetto. Questa fase di empowerment delle competenze è stata articolata su un percorso di sviluppo organizzativo chiamato Cantieri di Ricerca la cui finalità è stata quella di simulare un percorso di PCM.Leggi tutto

Fo.S.T.eR.: un modello di formazione -intervento per le risorse umane delle Camere di Commercio

Il modello FOSTER, FOrmazione per lo Sviluppo della TEcnologia e della Ricerca, è una azioni di intervento sulla formazione della PA, riferito al segmento delle Camere di Commercio – 13 CCIAA del Mezzogiorno. Il progetto, presentato da Annapia Ragone dell’area Servizi Innovativi e Politiche per l’Innovazione dell’Istituto Guglielmo Tagliacarne, ha lo scopo di trasferire al dipendente pubblico, le competenze necessarie sui temi dell’innovazione, R&S e sviluppo locale, tutte competenze non sono solo di carattere tecnico-specialistico ma anche competenze di facilitazione partecipativa.

La seconda fase del progetto PARSEC: il Common Assestement Framework

La seconda fase del progetto PARSEC concentra la sua attenzione sul CAF – Common Assestement Framework –. Il CAF è una grIglia comune di autovalutazione che consente ad una organizzazione la conduzione di un’autodiagnosi organizzativa, fondata sul coinvolgimento del personale, per l’individuazione di aree di miglioramento e punti di forza all’interno dell’organizzazione stessa.Leggi tutto

Progetto FIORI: le competenze del personale delle Università per la Ricerca e lo sviluppo tecnologico

Il progetto FIORI, Formazione Intervento Organizzativo per la Ricerca e l’Innovazione, realizzato dalla collaborazione RSO, Fondazione CRUI e Città della Scienza, ha lo scopo di individuare gli strumenti a supporto delle Università, ASL e Aziende Ospedaliere, Policlinici, Istituti di Ricerca Sanitaria, Accademie e Conservatori, per indirizzare i finanziamenti all’innovazione in accordo con le strategie formative.Leggi tutto

Gli ammortizzatori sociali: problematiche e prospettive

In un momento di crisi globale che colpisce fortemente il mondo del lavoro, come agisce la Regione Piemonte per fronteggiare la perdita di numerosi posti di lavoro? Albert fa una panoramica sulla situazione in Piemonte, successiva alla crisi economica, e analizza le problematiche legate agli ammortizzatori sociali utilizzati in aiuto ai lavoratori.

MAIS. Un esempio di applicazione accessibile

Federica Ricupero presenta il programma di formazione informatica MAIS - Moduli per l'autoapprendimento dell'Informatica per Studenti, realizzato in linea con quanto definito dalla legge Stanca del 2004. Il corso è strutturato in 5 moduli e in percorsi formativi distinti.

Enti locali e professionalità: il fabbisogno formativo per la valorizzazione dei beni culturali

L'ente locale ricopre un ruolo centrale nella valorizzazione del patrimonio culturale del territorio. Tuttavia gli enti incontrano numerose difficoltà nel rapportarsi con le strategie prese ai livelli più alti. La ricerca condotta dalla Promo PA Fondazione mette in risalto il bisogno maggiore di formazione degli operatori nel settore culturale. In un'ottica di sviluppo del Paese e dell'indotto economico nell'ambito dei beni culturali, l'ente locale deve essere coinvolto nelle azioni volte alla valorizzazione dei beni.

Le iniziative formative nella PA

La programmazione e l’orientamento della formazione devono essere visti come delle vere e proprie leve al cambiamento che, accompagnate al processo di valutazione rigoroso, contribuiscono all’ottimizzazione del processo di modernizzazione. La PA è costituita, in termini formativi, da realtà molto diversificate.Leggi tutto

La formazione pubblica tra crisi e innovazione

Visti gli obbiettivi e i limiti imposti dalla linea politica del Ministro Brunetta, tra cui il raggiungimento dell’efficienza con conseguente abbattimento dei costi e l’impossibilità di assumere dall’esterno nuove leve professionalmente preparate a cui si fa precedere il meccanismo di mobilità, il tema della formazione pubblica si fa caldo.Leggi tutto