Cerca: Saperi PA, Atti FORUM PA 2010, sanità

Risultati 1 - 10 di 17

Risultati

Come azzerare la distanza tra medico e pazienti. Un nuovo modo per offrire servizi sanitari in tutto il mondo

Attraverso i mega trends che interessano la Sanita’ in Europa, si puo’ comprendere la necessita’ di prevedere nuovi modi di erogare servizi sanitari ai cittadini che, in modo sempre piu’ esigente, richiederanno piu’ di quello che il semplice trattamento clinico della specifica patologia possa fornire. Riforme importanti e sempre maggiori sensibilizzazioni sulla qualita’ della vita, creeranno una crescende domanda ed attenzione sulla prevenzione delle malattie.

Leggi tutto

Intervento al convegno "Telemedicina: la salute a portata di click"

La telemedicina è un tema ormai maturo, da affrontare a 360 gradi in ogni sua implicazione in modo da renderla organica al Servizio Sanitario Nazionale. In particolare la tecnologia è in grado di fornire strumenti flessibili ed efficaci che permettono di realizzare nuove organizzazioni dei servizi sanitari che siano appropriate, efficaci e che soprattutto portino ad una maggior soddisfazione del paziente rispetto alla prestazione ricevuta.

Leggi tutto

Il laboratorio FIASO: aspetti positivi e direzioni da perseguire

Con il progetto si è riusciti a rendere sistema tutta una serie di programmi ed interventi che nell’ambito delle aziende venivano fatti in modo frammentato creando improbabili integrazioni. Il secondo aspetto vantaggioso, ottenuto con il progetto, è stato quello di spostare l’asse dei bisogni con i servizi di psicologia per le aziende, dove il benessere organizzativo è fondamentale per il futuro delle stesse. Terzo aspetto interessante riguarda la possibilità che questo progetto dà per poter effettivamente riflettere su cosa vuol dire essere “un’azienda che cura”.

Leggi tutto

Il Policlinico di Modena e le aspettative poste nel laboratorio FIASO

La realtà del Policlinico di Modena è particolare poiché il Servizio Formazione ha al suo interno sia il servizio di psicologia ospedaliera sia il servizio comunicazione, rapporti con l’utenza e mediazione culturale. Questo è sicuramente un enorme vantaggio perché sia l’area per il benessere organizzativo che quella per il benessere del cittadino sono all’interno della stessa struttura complessa. Ma si deve prendere in considerazione l’aspetto dell’educazione terapeutica. Occorre andare verso un paziente competente, corresponsabile della propria situazione di cura.

Leggi tutto

Il laboratorio FIASO e la percezione del benessere organizzativo

C’è un ampia letteratura sul tema del benessere organizzativo, perché la maggioranza degli obiettivi è stata sempre quella di volere trovare degli indicatori di tipo quantitativo, non c’è una realtà sanitaria che non abbia provato a fare questo. Noi abbiamo cercato invece di trovare un nuovo descrittore, non un misuratore, chiamato BOP (benessere organizzativo percepito), partendo da un assunto molto semplice: “nella vita relazionale non conta solo sentirsi dire che le cose vanno bene ma la cosa più importante è percepire che le cose vanno bene”.

Leggi tutto

Il benessere organizzativo è un benessere bidirezionale

Il benessere organizzativo non è più visto come portatore di sola ricchezza materiale, ma riguarda le azioni che i manager delle aziende possono intraprendere e lo spirito con cui i dipendenti possono vivere il loro lavoro, condividendo mission. Un benessere bidirezionale, da una parte le azioni che la dirigenza può compiere per far star meglio i proprio dipendenti e dall’altra quello che quest’ultimi possono fare per l’azienda. Lo star bene dei dipendenti porta a ricadute positive sull’utenza, che è poi la missione finale dell’azienda sanitaria.

La USL di Bologna al laboratorio FIASO

La USL di Bologna è la seconda per dimensioni e grandezza, nasce dall’unificazione di tre aziende già presenti sul territorio. L’unificazione è stata molto difficile in quanto tutte e tre le aziende  avevano una forte identità. La necessità di riconoscersi e riconoscere i professionisti è importantissima e la centralità dell’operatore diventa fondamentale. Nella nuova USL si sta elaborando un progetto complessivo di sviluppo del capitale umano, con la consapevolezza che le buone relazioni fra operatori a tutti i livelli e l’utenza, va sempre riportata al centro delle nostre azioni.

Leggi tutto

Il progetto del laboratorio FIASO: la storia e il metodo

Le parole chiave su cui si basa il laboratorio FIASO sono: identità, appartenenza, partecipazione, condivisione, livelli nuovi di collaborazione ed integrazione. Il progetto si rivolge in modo paritario agli stakeholder interni ed esterni. L’assunto da cui partire è che i lavoratori che sono in grado di erogare prestazioni migliori sono quelli che sbagliano di meno e che hanno con il cittadino la migliore relazione.

Leggi tutto

La Sipsot e le politiche di benessere organizzativo

La Sipsot è una società scientifica che lavora sugli aspetti psicologici che consentono l’ottimizzazione delle risorse in un clima di crisi. Da sempre la Sipsot cerca di proporre dei modelli operativi di tipo scientifico, metodologico ed innovativo che possano servire per la diffusione di una capacità di intervento psicologico nel servizio sanitario.

Leggi tutto

Gli elementi che incidono sul benessere organizzativo

Si vogliono fare in questo intervento alcune riflessioni su quali siano le modalità che agiscono sull’incremento del benessere produttivo.

Leggi tutto