Cerca: Saperi PA, Atti FORUM PA 2010, riforma brunetta

Risultati 31 - 40 di 102

Risultati

Il caso IPSEMA: tra grandi problemi e soluzioni semplici

L’IPSEMA è un ente piccolo che diventa sempre più piccolo nonostante assicuri la salute e sicurezza del lavoro marittimo. E’ un ente che applica oltre alle leggi italiane anche quelle comunitarie e internazionali. L’istituto nasce dalle ex casse marittime che nel ‘94 con una riforma furono accorpate nell’IPSEMA. Dal 94 la dotazione organica è andata sempre più scemando subendo tagli in modo lineare senza una logica e i risultati sono quelli di ritrovarsi oggi con solo 230 dipendenti come dotazione. Il lavoro deve andare avanti ma le forze diminuiscono ed invecchiano.

Leggi tutto

Il Barometro della qualità effettiva dei servizi pubblici. Oltre l’efficacia

Nereo Zamaro ripercorre il lavoro che ha portato alla costituzione del Barometro della qualità effettiva dei servizi pubblici, alla cui sperimentazione hanno aderito INPS e ACI. Al centro un indicatore sintetico della qualità amministrativa e dei servizi, in un percorso che, partendo dalla definizione di qualità effettiva, ha portato alla  declinazione in dimensioni e indicatori standardizzati. "L'obiettivo - spiega  - è quello di raccogliere dati confrontabili nel tempo, fornendo informazioni non solo sull'efficacia dei servizi, ma anche sulla reputazione dell'amministrazione".

Il processo di valutazione della performance: il caso vincente dell’INPS

Negli anni 80 l’INPS ebbe una svolta in termini di qualità ed efficienza partendo da 3 variabili:

  • l’apporto tecnologico
  • l’introduzione di un sistema di controllo di gestione (PPC)
  • gli interventi sulla motivazione

Questa svolta fu una grossa intuizione di alcuni dirigenti che individuarono le basi su cui si fonda l’attuale  sistema di controllo di gestione e di valutazione della produttività. A distanza di 30 anni il sistema è più sofisticato e migliorato, sono diverse le famiglie di indicatori:

Leggi tutto

L’azione collettiva contro la PA vista dai cittadini attivi

Cittadinanzattiva vede nella disciplina dell’azione collettiva contro la PA pregi e difetti. Teresa Petrangolini li spiega con chiarezza e sintesi, proponendo concrete opzioni di miglioramento della legge.  “Nel frattempo – chiarisce - Cittadinanzattiva  ha scelto di usare la legge cercando di renderla il più possibile favorevole al cittadino e di considerare validi gli standard già esistenti in Carte dei servizi e leggi”.

Ricerca sulla gestione delle risorse umane nel comparto previdenziale. Casi di successo e problematiche.

La ricerca nasce con l’obiettivo di far portare alla luce alcune caratteristiche sostanziali del comparto previdenziale. Attraverso un’attività svolta con gli enti si sono ottenuti dei risultati molto interessanti che possono essere uno stimolo per poter far crescere l’azione di sviluppo delle risorse umane.

Leggi tutto

Elementi di innovazione nella disciplina dell’azione collettiva contro la PA

Maria Giulia Cosentino ripercorre il non facile iter legislativo dell’azione collettiva contro la PA, evidenziando le posizioni dei diversi portatori di interesse.  Pur riconoscendo che non ci troviamo di fronte ad uno strumento “perfetto”, sottolinea la portata innovativa della disciplina così come tracciata nel decreto legislativo 198/2009.

Leggi tutto

Partire dalla ricerca per sviluppare un nuovo modello di gestione del personale nella PA

C’è bisogno di individuare un sistema di gestione del personale di successo da applicare alla pubblica amministrazione e i casi degli enti pubblici possono essere esempi rilevanti da cui partire. La ricerca è andata ad individuare con l’aiuto dei direttori generali degli enti proprio questi sistemi. Si auspica che le conclusioni di questo studio possano aiutare sia da un punto di vista legislativo che contrattuale.

Leggi tutto

L’ IPOST: valutazione delle competenze e formazione

Viene di seguito presentato il sistema di valutazione delle competenze e dello sviluppo delle risorse umane di Ipost. Si tratta di un progetto che nasce nel 2008 con un sistema di valutazione sia per i dirigenti, con il sistema di retribuzione risultato/incarico, sia per le posizioni organizzative con la funzione conferma/revoca dell’ incarico e da quest’anno anche per i dipendenti con un sistema di incentivi e percorsi di carriera.

Leggi tutto

Punte d’eccellenza e buone pratiche diffuse: la presentazione degli enti pubblici

Nella presentazione dei relatori e degli argomenti trattati nel convegno è stato sottolineato come in ogni ente sono stati riscontrati degli elementi che vale la pena conoscere e diffondere perché sono best practice da considerare e tenere in mente per applicarele nei diversi contesti pubblici.

Leggi tutto

L’applicazione della riforma Brunetta ai mondi della Scuola, dell’Università e della Ricerca

Germana Panzironi illustra le questioni aperte sul tavolo per l’applicazione delle norme del D.lgs. 150/09 in contesti così peculiari come quelli amministrati dal MIUR. La valutazione del personale docente, così come dei tecnologi e dei ricercatori, necessita una serie di interventi che amplino le modalità rispetto al ricorso ai soli parametri oggettivi. Il DPCM dedicato e il disegno di legge universitario in iter parlamentare hanno proprio lo scopo di introdurre la cultura della valutazione, della meritocrazia e della premialità nelle “amministrazioni del sapere.