Cerca: Saperi PA, Riforma PA, Governance, Atti FORUM PA 2007

Risultati 1 - 10 di 14

Risultati

Gli archivi amministrativi delle pubbliche amministrazioni una risorsa da censire

Gaetano Palombelli illustra un progetto sviluppato dal CUSPI (Coordinamento degli uffici di statistica delle province) con il supporto dell’ISTAT per il censimento degli archivi amministrativi delle Province. Spiega che l’obiettivo del progetto è consolidare l’uso degli archivi come risorsa indispensabile alla produzione statistica, per la semplificazione e per la riduzione degli oneri per i cittadini. Presenta il progetto “Cento indicatori per cento Province”. Propone l’agenda della giornata e i relatori ospiti.

Il Coordinamento degli Uffici di Statistica delle Province Italiane e il project cycle management

Antonella Primi specifica che il Coordinamento degli Uffici di Statistica delle Province Italiane (CUSPI) del Friuli Venezia Giulia ha deciso di adottare il project cycle management e ne spiega la metodologia. Descrive la funzione della statistica all’interno di questo ciclo. Sottolinea l’importanza di un base informativa comune e spiega gli obiettivi specifici necessari per raggiungerla. Fa riferimento al progetto dei “cento indicatori per cento province” e illustra il ruolo del Cuspi friulano.

Leggi tutto

Censimento degli archivi amministrativi. Il caso della Provincia di Asti

Pasquale Volontà spiega le finalità del progetto di censimento degli archivi amministrativi delle Province e la relativa condivisione dei dati attraverso un sistema informativo online. Descrive le problematiche e le opportunità connesse a questo tema. Sostiene la necessità di stabilire delle regole condivise perché i motori che generano statistiche siano sottoposti ad una procedura certificata. Presenta la scelta operata dalla Provincia di Asti per la gestione dei dati raccolti attraverso un software applicativo.

Il Sistan e il ruolo della statistica nella pubblica amministrazione

Saverio Gazzelloni descrive i compiti del Sistan e le azioni intraprese per stimolare la crescita del sistema statistico nazionale. Definisce i nuovi scenari della statistica in cui registra una crescita della competenza dei soggetti che vi operano. Sostiene che bisogna attivare progetti sperimentali che siano in grado di esportare la logica del “pensare in grande” per cercare di innalzare la qualità del generale del sistema.

Le fasi operative del progetto per il censimento degli archivi amministrativi delle Province

Cinzia Viale illustra le modalità di conduzione del censimento all’interno degli archivi amministrativi e spiega l’utilità della raccolta di questi dati. Propone il quadro legislativo entro cui questo progetto si muove. Afferma che perché il progetto raggiunga tutti gli obiettivi proposti occorre una consapevolezza da parte di tutta la struttura amministrativa dell’utilità del censimento. Presenta le vari fasi del progetto e lo strumento applicativo elaborato dalla provincia di Rovigo per la gestione dei risultati.

Il censimento degli archivi amministrativi e le disomogeneità del sistema italiano

Carmelo Carlino evidenzia la situazione a macchia di leopardo in cui si trovano le Province italiane. Aggiunge che la costituzione di un ufficio di statistica provinciale è un importante strumento di controllo interno. Traccia i confini operativi e evidenzia opportunità e problematiche del progetto di censimento degli archivi. Porta la testimonianza della collaborazione al progetto della provincia di Genova. Sottolinea la necessità di individuare ruoli di responsabilità per gestire le banche dati prodotte.

I sistemi informativi e le ricerche statistiche: strumenti fondamentali per la semplificazione della pubblica amministrazione.

Manlio Calzaroni descrive la costituzione del Sistema Statistico Nazionale (Sistan) e lo spirito che anima l’Istat nel progetto di censimento degli archivi amministrativi delle Province. Sottolinea la necessità di sviluppare una cultura della collaborazione interistituzionale. Accenna al progetto “Cento indicatori per cento Province” in riferimento alla possibilità di scardinare le ataviche barriere autoreferenziali interne alle amministrazioni.

Leggi tutto

Il Formez e il suo ruolo nell'Osservatorio

Alberto De Stefano presenta l’attività e la visione del Formez in materia di PA. La missione principale sta nello sviluppare progetti che contribuiscano alla crescita e al miglioramento dei sistemi amministrativi attraverso lo scambio di best practice. De Stefano si sofferma sul ruolo del Formez nell’ambito dell’Osservatorio delle Buone Pratiche nella Sanità Italiana.

Il federalismo e la riforma della politica e delle Istituzioni

Per Fabio Sturani la prima questione da affrontare riguarda il tema della riforma della politica e delle Istituzioni, attuando lo spirito federale e, ad esempio realizzando il Senato delle Regioni e delle Autonomie Locali come sede di rappresentanza e di compensazione nei confronti del Governo centrale. L’ANCI ha assunto le proprie responsabilità ed ha fornito la propria disponibilità alla riduzione del numero dei consiglieri comunali, degli assessori e dei rappresentanti degli Enti e delle Aziende, alla semplificazione istituzionale ed amministrativa.

Federalismo fiscale e gestione della finanza degli Enti Locali

Per Santo Grasso, negli ultimi anni, sull’onda della normativa improntata a principi di decentramento amministrativo, si è ricorso sempre più spesso all’applicazione di nuove modalità di gestione di servizi comunali, all’interno di rinnovati assetti costituzionali.

Leggi tutto