Cerca: Saperi PA, PA digitale, Atti FORUM PA 2007

Risultati 21 - 30 di 113

Risultati

Sotware libero per le P.P. A.A. utopia o opportunità?

Michele Marchesi presenta il software libero (open source) come valida alternativa ai software monopolistici e chiusi in uso nelle P.P. A.A.. Lo sviluppo del modello FLOSS è stato reso possibile e facilitato da Internet. Oggi, con la Finanziaria 2007, lo Stato ha posto particolare attenzione al software libero incentivando il suo utilizzo. Secondo Marchesi i vantaggi del sw. libero sono numerosi e vede per la PA un’ottima chance di sviluppo.

Open Source in Regione Toscana. Infrastrutture e tecnologie per lo sviluppo della Amministrazione Elettronica

Walter Volpi presenta l’attività della Regione Toscana in materia di Open Source. Oggi il software Floss ha una diffusione capillare all’interno della Toscana. L’intervento di Volpi verte su tre punti principali: le caratteristiche del FLOSS, il ruolo della Regione Toscana come “cliente”, “agente” e “promotore” del Floss stesso e infine l’adozione e l’utilizzo del modello Open Source in Toscana.

Soluzioni Open Source nella Pubblica Amministrazione: integrazione di sistemi clinici dell'Azienda Ospedaliera Brotzu di Cagliari

Riccardo Triunfo presenta i vari progetti congiunti tra l’Azienda Ospedaliera Brotzu e il Centro di Ricerca, Sviluppo e Studi Superiori della Sardegna che riguardano la realizzazione di sistemi informatici ad hoc per applicazioni cliniche, lo studio di tecnologie avanzate e la progettazione di sistemi attraverso soluzioni open source.

Leggi tutto

Il sistema informativo per la gestione del demanio marittimo: controllo del territorio e servizi ai cittadini

Alberto Migliorini parla del sistema informativo per la gestione del demanio marittimo e ne evidenzia la caratteristica di interoperabilità che ne amplia le funzionalità estendendole anche alla lotta all’abusivismo. Definisce gli aspetti positivi per il miglioramento delle capacità di gestione e controllo del territorio e sottolinea l’opportunità di offrire un’informazione integrata ai cittadini. Aggiunge la necessità di definire un sistema che sia in grado di rispondere alle esigenze proposte dal contesto di riferimento.

Scenario normativo di riferimento sulla conservazione delle informazioni digitali per la PA. I Magazzini Digitali

Ivano Greco presenta i Magazzini Digitali con brevi accenni alle normative che regolano la conservazione dei documenti nella PA in Italia e all’estero. Il progetto MD, finanziato dalla “Fondazione Rinascimento Digitale” e dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, ha l’obiettivo di creare un sistema per l’archiviazione. I Magazzini Digitali si possono definire un vero e proprio servizio pubblico per il mantenimento della memoria storica di un Paese.

La gestione elettronica dei documenti: organizzazione e tecnologia

L’intervento di Longobardi è teso ad illustrare lo scenario e lo stato dell’arte dell’attuazione di progetti di gestione elettronica documentale nella Pubblica Amministrazione italiana.

Leggi tutto

Best practice nelle reti di ricerca e sistemi di servizio della gestione documentale digitale

Mario Po’ racconta l’esperienza della ULSS n. 8 di Asolo relativamente alle realizzazioni di tecnologie digitali applicate al comparto della sanità. L’ICT può essere uno strumento utile di supporto alle attività ospedaliere perché consente uno scambio e una fruizione immediata dei dati clinici dei pazienti. Per realizzare una rete digitale è necessaria una maggiore organizzazione del lavoro degli operatori stessi ed è quindi fondamentale supportare l’attività formativa.

Leggi tutto

Le applicazioni ICT nell’ambito del traffico e della mobilità

Giovanni Roso parla delle applicazioni ICT nell’ambito della mobilità. L’agenda di Lisbona indicava il problema del traffico come uno dei principali problemi europei, ma anche come una possibile fonte di reddito; purtroppo i risultati degli investimenti in questo settore, da parte dell’UE, si sono rivelati modesti. Per compiere il salto in avanti nel governo della mobilità è necessario mettere insieme gli attori eccellenti, che operano in settori diversi, e far convergere le competenze per produrre soluzioni che, ancora oggi, non esistono.

Leggi tutto

Evoluzione del modello conservativo nel contesto digitale

Maria Grazia Pastura introduce il tema della dematerializzazione degli archivi e della conservazione del materiale archivistico a partire dalle normative emanate, nel corso degli anni, in materia di trasparenza dell’azione amministrativa, di riservatezza e di protocollo informatico. Individua nella organizzazione della documentazione e nella conservazione di archivi permanenti una prospettiva verso cui muoversi per il futuro e questo è possibile mediante una reingegnerizzazione delle procedure e l’utilizzo della tecnologia informatica.

Conservare il digitale: un confronto internazionale

Mario Durignon presenta il convegno internazionale, tenutosi ad Asolo il 29 settembre 2006, dal titolo “Conservare il digitale: un confronto internazionale” riportando sommariamente i temi e le questioni affrontate dai vari relatori intervenuti offrendo un panorama vasto in materia di conservazione dei dati e sull’utilizzo di tecnologie digitali nei vari settori.