Cerca: Saperi PA, PA digitale, Governance, Atti FORUM PA 2007

Risultati 1 - 10 di 18

Risultati

Il sistema informativo del Demanio marittimo: una banca dati integrata

Luigi Mete descrive il quadro delle amministrazioni coinvolte nella definizione del sistema informativo del Demanio marittimo (SID). Spiega che questo consta di una banca dati intergrata capace di gestire dati di natura cartografica e amministrativa. Descrive la mole di beni censiti. L’univoca identificazione dei beni del demanio marittimo sul territorio ha reso possibile la ricostruzione documentata della linea giuridica che separa il demanio marittimo da terzi. Illustra le fasi di acquisizione dei dati e i vincoli di interessi. Spiega le funzionalità del SID.

Il sistema informativo per la gestione del demanio marittimo: controllo del territorio e servizi ai cittadini

Alberto Migliorini parla del sistema informativo per la gestione del demanio marittimo e ne evidenzia la caratteristica di interoperabilità che ne amplia le funzionalità estendendole anche alla lotta all’abusivismo. Definisce gli aspetti positivi per il miglioramento delle capacità di gestione e controllo del territorio e sottolinea l’opportunità di offrire un’informazione integrata ai cittadini. Aggiunge la necessità di definire un sistema che sia in grado di rispondere alle esigenze proposte dal contesto di riferimento.

Il Cnipa e il progetto di gestione del demanio marittimo

Elettra Cappadozzi descrive le fasi del progetto per la gestione del demanio marittimo. Considera positivamente il lavoro fin qui svolto, grazie anche al fatto di avere adottato una metodologia uniforme sul territorio nazionale. Descrive alcuni aspetti del sistema informativo del demanio marittimo (SID) e ne sottolinea le caratteristiche di interoperabilità con altri sistemi e banche dati. Parla della standardizzazione dei dati territoriali contenuta nel codice per l’amministrazione digitale.

Lo scambio di informazioni tra l’Agenzia del Territorio e il demanio marittimo

Antonio Iovine illustra la struttura e la missione dell’Agenzia del Territorio. Spiega come è avvenuto il passaggio di dati dal Ministero dei Trasporti all’Agenzia e viceversa. Sottolinea come la cartografia informatica aggiornata riesca a dare evidenza della linea demaniale marittima. Descrive l’acquisizione informatica dei fabbricati e spiega il meccanismo e i servizi di interscambio dati tra il sistema informativo dell’Agenzia del Territorio e il sistema del Demanio marittimo.

Il Sistema Informativo del Demanio come strumento a supporto della gestione del territorio

Cosimo Caliendo presenta il sistema informativo del Demanio Marittimo e ne spiega l’architettura e le finalità tra le quali rappresentare le caratteristiche geometriche del territorio e dare evidenza del loro uso. Descrive la collaborazione con il Catasto per la raccolta di dati e informazioni. Parla del mutamento degli assetti istituzionali e organizzativi a seguito del trasferimento alle Regioni le funzioni in materia di demanio marittimo. Illustra i servizi che possono essere resi ai cittadini attraverso il sistema informativo del demanio marittimo.

Scenario normativo di riferimento sulla conservazione delle informazioni digitali per la PA. I Magazzini Digitali

Ivano Greco presenta i Magazzini Digitali con brevi accenni alle normative che regolano la conservazione dei documenti nella PA in Italia e all’estero. Il progetto MD, finanziato dalla “Fondazione Rinascimento Digitale” e dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, ha l’obiettivo di creare un sistema per l’archiviazione. I Magazzini Digitali si possono definire un vero e proprio servizio pubblico per il mantenimento della memoria storica di un Paese.

L’azione Digital Preservation Europe in una rete di best practice

Chiara Cirinnà presenta il progetto Digital Preservation Europe indicando gli obiettivi principali prefissati da questa rete di coordinamento internazionale: creare una piattaforma polifunzionale, stimolare la diffusione dei servizi per la conservazione dei contenuti digitali e aumentare la consapevolezza, le capacità e le risorse disponibili. Particolare importanza ricopre la formazione e la specializzazione nel settore della digital preservation (repository con materiale per corsi, sviluppo di programmi formativi ecc…).

Valorizzazione del patrimonio informativo e qualità dei servizi dell'Agenzia del Territorio

Alberto Donis parla dei sistemi telematici di consultazione catastale. Sostiene che l’Agenzia del Territorio prevede di estendere l’accesso agli sportelli virtuali ai cittadini. Donis illustra le trasformazioni avvenute nella trasmissione telematica degli atti di aggiornamento relativi al catasto fabbricati, Docfa. Spiega che il modello unico permette ai notai di registrare gli atti per via telematica e procedere agli adempimenti fiscali.

Leggi tutto

Creazione di una community tra enti locali

Secondo Verbo, la finalità ultima del portale delle reti civiche della Regione Sicilia è quella di creare una community di piccoli enti locali che, incontrandosi sulla rete, possano confrontarsi e condividere le loro esperienze. Se ieri l’amministrazione effettuava un confronto di sé stesso nel tempo, oggi si avverte sempre più l’esigenza di tracciare e misurare i miglioramenti attraverso un confronto con gli altri nello spazio.

Leggi tutto

Il Ministero della Salute e i progetti di integrazione con il portale alle imprese

Walter Bergamaschi descrive la collaborazione con il portale “impresa.gov.it” per la realizzazione di servizi trasversali e applicazioni verticali per le imprese. Illustra gli interventi operati sull’architettura dei sistemi informativi per l’integrazione con il portale delle imprese. Bergamaschi traccia lo stato dell’arte dei servizi del Ministero integrati con il Portale alle imprese e descrive i progetti in corso.

Leggi tutto