Cerca: Saperi PA, Atti FORUM PA 2010, trasparenza

Risultati 21 - 30 di 33

Risultati

Il progetto PERLA PA – La governance dei dati e delle informazioni nel percorso verso la totale trasparenza

Davide d’Amico presenta nel dettaglio il sistema PERLA PA,che sarà disponibile a partire dal 2011. “PER LA PA  - spiega  è un sistema integrato per la gestione degli adempimenti, di responsabilità del Dipartimento, a carico delle amministrazioni pubbliche.

Leggi tutto

La nuova Carta dei doveri nella riforma in corso

“Molti principi presenti nella Carta dei doveri sono già presenti nel nostro ordinamento, ma restano di fatto inattuati”. Michel Martone propone la sua lettura della Carta dei doveri, interpretandone lo spirito nella più ampia riforma in atto. “Il primo passo è rendere chiari i doveri delle amministrazioni,  il secondo è predisporre una sorta di ufficio reclami, a cui il cittadino può rivolgersi prima della via giurisdizionale”.

I benefici della trasparenza e le novità introdotte dal D.lgs. 150/09

 

Dalle auto blu alla contrattazione integrativa, dalla pubblicazione delle consulenze a quella dei curricula dei dirigenti, Antonio Naddeo analizza i nuovi provvedimenti sulla trasparenza introdotti dalla riforma Brunetta, ne evidenzia l’importanza per il controllo democratico e sottolinea come tutte le iniziative siano state concordate con il Garante della privacy per rispettare l’esigenza di tutela dei dati personali.

I consorzi e le società partecipate dalle pubbliche amministrazioni: dai dati rilevati alla conoscenza e al governo del fenomeno

Ciro D’Aries  presenta il CONSOC,  il sistema tramite cui  “le amministrazioni pubbliche statali, regionali e locali sono tenute a comunicare, in via telematica o su apposito supporto magnetico, al Dipartimento della Funzione Pubblica l’elenco dei consorzi di cui fanno parte e delle società a totale o parziale partecipazione da parte delle amministrazioni medesime” (come da legge finanziaria 2007).

Leggi tutto

La nuova Carta dei doveri. L'iter legislativo

Introducendo il panel che si confronterà sulla nuova "Carta dei doveri", Riccardo Rosetti traccia un breve excursus sul disegno di legge istitutivo della Carta, al momento all’esame della Commissione Affari Costiruzionali della Camera.

La trasparenza negli incarichi a beneficio del contenimento della spesa: l’anagrafe delle prestazioni

Maria Antonietta Tilia presenta nel dettaglio l’evoluzione dell’Anagrafe delle prestazioni, istituita con legge  412/91 presso il Dipartimento della Funzione pubblica. In particolare si sofferma su “ cosa sta diventando l’Anagrafe a seguito dell’ operazione trasparenza”. Nel quadro della riforma, essa diviene un elemento centrale per un sistema più efficace  di verifiche e controlli.

Privacy, valore aggiunto della buona trasparenza

“La privacy non è mai stato un problema".  Renato Berunetta è molto chiaro nel definire il rispetto della regolamentazione sulla privacy una opprtunità e non un ostacolo alla trasparenza della PA.  “Ci troviamo – continua – davanti a due beni pubblici. Questo significa che dobbiamo impegnarci a trovare e a percorrere lo stretto sentiero della regolamentazione, senza debordare da un lato o dall’altro”. Un esempio pratico? Il Ministro spiega come si sta procedendo per la pubblicazione delle remunerazioni in RAI.

L’equilibrio dinamico tra diritti e finalità nel rapporto tra privacy e trasparenza

Fabio Pistella analizza i nuovi rapporti tra trasparenza e privacy impostati dalla riforma Brunetta secondo i principi della fisica. Equilibrio dinamico, energia, entropia, metrica, variabile temporale e permeabilità sono solo alcuni degli strumenti attraverso cui procede la sua analisi. Successivamente Pistella si concentra sul contributo delle nuove tecnologie per l’incrocio dei dati, affronta il nodo dei motori di ricerca e in conclusione illustra il ruolo che spetta a DigitPA nell’intero processo. 

Dall’adempimento al servizio: la nuova gestione informatizzata dei permessi e dei distacchi sindacali

Eugenio Gallozzi propone un’analisi delle conseguenze dell’operazione trasparenza sulla gestione di permessi e distacchi. “La trasparenza – spiega - è utile all’amministrazione ma anche agli stessi sindacati, mettendoli in condizione di verificare direttamente e con facilità lo stato delle cose ogni volta che l’amministrazione contesta l’esubero di permessi.” “Questo – conclude – evita uno stato di continuo e costante contenzioso.”

Dall'operazione trasparenza alla banca dati "aperta"

Francesca Russo introduce il progetto PERLA PA, contestualizzandolo nella riforma Brunetta. “Quello a cui miriamo – sostiene – è passare dall’operazione trasparenza a una banca dati aperta”. “Garantendo l’accessibilità totale ai dati – continua - potrà essere possibile per tutti studiare ed elaborare questi dati in modo da catturare dei fenomeni o delle informazioni utili che a noi sfuggono.”