Cerca: Saperi PA, Economia, sviluppo territoriale

Risultati 31 - 40 di 68

Risultati

Il progetto ‘Distretto produttivo agricolo sud-est Sicilia’

La proposta del ‘distretto agricolo del sud-est’, spiega il vicepresidente di Confindustria Ragusa, Rosario Alescio, è partita dalla SO.GE.VI, l’azienda che gestisce il Patto di Vittoria. Il progetto, ancora in fase embrionale, coinvolge oltre 407 imprese e circa 6000 addetti e, per la governance del distretto, si prevede la partecipazione di tutte le forze economiche e sociali del territorio – sindacali, organizzazioni di categoria, imprese e le tre province di Siracusa, Caltanissetta e Ragusa.Leggi tutto

La priorità 7 del Quadro Strategico Nazionale 2007-2013

Autore, tra gli altri, del Quadro Strategico Nazionale 2007-2013, Tito Bianchi espone i contenuti della Priorità 7, relativa alla competitività dei sistemi produttivi e occupazione. Il QSN richiama il tema dello sviluppo locale in più assi o priorità d’intervento e fornisce indicazioni che dovrebbero trovare coerenza e applicazione all’interno dei programmi di sviluppo della politica regionale.Leggi tutto

La priorità 7 del QSN e il concetto di competitività

Il concetto di competitività, presente nella priorità 7, si riferisce – sostiene il Prof. Sebastiano Fadda – all’incremento della produttività, che è il vero obiettivo dei sistemi locali e nazionali. In Italia si è infatti verificata una perdita di competitività dei sistemi, ovvero un calo della produttività, anche intesa come produttività del totale dei fattori - la cd. total factor productivity. Negli ultimi 5 anni, in particolare, si è registrata una influenza di segno negativo eLeggi tutto

Sistema murgiano e certificazione di qualità del SUAP

La nostra esperienza, afferma Remo Barbi, nasce attraverso Murgia Sviluppo, una SPA costituitasi per la gestione del patto territoriale, in un’area che copre parte della provincia di Bari, quasi al confine con la Basilicata e che, fino alla fine degli anni ’90, ha avuto un tasso di crescita notevole. Con l’istituzione di questa governance del patto, che ha riunito imprenditori, organizzazioni sindacali e comuni, è emersa l’esigenza di un rapporto con la Pubblica Amministrazione, per avere certezza dei tempi in una fase di crescita, ampliamenti e insediamenti produttivi.Leggi tutto

Il progetto Artes

Il Progetto ARTES è cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Fondo Sociale Europeo – Articolo 6, Approcci innovativi al cambiamento. Obiettivo principale del progetto, afferma Salvatore Porcu, è mettere in comunicazione il mondo dei giovani con il mondo dell’artigianato, con lavoratori anziani in grado di tramandare arti e antichi mestieri, che purtroppo oggi non vengono più considerati come una scommessa per lo sviluppo del Paese. I cd.Leggi tutto

L’esperienza di Golfo Amico

Il Presidente del GAL Alba, Gaetano Mitidieri, ci parla dell’esperienza ‘Golfo Amico’, nata dalla collaborazione con Enea e le tre province di Potenza, Cosenza e Salerno già nel 2003. Questi territori di confine, infatti, presentano una evidente affinità di caratteristiche e problematiche, trovandosi in un’area di grande interesse naturale e paesaggistico dove, tuttavia, il processo di crescita dell’apparato produttivo è relativamente debole.Leggi tutto

Abruzzoshire: un progetto di marketing turistico-territoriale

Antonio Bini introduce il progetto Abruzzoshire, spiegando come la Regione che, secondo una indagine DOXA del 1995 risultava avere una presenza pari a zero nella stampa europea, oggi sia slittata al primo posto per indice qualitativo di gradimento tra le regioni italiane. Nel dibattito successivo, su sollecitazione dei Proff.Leggi tutto

PR&IL: Professionalizzazione e Inserimento Lavorativo del capitale umano, un progetto della Città del fare

Antonio Caruso presenta Città del fare, agenzia locale di sviluppo che conta 10 Comuni localizzati a nord-est di Napoli, e il progetto PR&IL con il quale si è cercato di coniugare due mondi in apparenza distanti al punto da non esserci possibilità di dialogo. I suoi elementi chiave sono, infatti, sviluppo produttivo e inclusione sociale.Leggi tutto

Proposte e riflessioni per lo sviluppo delle comunità montane

Scanu evidenzia come sia fondamentale uscire da una logica che misura azioni ed iniziative politiche per parametri, in quanto incapace di cogliere le realtà specifiche che sono presenti in una comunità complessa come quella di una nazione ed di uno Stato. Si deve, invece, procedere attraverso una logica per criteri, visti come il frutto di un processo di civiltà che, se vuole essere utile, deve essere costantemente aggiornato.

Leggi tutto

L’utilità della condivisione dei dati del Rapporto DPS 2006

Tiziana Arista evidenzia la necessità che i dati del Rapporto DPS 2006, pur essendo accessibili a tutti, vengano maggiormente comunicati, soprattutto a coloro che amministrano e governano le Regioni e gli enti territoriali. Le sfasature informative, infatti, sono particolarmente evidenti per chi, in particolare nelle Regioni, ha un ruolo di coordinamento generale e si rapporta sia con le strategie di sviluppo regionale sia con le politiche ordinarie per il Sud.Leggi tutto