Cerca: Saperi PA, Economia, giovani

Risultati 1 - 10 di 11

Risultati

UPI Toscana: cercasi 300 giovani start upper

Nasce il progetto I GO! – Impresa Giovani Occupazione” realizzato da UPI Toscana con le 10 Province ed il supporto di Fondazione Sistema Toscana, Confcooperative Toscana e CNA Toscana.  I GO! nasce perdare una scossa a chi ha un’idea imprenditoriale nel cassetto ma non ha ancora avuto modo di concretizzarla.

Leggi tutto

Torna a Napoli lo "Startup weekend": è tempo di innovazione sociale

Al via a Napoli, presso CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est, la terza edizione dello Start up for social change. Dal 13 al 15 dicembre, dopo la positiva esperienza del primo “Social Startup Weekend” realizzato nel maggio 2012, si replica con una nuova tre giorni che segna il tempo dell’innovazione sociale.

Leggi tutto

Per un giovane italiano su tre la tecnologia è più importante dello stipendio

Uno studio commissionato da Cisco rivela che la richiesta di un miglior accesso a Internet, le reti mobili, la flessibilità aziendale influenzano non solo il modo in cui gli studenti universitari e i giovani professionisti vogliono lavorare, ma anche dove scelgono di lavorare.

Leggi tutto

Al via il "fondo Mecenati": 40 milioni per favorire l'imprenditorialità under 35

E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale del 4 luglio, il cosiddetto "Fondo Mecenati": l'avviso pubblico della procedura per il cofinanziamento di progetti volti a promuovere, creare, sviluppare, sostenere ed incoraggiare l’imprenditoria tra i giovani di età inferiore ai 35 anni nonché promuovere e sostenere il talento, l’immaginazione, la creatività e le capacità d’innovazione dei giovani di età inferiore ai 35 anni nel campo della cultura, della musica, del cinema, del teatro, dell’arte, della moda, del design e della tecnologia.

Leggi tutto

Giovani idee cambiano l’Italia

WHAT IS DA BIG IDEA

by Cassidy Curtis

Creatività, talento, inventiva, spirito di iniziativa e capacità progettuale. Sono le qualità dei giovani “under 35” che hanno partecipato al Concorso “Giovani idee cambiano l’Italia”, promosso nel 2007 dal Ministero per le Politiche giovanili e le Attività sportive (POGAS), dal quale sono venute fuori “64 buone ragioni per avere fiducia nel nostro Paese”. Così sono stati ribattezzati, infatti, i 64 progetti selezionati tra gli oltre 3600 presi in esame per le quattro categorie previste dal bando: Innovazione tecnologica, Utilità sociale e impegno civile, Sviluppo sostenibile, Gestione di servizi urbani e territoriali.

Leggi tutto

I giovani protagonisti di un'Italia che cambia

Cristian Carrara affronta nel suo intervento alcuni temi che vedono i giovani come protagonisti. Sulla base della sua esperienza sia di portavoce del Forum Nazionale Giovani che di giovane, secondo Carrara oggi è difficile poter definire esattamente cosa siano i giovani; il panorama giovanile si presenta decisamente frammentario per le tante idee che circolano. Finalmente, anche grazie al Ministero, oggi si parla del tema dell’accesso per i giovani come punto di partenza per lo sviluppo sia personale che del paese.

Una forte cooperazione interistituzionale per politiche migliori per i giovani

Palmiro Ucchielli incentra il suo intervento principalmente sull’importanza di una cooperazione interistituzionale per implementare politiche per i giovani che siano ad ampio respiro e che tocchino tutti i settori di maggiore interesse per la crescita di un individuo (lavoro, scuola, sport, politica). Inoltre un’attenzione particolare richiede il rapporto dei giovani con l’Europa e la necessità di formare gli stessi affinché siano testimoni di una nuova classe dirigente.

L'esperienza della Regione Puglia: i giovani per lo sviluppo locale

Guglielmo Minervini presenta l’attività della Regione Puglia in materia di politiche giovanili soffermandosi sul disagio economico in cui versa il nostro paese, impedendo così uno sviluppo e maggiori possibilità per i giovani, e sulla necessità di intraprendere politiche per i più giovani intersecandosi con altri enti e ministeri. I giovani devono ritornare al centro per rilanciare il paese in tutti settori. Leggi tutto

L'esperienza della Regione Marche: l'impegno a sostegno dei giovani

Luigi Minardi sottolinea la novità e fa un parallelismo tra la creazione del Ministero delle Politiche Giovanili e dell’Assessorato alle Politiche Giovanili nella Regione Marche. Nonostante l’Assessorato sia nato poco più di un anno fa, già nel 1995 la Regione aveva emanato una legge sulle politiche giovanili; oggi si contano numerose iniziative volte a garantire sicurezza e impegno nei confronti dei giovani come per esempio i buoni casa o il prestito d’onore per avviare un’azienda.Leggi tutto

Le priorità per le risorse umane nel Quadro Strategico Nazionale di Riferimento

Valentina Curzi sottolinea che nell’ambito del Quadro Strategico Nazionale di riferimento occorre perseguire quattro macrobiettivi: sviluppare i circuiti della conoscenza; accrescere la qualità della vita, la sicurezza e l’inclusione sociale nei territori; potenziare la filiera produttiva, i servizi e la concorrenza; internazionalizzare e modernizzare l’economia, la società e le amministrazioni. Descrive le aree di intervento per la valorizzazione delle risorse umane. Sottolinea l’importanza delle misure di conciliazione.