Cerca: Saperi PA, Intervento, unione europea

Risultati 21 - 30 di 44

Risultati

Ripensare e rivitalizzare gli organismi di Pari Opportuniità

Constatando che l’Unione Europea ha dichiarato lotta aperta ad ogni tipo di discriminazione, Francesca Bagni Cipriani riflette sulla necessità di dare nuova identità e nuova linfa alle iniziative e agli organismi che lavorano specificatamente per la parità di genere. Definendo l’attuale quadro normativo come favorevole ad una intensificazione degli sforzi sul territorio, sottolinea la necessità di cooperazione e sinergia, puntando a fare della parità di genere un elemento di mainstreaming in tutte le politiche.

Leggi tutto

Una strategia bottom up per la competitività dell'Italia

Pierciro Galeone indica nella incapacità del Sistema Italia di far valere le relazioni di mercato un primo elemento di rallentamento per la competitività. Rilevando la difficoltà per l’Italia di attenersi alla Direttiva Bolkstein, a causa della disarticolazione del nostro sistema, propone un approccio agli obiettivi di competitività che da top down si trasformi in bottom up: si definisca una road map per i Comuni, richiedendo di conseguenza un atteggiamento coerente da parte di Stato e Regioni.

Risultati della XV legislatura e impegni dell’attuale legislatura per le liberalizzazioni

Nel suo intervento Gianfrancesco Vecchio propone una riflessione in tema di concorrenza e competitività nell’ottica della Strategia di Lisbona a partire dalla mappatura di quanto fatto nella scorsa legislatura. I temi sono quelli della semplificazione e delle liberalizzazioni, intese come elementi di spinta alla competitività. Tra gli impegni futuri vi è il recepimento della cd Direttiva.Leggi tutto

Come trasformare la direttiva Bolkestein in una opportunità

La semplificazione è una politica multilevel, affermazione che nella pratica si rivela meno banale di quanto possa sembrare. L’attuazione dei principi della direttiva Servizi richiede, infatti, uno straordinario impegno e una forte cooperazione tra tutti i livelli istituzionali (Governo, Regioni e autonomie locali), ma anche tra tutte le amministrazioni statali interessate.Leggi tutto

Cogliere le opportunità della direttiva Servizi: un problema di competitività

Quando parliamo della direttiva Servizi dobbiamo parlare naturalmente di semplificazione, ma questo non è l'unico né il principale argomento. La direttiva Servizi, infatti, potrebbe offrire una grande opportunità in tema di recupero di competitività e apertura del mercato interno, ma solo assumendo un atteggiamento “aggressivo”. In che senso? Il nostro sistema di pubblica amministrazione entrerà in concorrenza diretta con i sistemi degli altri Paesi, in quanto elemento di attrazione per l'insediamento dell'attività d'impresa.Leggi tutto

Progetto operativo di assistenza tecnica alle Regioni dell'obiettivo convergenza

Migliorare la conoscenza delle Regioni sulla normativa comunitaria in formazione, in modo tale da consentire alle stesse una piena partecipazione al processo di formazione del diritto comunitario. È questo uno degli obiettivi del Progetto Dipartimento Politiche Comunitarie Presidenza del Consiglio dei Ministri presentato nella relazione; un progetto che vuole rispondere a fabbisogni specifici delle Regioni con le quali è stato attivato un confronto per rilevare le carenze maggiori.

Leggi tutto

La valutazione delle prestazioni nella Pubblica amministrazione europea

La relazione presenta i risultati di una ricerca sui sistemi di valutazione della Pa centrale e locale di 13 Paesi europei, condotta dalla società di consulenza Hay group Italia. Sono stati analizzati i più importanti indici di valutazione e comparazione delle prestazioni delle Pa per cercare di individuare la correlazione tra la posizione dei Paesi nelle graduatorie e i sistemi di valutazione delle prestazioni utilizzati. La relazione illustra gli aspetti principali dei sistemi analizzati, soffermandosi in particolare su quelli indagati per la Pa italiana.

Leggi tutto

An EU Perspective on Social Considerations in Public Procurement

Sue Bird illustra la prospettiva comunitaria in tema considerazioni di ordine sociale negli acquisti pubblici. Introducendo il tema con una breve panoramica sulla relativa normativa europea, sottolinea come la Commissione sia convinta della necessità di sviluppare un intervento sociale tramite gli acquisti pubblici, in sinergia con politiche occupazionali inclusive.

Leggi tutto

Raccomandazioni alla UE sulle Linee guida per la responsabilità sociale delle imprese

Valerio Gallinella illustra sinteticamente i punti che a suo avviso dovrebbero emergere nelle Linee guida in materia de responsabilità sociale di impresa, in preparazione presso la Commissione. Punto primo: fornire alle PA indicazioni chiare sulla necessità di incentivare la concorrenza di tipo virtuoso tra le imprese, considerando che esistono mercati sociali a fianco dei più evidenti mercati economici. Punto secondo: dedicare speciale attenzione al settore dei lavori pubblici.

Leggi tutto

La valutazione degli effetti delle riforme a livello comunitario e nazionale

Lorenzo Codogno parla del Lisbon Methodology Working Group, istituito nell’ambito del Comitato di Politica Economica. Il gruppo ha il compito di sviluppare un framework metodologico per tracciare, analizzare e “modellizzare” le riforme strutturali attuate nell’ambito della Strategia di Lisbona. Gli obiettivi si realizzano attraverso tre metodi. Innanzitutto, il miglioramento della “griglia” di reporting che riassume le riforme che ciascun Paese ha adottato.Leggi tutto