Cerca: Saperi PA, Intervento, Economia, servizi pubblici locali

Risultati 1 - 10 di 11

Risultati

Practice 1: Patrimoni scolastici & Società in house

La ASUB Spa è una delle prime società in Italia costituita in house providing, con la finalità di portare avanti un programma di censimento, monitoraggio, manutenzione del patrimonio immobiliare scolastico della Provincia di Napoli, con logiche di multiservice e global service.Leggi tutto

Considerazioni sulla liberalizzazione del mercato energetico domestico e l’esperienza dell’ASM di Brescia

Fausto Cancelli, portando l’esperienza dell’azienda di servizi ASM di Brescia, parla degli aspetti legati alla liberalizzazione del mercato domestico, in vigore dal 1° luglio 2007. Dà, quindi, atto all’Autorità dell’energia di aver svolto egregiamente il proprio compito, stabilendo delle regole che consentissero agli operatori, venditori e grossisti, di accedere alle reti in maniera libera con indicazioni chiare e trasparenti, in modo da poter trasferire ai clienti i vantaggi dell’apertura del mercato.Leggi tutto

Competitività e sostenibilità dei servizi pubblici locali: le azioni del FORMEZ

Tina Quarto illustra le attività egli obiettivi che il Formez intende raggiungere nel ruolo di supporto alle pubbliche amministrazioni del Mezzogiorno attraverso la regolazione del sistema dei servizi pubblici, in un’ottica di garanzia della qualità dei servizi erogati, di tutela dei cittadini utenti e di promozione dello sviluppo sostenibile del territorio. Leggi tutto

Ruolo e prospettive delle aziende di servizi pubblici

Bruno Spadoni riflette sugli esiti delle riforme degli enti pubblici locali. Si tratta di un processo riformatore molto lungo. Le imprese risentono del periodo di maggiore instabilità dell’assetto normativo. Spadoni analizza il disegno di legge Lanzillotta e sottolinea come, al pari del decreto Burlando e del decreto Letta, si collochi sul filone della sussidiarietà e della concorrenza nel mercato. Leggi tutto

Analisi del caso dell’azienda Salerno Energia S.p.a.

Matteo Picardi enuclea le fasi che hanno portato all’attuale struttura societaria dell’azienda Salerno Energia S.p.a. L’impatto della liberalizzazione ha comportato una nuova struttura organizzativa che ha richiesto l’inserimento di nuove figure professionali determinando anche un ritorno a Salerno di giovani professionisti che avevano maturato esperienze in altre aziende. Picardi sostiene che la credibilità di un’azienda si costruisca quotidianamente offrendo buoni servizi ai cittadini, senza pensare esclusivamente ai profitti.

Riflessioni sul decreto di riforma dei servizi pubblici locali

Francesco Manna esprime le sue considerazione sulla riforma del Governo sui servizi pubblici locali e mette in luce un problema legato all’enorme differenza tra società per azioni pubbliche o pubblico-private ricche e che producono utili, e tutte le altre piccole società sulle quali il decreto va ad incidere. La trasformazione di queste in aziende speciali si rivelerebbe positiva soprattutto per il reclutamento del personale, che tornerebbe ad avvenire per concorso pubblico, e per la regolazione degli appalti.Leggi tutto

La tutela dei cittadini nella riforma dei servizi pubblici locali

Fabio Picciolini formula alcune riflessioni in merito al disegno di legge sui servizi pubblici locali. Innanzitutto, la riforma è un atto necessario, in secondo luogo, l’Associazione Adiconsum non esprime una preferenza rispetto allo statuto pubblico o privato delle società di servizi: a monte di qualsiasi scelta, infatti, deve essere certificato il rispetto delle leggi di tutela per il lavoratore.Leggi tutto

Le Aziende Speciali nella riforma dei servizi pubblici locali

Per Carlo Deodato il tema della riforma dei servizi pubblici locali è un tema politicamente molto sensibile, poiché mette in gioco rilevanti interessi economici da parte degli addetti al settore e dei partiti. Il rischio che le Aziende Speciali vengano gestite con le stesse logiche clientelari e di inefficienza con le quali finora sono state gestite molte società in house esiste.Leggi tutto

L’instabilità normativa delle politiche di liberalizzazione

Angelo Rughetti descrive la relazione tra la situazione politica della fine degli anni novanta e le liberalizzazioni oggi in corso. Sottolinea l’instabilità normativa intorno a questi temi e le relative conseguenze. Esprime delle riserve sul disegno di legge Lanzillotta e ne evidenzia alcuni aspetti su cui si trova in disaccordo. Sottolinea la necessità di operare una riduzione dei livelli istituzionali per arrivare ad un’integrazione interistituzionale per una regolazione in grado di raggiungere migliori standard di efficienza.

Il disegno di Legge Lanzillotta e le contraddizioni della liberalizzazione

Bruno Panieri ritiene necessario non intendere le liberalizzazioni un fatto ideologico ma considerarle un beneficio per l’intero sistema che va sviluppato e incoraggiato. Sottolinea le contraddizioni che il processo liberalizzatore porta con sé. Commenta il disegno di legge Lanzillotta e le neutralizzazione da parte del governo di alcune importanti disposizioni. Sostiene il ruolo cruciale delle autorità di indipendenza e regolazione per la generazione di elementi culturali nuovi.