Cerca: Saperi PA, Economia

Risultati 961 - 970 di 1012

Risultati

Il ruolo della provincia rispetto al suo territorio

La provincia, afferma Barbara Boschetti, ha il compito di assumere il ruolo di ente politico di rilievo costituzionale al fine di promuovere la cultura e la prassi della sicurezza nel proprio territorio. La provincia, in questo senso, deve svolgere una funzione di raccordo tra i livelli verticali di governo e gli enti minori, un’azione di coordinamento tra enti minori localizzati all’interno del territorio provinciale ed un’azione di unificazione tra attori pubblici e privati.Leggi tutto

Il settore pubblico come motore di sviluppo dell’economia

La qualità del settore pubblico è sempre più considerata come uno dei componenti chiave della competitività dei Paesi e – spiega Odile Sallard - per l’OECD, in quanto organizzazione economica avente lo scopo di promuovere il maggior livello possibile di crescita, il settore pubblico è parte integrante dello sviluppo economico nazionale ed internazionale.Leggi tutto

Forum PA 2007: Innovare per crescere

Carlo Mochi Sismondi presenta la 18° edizione di Forum PA: 18 anni di impegno per dimostrare che una PA moderna, che risponde alle esigenze del cittadino, è possibile. Si tratta solo di migliorare asset già esistenti: in primo luogo, le risorse umane. E’ necessario riconoscere il merito degli uomini e delle donne che operano nella PA, valorizzando la presenza di queste ultime e dando maggiore spazio ai giovani. Secondariamente, le tecnologie di cui disponiamo non devono più essere semplicemente accostate ai processi della PA, bensì interiorizzate.Leggi tutto

Le Linee Guida a supporto dello sviluppo delle PMI del Piemonte

Il mondo dell’ICT in Piemonte si concretizza in circa 12mila imprese, spiega Roberto Soj, e analizzando il loro fatturato si è rilevato che nell’80% dei casi i loro affari erano limitati al Piemonte, solo poche miravano ad un ampliamento del mercato fuori dai confini regionali e un numero ancora inferiore verso la PA, considerata un ambito poco redditizio dal punto di vista imprenditoriale.Leggi tutto

L’acquisizione delle Forniture ICT: il punto di vista dell’Amministrazione

Marco Gentili confronta il punto di vista sviluppato dal CNIPA nell’ambito delle cd. Linee Guida sulla qualità dei beni e i servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della PA, con le best practice codificate da altri framework. Per parlare di governance e ICT, bisogna partire dal contesto di una PA che rappresenta un elemento intermedio nella catena cliente-fornitore, in quanto si colloca come acquirente di servizi ICT da un fornitore da un lato, per l’erogazione di procedimenti amministrativi nei confronti di cittadini, imprese e dipendenti pubblici, dall’altro.

Anima per il sociale

Maria Pia Ruffilli presenta l’attività dell’Associazione Anima nell’ambito della coesione sociale. L’obiettivo di Anima è di diffondere tra le aziende del territorio di Roma e Lazio la cultura della responsabilità sociale d’impresa affinché ci sia, da parte delle imprese, una volontà di creare profitti senza dimenticare il benessere comune. Anima collabora con istituzioni e aziende nell’ottica di garantire servizi e soluzioni migliori a problemi concreti soprattutto per le fasce della popolazione più a rischio come gli anziani con progetti mirati.

Un futuro sostenibile per il Po: costruzione di un programma di azioni condiviso

Il fiume Po costituisce un ecosistema complesso e dinamico che si evolve nel tempo con equilibri resi sempre più fragili a causa dell'intensificarsi della pressione antropica. L'esperienza ha dimostrato che un approccio settoriale alle questioni del fiume, oltre ad essere ovviamente parziale, può essere pericoloso. Solo una politica integrata nel settore della difesa del suolo, della tutela delle risorse idriche e ambientali e della valorizzazione del territorio è in grado di affrontare aspetti idraulici, biomorfologici, naturalistici ed economico-sociali.

Il Piano di Sviluppo Sostenibile del Comune Ascoli Piceno

L'obiettivo del piano è il coordinamento e la sistematizzazione delle politiche ambientali, attraverso la sperimentazione di un nuovo approccio che consenta di intervenire efficacemente e in maniera esemplare su specifici programmi e progetti già avviati dall'amministrazione con effetti concreti ed immediatamente riscontrabili, che consentano l'abbassamento del livello di degrado ambientale, economico e sociale dell'area oggetto di interventi.

Piano Strategico del Canavese

Gli elementi del rilancio dell'area del Canavese ruotano attorno agli ''agenti di differenziazione'', cioè a risorse strategiche capaci di integrare e rinnovare i ''beni competitivi'' del territorio canavesano. E' pertanto necessario un approccio complessivo alle tematiche della competitività e del rilancio, anche attraverso l'elaborazione di un piano strategico per lo sviluppo delle potenzialità dell'area.

Qualità e valorizzazione dei prodotti agro-alimentari tipici italiani: l’esempio della Provincia di Teramo

La provincia di Teramo, pur essendo molto piccola, è caratterizzata da una notevole diffusione di piccole e medie imprese, oltre che da una forte vocazione agro-alimentare, afferma Orazio Di Marcello. La collaborazione con l’Università e il mondo scientifico, infatti, mira proprio alla costruzione di un sistema che valorizzi i nostri prodotti grazie anche ai solidi legami, sviluppati nel corso del tempo, con le aree del Mediterraneo, Sud America, Canada e Stati Uniti dove si registra una forte presenza di abruzzesi.Leggi tutto