Cerca: competitività

Risultati 71 - 80 di 126

Risultati

La "contaminazione" tra pubblico e privato nella formazione

Luigi Pieraccioni propone il concetto di contaminazione tra pubblico e privato quale fattore necessario per una maggiore crescita nel settore della formazione. Il coordinamento non deve essere svolto solo da Scuole o Istituti pubblici ma per la crescita del Paese, per una maggiore competitività delle imprese o una presenza capillare dell’Italia a livello internazionale, si rende necessaria una formazione erogata anche dalle imprese private.

La promozione del portale Italtrade attraverso la keywords advertising di Google

L’Istituto per il Commercio Estero ha la peculiarità di rivolgersi, non tanto al singolo cittadino, quanto alle piccole e medie imprese italiane e, con la sua rete di uffici all’estero, di interfacciarsi con le aziende straniere. Nobili segue il progetto di Italtrade, un portale dell’Istituto rivolto ai navigatori esteri che ha come obiettivo la promozione del “Made in Italy” alle aziende straniere.

Leggi tutto

Il progetto ‘Trasferimento tecnologico per le PMI’

Questo progetto si colloca nell’ambito del documento unico di programmazione 2000-2006 della Regione Abruzzo, spiega Veronica Casciani, e riguarda l’azione 232, ovvero il Programma Regionale per l’Innovazione. Obiettivo generale del progetto è sperimentare un modello di governance dell’innovazione, in cui l’innovazione stessa sia intesa come un vero e proprio fattore produttivo discriminante per la competitività di un intero territorio.Leggi tutto

La priorità 7 del Quadro Strategico Nazionale 2007-2013

Autore, tra gli altri, del Quadro Strategico Nazionale 2007-2013, Tito Bianchi espone i contenuti della Priorità 7, relativa alla competitività dei sistemi produttivi e occupazione. Il QSN richiama il tema dello sviluppo locale in più assi o priorità d’intervento e fornisce indicazioni che dovrebbero trovare coerenza e applicazione all’interno dei programmi di sviluppo della politica regionale.Leggi tutto

La priorità 7 del QSN e il concetto di competitività

Il concetto di competitività, presente nella priorità 7, si riferisce – sostiene il Prof. Sebastiano Fadda – all’incremento della produttività, che è il vero obiettivo dei sistemi locali e nazionali. In Italia si è infatti verificata una perdita di competitività dei sistemi, ovvero un calo della produttività, anche intesa come produttività del totale dei fattori - la cd. total factor productivity. Negli ultimi 5 anni, in particolare, si è registrata una influenza di segno negativo eLeggi tutto

Programmazione 2007-2013: una sfida per la PA

La sfida che le amministrazioni pubbliche dovranno affrontare, per il 2007-2013 – afferma il Prof. Sergio Zucchetti – consiste nel dimostrare di saper valutare gli effetti di un grande periodo di programmazione dell’impiego dei fondi strutturali, iniziato nel 1989. Se è vero che le risorse pubbliche hanno la finalità di ‘innescare’ e stimolare investimenti privati e domanda di occupazione e di incrementare la qualità e l’offerta di servizi alle imprese e ai cittadini, allora si può parlare di un segnale positivo.Leggi tutto

Il progetto ‘Reti degli sportelli per lo sviluppo’

A partire dalla politica di coesione promossa dall’UE agli inizi del 2000, il territorio ha iniziato ad essere considerato non più come il luogo fisico su cui lo Stato esercita la sovranità, bensì un sistema complesso di componenti di natura istituzionale, economica e sociale che, ognuna nell’esercizio delle proprie funzioni, contribuiscono all’elaborazione e attuazione delle politiche pubbliche, per lo sviluppo, per la sostenibilità ambientale e l’erogazione dei servizi.Leggi tutto

Abruzzoshire: un progetto di marketing turistico-territoriale

Antonio Bini introduce il progetto Abruzzoshire, spiegando come la Regione che, secondo una indagine DOXA del 1995 risultava avere una presenza pari a zero nella stampa europea, oggi sia slittata al primo posto per indice qualitativo di gradimento tra le regioni italiane. Nel dibattito successivo, su sollecitazione dei Proff.Leggi tutto

La Politica per lo sviluppo della Società dell’Informazione. Le infrastrutture: una sfida e una meta da raggiungere

La reale sfida che il tema della Società dell’Informazione ci pone e’ sul piano della condivisione di sapere e della capacità di rispondere a vecchi e nuovi bisogni. Per lo sviluppo della Società dell’Informazione si necessita di una forte politica d’intervento, non solo sul piano dell’e-government, ma anche su quello dell’e-business e dell’e-society, che abbia come orizzonte la risoluzione dei problemi.

Leggi tutto

I percorsi dei territori e delle politiche per lo sviluppo territoriale: il Rapporto DPS 2006

Il Rapporto DPS, ormai giunto al 9° anno, è formalmente parte dei documenti di programmazione, spiega Paola Casavola. La sua missione specifica consiste nell’informare il Parlamento e i lettori interessati, da un lato, sullo stato dei territori e sul contenuto e avanzamento delle politiche di sviluppo regionale, dall’altro, introduce e spiega in quali direzioni ci si muoverà per lo sviluppo. Il Rapporto ha una struttura abbastanza standardizzata, fornisce dati dettagliati, non relativi esclusivamente a macro-aree, ma anche a livello regionale.