Cerca: Energia e ambiente

Risultati 571 - 580 di 617

Risultati

Comunicare la malattia attraverso l’umanità: il paziente come persona e non solo come malato.

Nel corso degli anni il rapporto medico/paziente è notevolmente cambiato. Mentre in passato il malato dipendeva totalmente dal medico basando il rapporto sulla fiducia, oggi, anche grazie alla tecnologia, si assiste ad una crescita culturale del paziente stesso, che vuole capire ed essere informato, ma al tempo stesso ad un distacco del medico. È importante che al centro del sistema ritorni il paziente nella sua totalità in quanto persona e non in quanto esclusivamente persona malata.

Leggi tutto

L’evoluzione architettonica dell’ospedale. Da luogo di sofferenza a luogo di servizio alla persona.

L’ospedale oggi non è più semplice luogo di malattia e sofferenza ma è diventato, nel corso del tempo, un luogo in cui la persona si trova al centro dell’intero sistema. Da un punto di vista architettonico, è chiara l’evoluzione avvenuta in questi decenni: si è passati da strutture monoblocco a strutture organizzate secondo dipartimenti basate sulla centralità della persona.

Leggi tutto

Investimenti in infrastrutture energetiche e rapporto con i media e gli stakeholders del territorio

In Italia esistono strumenti di informazione del pubblico? La normativa italiana a tal proposito ha recepito un orientamento comunitario, la VAS (Valutazione Ambientale Strategica) che consente di avviare una fase di confronto e di informazione con le realtà locali. La VAS coinvolge tutti i soggetti pubblici che progettano e realizzano infrastrutture e predispongono dei piani: le Amministrazione Nazionali, le Regioni, gli Enti Locali, le associazioni e i cittadini.

Leggi tutto

Il nuovo approccio delle aziende energetiche rispetto agli stakeholder

In questo breve intervento, Paolo Messa sottolinea l’importanza e la centralità del tema della comunicazione laddove si parla di infrastrutture, delle difficoltà nel realizzarle e della necessità di un processo di coinvolgimento della popolazione. Le esperienze discusse durante il dibattito risultano essere molto utili all’interno del contesto di Forum PA rivolto ai decisori pubblici che, molto spesso, non corrispondono soltanto ai ministeri e alle strutture centrali, ma anche ad una platea diffusa di decisori presenti negli enti pubblici

Il computer sostenibile: come evitare di essere sommersi dall’e-waste

Introdotta da Diego Gavagnin, direttore editoriale QE Quotidiano Energia, Giovanna Sissa racconta come è nata l’idea del libro "Il computer sostenibile" e mette in evidenza le problematiche trattate, che coinvolgono la vita di tutti noi. Non è più possibile ignorare le montagne di rifiuti elettronici, i cumuli di spazzatura tecnologica che si vanno accumulando (non solo metaforicamente) nelle nostre città. Negli ultimi anni qualcosa è cambiato nello scenario dell’Ict: ci si è resi conto che anche questo settore inquina, e molto. Non a caso è nato il termine “e-waste”, spazzatura elettronica.Leggi tutto

Computer e RAEE. Ruolo dei Comuni e stato dell'arte

Basta con lo spettacolo di televisori, computer, aspirapolvere ed elettrodomestici di ogni tipo abbandonati accanto ai cassonetti dell'immondizia. Questa è la parola d'ordine a cui si ispirano le nuove normative riguardanti la raccolta e lo smaltimento dei Raee (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche), con l'obiettivo di cambiare cattive abitudini pericolose per la salute e per l'ambiente.

Leggi tutto

Come l'information technology puo' aiutare l'ambiente ed aumentare la sua efficenza ed efficacia a supporto del business

Qual è l'impatto dell'information technology sull'ambiente e cosa si può fare per invertire la tendenza al progressivo aumento dell'inquinamento? Cominciando con il prendere coscienza che ognuno di noi produce con le proprie attività una certa quantità di anidride carbonica, si deve riconoscere che una parte non indifferente di questa produzione è legata all'IT.

Leggi tutto

ICT e sostenibilità ambientale: dall’inferno al paradiso?

Oggi siamo finalmente consapevoli che l'ICT può creare notevoli problemi all'ambiente: con l'introduzione del termine e-waste (spazzatura elettronica) si è spezzata la percezione per cui il prefisso "e" potesse individuare esclusivamente parole associate a un senso positivo, di sviluppo, come e-government, e-democracy, e-commerce, e-learning, etc. I computer inquinano: lasciano un'impronta ecologica durante la fase di produzione e di funzionamento, dovuta al consumo energetico e alla produzione di CO2, e anche durante la fase di smaltimento a fine vita.

Leggi tutto

Il marchio Kyoto-DAP

Il marchio Kyoto-DAP è una “dichiarazione ambientale di prodotto” che certifica il contenuto di CO2 e di gas a effetto serra, calcolato sull’intero ciclo di vita di un determinato prodotto o servizio. L’obiettivo è quello di fornire indicazioni ad aziende, Pubblica Amministrazione e consumatori, sulla prestazione ambientale dei propri acquisti.

Leggi tutto

Acquisti verdi nella PA: scenario attuale ed opportunità

Maria Berrini illustra i temi dell’incontro che si apre con un quadro delle politiche nazionali per gli Acquisti Verdi nella Pubblica Amministrazione. L’obiettivo è quello di far luce su opportunità e ruolo trainante che questo settore può avere sull’intero mercato.

Leggi tutto