Cerca: Energia e ambiente

Risultati 591 - 600 di 617

Risultati

ECOPASS Milano: come e perché

Superati intoppi organizzativi da rush finale è partito l'Ecopass a Milano, promettendo -30% di emissioni giornaliere di polveri sottili e -10% di auto in ingresso, con incremento parallelo di servizi di trasporto pubblico. Prima città in Italia ad istituire una pollution charge di accesso al centro, Milano apre il dibattito su questioni di principio e di opportunità. Oltre l'efficienza di un sistema innovativo di acquisto e monitoraggio, oltre la soddisfazione per i primi numeri, restano alcuni punti aperti.

Leggi tutto

ECOPASS Milano: per ambiente, non per cassa

Le ragioni dell'Ecopass, misura integrata per l'ambiente, la salute e la mobilità. Edoardo Croci, Assessore Mobilità, Trasporti e Ambiente del Comune di Milano ci spiega come Ecopass e iniziative sinergiche avvicineranno l'atmosfera di Milano agli standard di qualità europei.

Leggi tutto

Rifiuti elettronici: da gennaio si ricicla!

Telefonini, computer, televisori, palmari, elettrodomestici, negli ultimi decenni la tecnologia ha raggiunto livelli di innovazione tali per cui il ciclo di vita dei singoli strumenti si è accorciato sempre più, generando una serie di problemi non marginali, tra cui una quantità di tecno-spazzatura che va aumentando sempre più. Chi ha il compito di governare l'innovazione non può ignorare le conseguenze che essa ha sull'ambiente e sulla società, e proprio in questo senso va la normativa che dal 1° gennaio 2008 obbligherà i produttori di apparecchiature elettroniche al riciclo e smaltimento dei prodotti elettronici usati.

Leggi tutto

L'Europa bacchetta l'Italia: il rifiuto ambiguo? Dal 2008 non più!

Ne parliamo con Valerio Angelelli - Presidente del Comitato Controllo e Vigilanza RAEE del Ministero dell'Ambiente

A quasi tre anni dall'emanazione del decreto e dopo varie proroghe a gennaio dovrebbe entrare in vigore la legge che regolamenta la raccolta e il riciclo delle Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. Quali sono le ragioni di questo ritardo? Pensa ci sarà un altro rinvio?

Leggi tutto

La Regione Puglia e l’utilizzo del sistema informativo del Demanio Marittimo

Maria Sasso sostiene che uno sviluppo duraturo, dal punto di vista socio-economico, si innesta direttamente nella cultura e negli stili di vita locali per fruire e valorizzare le risorse del territorio. Afferma che per questo motivo la Puglia ha scelto di restituire attenzione alle coste e alle spiagge, attraverso un grande lavoro di concertazione tra le categorie di operatori turistici, le associazioni ambientaliste e di tutela di consumatori, per arrivare ad una proposta di legge condivisa per la tutela delle coste.

Leggi tutto

Luci ed ombre sulla gestione dei rifiuti nella Regione Lazio

Per Lorenzo Parlati l’aspetto più positivo dell’incontro è che sia parlato non delle cose che dovrebbero essere fatte, ma delle cose che sono state già realizzate. 150.000 abitanti che adotteranno il nuovo sistema di raccolta differenziata porta a porta nella Provincia di Roma, non sono un dato irrilevante e Legambiente, da parte sua, ha sostenuto in tutti i modi l’iniziativa sul territorio. Le preoccupazioni dell’Associazione, invece, riguardano la situazione delle discariche e dello smaltimento illegale dei rifiuti in altre realtà della regione Lazio.

L'attivazione della raccolta differenziata come risultato della sinergia politico-amministrativa: le esperienze italiane

Attilio Tornavacca sintetizza le motivazioni che hanno portato la Provincia di Roma alla scelta strategica della raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti. Le esperienze nazionali dimostrano come per raggiungere il 35% di raccolta differenziata sia necessario introdurre un sistema di domiciliazione del recupero.Leggi tutto

L’esperienza della Provincia di Roma nella raccolta differenziata dei rifiuti

Bruno Panico introduce e coordina l’incontro sull’esperienza della raccolta differenziata della Provincia di Roma. L’Assessorato alle Politiche Ambientali considera la gestione differenziata dei rifiuti come obiettivo strategico ormai da alcuni anni. Nell’ultimo anno è stata operata una svolta rispetto al tradizionale metodo stradale di raccolta: la Provincia si è rivolta ai Comuni per attivare la raccolta domiciliare “porta a porta”.Leggi tutto

La sperimentazione del Comune di Roma in materia di raccolta differenziata

Dario Esposito evidenzia l’importante lavoro che la Provincia di Roma sta svolgendo sulla raccolta differenziata dei rifiuti, attraverso il coinvolgimento dei Comuni dell’area vasta. Il Comune di Roma, pur non partecipando al bando allo scopo lasciare spazio alle altre amministrazioni comunali, ha dato vita ad una sperimentazione presso il quartiere Colli Aniene in collaborazione con l’AMA. Il coinvolgimento dei cittadini, attraverso incontri ed assemblee pubbliche, si è rivelato una componente critica ma fondamentale.Leggi tutto

La strategia della Provincia di Roma per l'incentivazione della raccolta differenziata

Giuseppa Rozzo propone una valutazione degli strumenti politici ed amministrativi, che la Provincia di Roma sta adottando per consentire al proprio ambito territoriale di raggiungere gli obiettivi fissati dalla normativa in materia di raccolta differenziata. L’esperienza condotta dall’Amministrazione attesta che un problema complesso come la gestione dei rifiuti, può essere più agevolmente risolto grazie ad un ripensamento dei processi e dei rapporti tra i diversi enti sul territorio.Leggi tutto