Cerca: contratti pubblici

Risultati 51 - 60 di 68

Risultati

Le interferenze tra diritto privato e diritto pubblico nella ricostruzione del regime di tutela

Roberto Garofoli affronta il problema delle controversie che incidono sullo snodo tra fase pubblicistica e fase negoziale degli appalti: il contratto stipulato prima che inizi il rapporto ma dopo che si è conclusa la procedura di selezione del contraente. La questione è quella dell’individuazione del giudice che deve occuparsi dei riflessi sul contratto nel caso di intervenuto annullamento dell’aggiudicazione. Il dibattito non è nuovo ma di nuovo nell’ultimo anno c’è stato l’esplodere di un contrasto di vedute all’interno della giurisdizione.

Il pressante problema del ritardo dei pagamenti

Le principali problematiche e le maggiori preoccupazioni delle imprese italiane nei rapporti di fornitura con la PA sono sostanzialmente tre: la considerevole presenza delle società partecipate pubbliche (in-house); la complessità delle procedure di gare e il problema dei (ritardi nei) pagamenti. Quest’ultimo, in particolare, ha assunto dimensioni molto rilevanti. Nel solo settore sanitario la Corte dei Conti ha stimato in 22 miliardi di euro i debiti del Servizio Sanitario Nazionale verso i fornitori a tutto il 2004.Leggi tutto

Aspetti giuridici dell’utilizzo dello strumento del leasing da parte della Pubblica Amministrazione

Massimo R. La Torre compie un excursus giuridico sull’utilizzo dello strumento della locazione finanziaria da parte della PA, analizzando il testo normativo attualmente in vigore: il Codice dei contratti della Pubblicato Amministrazione, approvato nella scorsa Legislatura. Il Relatore, inoltre, illustra le tre categorie di leasing che può riguardare beni immobili, forniture e servizi, e passa in rassegna il fenomeno dei raggruppamenti temporanei di imprese (ATI) ed il meccanismo di funzionamento delle gare di appalto nel leasing pubblico.

L’impegno di Assilea ed Ance nella regolazione dello strumento del leasing da parte del settore pubblico

Cesare Loria racconta come l’utilizzo dello strumento del leasing da parte della Pubblica Amministrazione fosse possibile già prima della sua regolazione, con la sottoscrizione di contratti atipici secondo le norme del diritto privato; nella realtà, in assenza di una norma precisa, le Amministrazioni non trovavano il coraggio sufficiente per intraprendere questa via.Leggi tutto

I meccanismi di funzionamento e la diffusione dello strumento del leasing

Fabrizio Marafini sottolinea come il convegno rappresenti per Assilea, un’occasione per tentare di far conoscere al mondo dei rappresentanti della Pubblica Amministrazione lo strumento del leasing, e di far comprendere con quali modalità esso possa essere utilizzato nel settore pubblico. Il Relatore illustra, in maniera dettagliata, i meccanismi di funzionamento del leasing nelle forme della locazione finanziaria e della locazione operativa, così come stabilito nella Legge n. 183/76 e nella Leggi tutto

Aspetti fiscali e contabili del leasing alla Pubblica Amministrazione

Gianluca De Candia parla degli aspetti fiscali del leasing alla Pubblica Amministrazione. Il leasing pubblico non forma oggetto di una disciplina specifica ai fini fiscali poiché non costituisce una ulteriore tipologia contrattuale, ma indica quella fattispecie in cui l’utilizzatore è la P.A., che se ne avvale per il perseguimento dei suoi obiettivi istituzionali; esistono, tuttavia, delle disposizioni ad hoc che stabiliscono che gli enti pubblici non sono soggetti imponibili IRES.Leggi tutto

L’evoluzione dell’utilizzo del leasing da parte della Pubblica Amministrazione

Renato Clarizia ricorda come il leasing pubblico sia una tipologia di locazione finanziaria tra le prime sperimentate in Italia. La stessa definizione di locazione finanziaria, contenuta nell’art. 17 della Legge 183/76, riguardava gli interventi straordinari nel Mezzogiorno, e sollevò un dibattito nel mondo pubblico, che cominciò ad interessarsi a questo fenomeno come possibilità nuova per le Amministrazioni.

Leggi tutto

Il Memorandum e la necessità di una politica organica per la PA

Per Paolo Pirani il Memorandum va utilizzato in concomitanza di una politica organica per la Pubblica Amministrazione altrimenti rischia di essere un feticcio che ha la scarsa probabilità di essere tradotto in risultati concreti. Il Relatore critica l’idea che di una nuova “co-gestione” con il Sindacato e l’opinione che esista il vincolo del parere delle organizzazioni sindacali nelle nomine dei dirigenti.Leggi tutto

Costo del lavoro pubblico e ruolo dei Sindacati

Gianfranco D’Alessio inizia il suo intervento affrontando le critiche che alcuni commentatori hanno mosso al Memorandum, in relazione a quella che, in alcuni punti, sembra configurarsi come una vera e propria “cogestione” del Sindacato nelle attività di riorganizzazione. Un secondo elemento di riflessione riguarda il costo del lavoro pubblico in Italia che, anche alla luce della Relazione della Corte dei Conti, sembra essere più un problema di qualità che di quantità.Leggi tutto

Misurazione, valutazione delle performance e miglioramento della qualità dei servizi

Alberto Stancanelli introduce i temi dell’incontro elaborando una riflessione sul Memorandum, siglato il 6 aprile del 2007 dal Ministero per le Riforme e l’Innovazione nella Pubblica Amministrazione, dagli Enti locali e dai Sindacati. Lo spirito dell’intesa è quello di riprendere un percorso interrotto negli ultimi anni e di utilizzare la concertazione per riorganizzare i processi, compiere interventi strutturali e, soprattutto, migliorare la qualità dei servizi.

Leggi tutto