Cerca: Riforma PA, Accountability, open government

Risultati 1 - 10 di 24

Risultati

Alienazione di beni patrimoniali, quando il Comune vende

Attraverso la vendita di beni mobili e immobili, i Comuni italiani incassano un buona parte di soldi ogni anno. Guida Venezia con €276 pro capite, subito dietro Torino (€244) e Padova (€169).

Leggi tutto

Utili da aziende partecipate, i pochi Comuni che ne approfittano

Alcuni Comuni, molto pochi, riescono a ricavare utili grazie alla partecipazione in aziende. Fra le grandi città guida Milano, con un ricavo annuo pro capite di €102,80, ma le altre fanno molto peggio. Con ricavo nullo Messina, Palermo e Catania. Inline image 1

Leggi tutto

Il costo dell’indebitamento per i Comuni italiani, la classifica da openbilanci

Non solo le nostre città accumulano debiti, ma soprattutto su questi debiti accumulano oneri finanziari non da poco. Fra le grandi città, Bari è di gran lunga quella che ne paga di più le conseguenze. A seguire Palermo e Catania. 

Leggi tutto

Comuni Stato-dipendenti, quelli che da soli non ce la fanno

Quanto i trasferimenti dallo Stato contribuiscono alle entrate totali di un Comune? Fra le grandi città, le siciliane sono le peggiori in Italia.  Messina, Palermo e Catania dipendono rispettivamente il 40%, 37% e 25% da soldi provenienti dallo Stato. 

Leggi tutto

Cosa c’è e cosa manca nel "Piano d’azione italiano per l’Open Government"

Il Governo Italiano, nell’ambito della sua adesione all’Open Government Partnership (OGP), ha recentemente elaborato con un processo partecipato, aperto anche ad alcune realtà della società civile, un piano di azione per l’Open Government che è attualmente posto all’attenzione dei cittadini e degli addetti ai lavori per una consultazione pubblica. Il piano, dopo una premessa di inquadramento, si articola in tre parti dedicate a partecipazione, trasparenza, integrità e accountability, innovazione tecnologica e in sei azioni specifiche. Leggendo il piano non si può che riconoscere che si tratta di sei azioni utili e importanti, allo stesso tempo la sensazione è che si poteva sfruttare questa occasione per un documento di insieme più vasto, più coraggioso e più inclusivo.

Leggi tutto

Senigallia, cresce la famiglia di OpenMunicipio

Dopo Udine, OpenMunicipio arriva anche a Senigallia. Il Comune delle Marche investe nell’ accountability, aprendo la politica locale ai propri cittadini. Piena trasparenza di processi, atti, decisioni e votazioni.

Leggi tutto

Debiti PA: quali Comuni pagano in tempo?

In che misura un Comune riesce a pagare servizi e acquisti, per i quali si è impegnato nel corso dell'anno? Grazie alla nostra collaborazione con openBlog ed openpolis scopriamo dove risiedono i maggiori debiti della pubblica amministrazione: guida la classifica il virtuoso Treviso, chiude Reggio Calabria.

Leggi tutto

Da Openparlamento a Openbilanci: i progetti di open government di openpolis

Openpolis è una delle associzioni più attive nella relaizzazioen di progetti concreti che abilitano la traparenza e la partecipazione della cittadinanza alla vita democratica delle istituzioni. In questo intrevento Vittorio Alvino ripercorre tutti i progetti realizzati e in divenire: da openparlamento a openmunicipio, fino ad Openbilanci. la filosofia di fondo è sempre la setssa: non basta aprire i dati, ma è necessario immaginare servizi che abilitino la comprensione e l'utilizzo "semplice" delle informazioni.

Openbilanci: i conti aperti dei Comuni Italiani #FPA14

Vi è mai capitato di vedere il bilancio di un Comune? Risme di carta stampata e fitte di tabelle che, anche ad essere dei contabili esperti di finanza locale, occorrerebbero giorni e giorni per  farsi un’idea di cosa ci sia dentro. Non è proprio un sistema che si preoccupi di essere comprensibile, neanche agli stessi Consiglieri comunali.

Leggi tutto

Per una seconda fase degli Open Data in Italia*

L’Open Data Day, celebrato a livello internazionale, è sicuramente l’occasione per una riflessione su quella che è stata in questi anni la via italiana agli Open Data e su quali siano le sfide da affrontare. Quella che possiamo chiamare, infatti, la prima fase degli Open Data è da considerare conclusa anche da noi. Una volta, parlando di questo processo, Tim Berners Lee scriveva che il percorso di liberazione degli Open Data deve partire dall’alto, dal livello intermedio e dal basso. Ed è quello che è successo negli ultimi tre anni anche in Italia.

Leggi tutto