Cerca: Riforma PA, Atti FORUM PA 2007, valutazione e misurazione

Risultati 11 - 20 di 40

Risultati

La governance della pubblica amministrazione e gli obiettivi dell’internal auditing

Giuseppe Cerasoli introduce i principali obiettivi della funzione dell’internal audit. Il primo punto da cui occorre partire, a suo giudizio, è definire un corretto modello di governance della pubblica amministrazione per diffondere un’etica dei comportamenti, misurare i risultati dell’organizzazione e renderli trasparenti alla collettività. I ruoli operativi dell’internal auditing, più nello specifico, sono: motore di sviluppo di sistemi di misurazione e gestione del rischio; valutazione dei sistemi di controllo interno; strumento di evidenza dell’adeguatezza delle performance. Leggi tutto

Evoluzione del sistema di controllo di gestione in INPS: L’introduzione della dimensione economica

Il sistema di programmazione progettato per l’INPS è stato strutturato al fine di sviluppare l’integrazione tra indirizzi e obiettivi tenendo costante l’attenzione alla dimensione economica dei controlli. In particolare, il modello ricerca l’allineamento e la coerenza tra linee strategiche, obiettivi direzionali e azioni operative. Il modello di pianificazione, programmazione e budget si avvale, per la misurazione delle performance dell’Istituto, di indicatori economici finanziari, di efficienza e di innovazione, di efficacia, qualità, di impatto e contesto.

Strategie di control self-assessment e audit: una sinergia per il controllo dei processi aziendali.

Pietro Di Fronzo sottolinea come l’Institute of Internal Auditor ha emanato degli standard internazionali che prevedono un’indipendenza del nucleo organizzativo di audit. L’Agenzia del Territorio ha avuto una fase di start up che è partita dalla direzione ispettiva e si è evoluta in una direzione indipendente che attualmente riporta al direttore generale. L’attività di audit, seppure sia di natura consulenziale, non può prescindere dal denunciare all’autorità giudiziaria delle irregolarità laddove queste vengano rinvenute.Leggi tutto

Elementi necessari per una buona misurazione

Al fine di ottenere una buona base per la misurazione c’è bisogno di due elementi: una buona organizzazione e un buon sistema di raccolta dei dati. Mettendo insieme questi elementi si possono costruire indicatori significativi per realizzare misure che siano valide ed affidabili.Leggi tutto

Presentazione del volume ‘Verso una nuova cultura amministrativa: il caso del Mipaaf tra innovazione e resistenze organizzative’

Michele Marciano presenta il volume ‘Verso una nuova cultura amministrativa: il caso del Mipaaf tra innovazione e resistenze organizzative’. L’amministrazione pubblica ha solo da qualche anno iniziato a rendersi conto di essere una struttura che produce servizi e a chiedersi se sia necessario misurare i propri risultati, e ciò a causa di resistenze, che vengono qui definite ‘organizzative’ ma che riguardano anche la tutela di determinati interessi, difesi da corporazioni che esistono all’interno di qualunque organizzazione.

Leggi tutto

Il Sistema dei Controlli: costruzione di un modello operativo di misura delle performance in una PA

Descrive i sistemi di controllo attualmente in uso presso il Ministero delle Infrastrutture e il Ministero dei Trasporti. Essi si basano su due sistemi che condividono infrastruttura, soluzioni applicative e in cui le banche dati sono state suddivise in modo logico. Molinaro effettua quindi una dettagliata illustrazione della strutturazione e del funzionamento del sistema dei controlli, il quale si appoggia su una piattaforma PaP ed è composto da un Sistema Informativo per il controllo Strategico, uno per il per il controllo di Gestione e uno di Contabilità economico analiticaLeggi tutto

Governare efficacemente ed efficientemente i cambiamenti in corso nella PA.Nuovi strumenti di governance per la riorganizzazione delle Amministrazioni Pubbliche a partire dalle risorse umane

Betto focalizza l’attenzione sul concetto di cambiamento e su quello che è il posizionamento che oggi i fornitori di business intelligence, si trovano ad affrontare in base alle richieste della clientela. E’ necessario oggi cercare di anticipare e prevenire in modo preventivo i cambiamenti, capendo e gestendo le informazioni, e cercare di proiettare i dati ottenuti nel futuro per prevenire e gestire gli impatti di questi cambiamenti.

Leggi tutto

L’esperienza dell’Agenzia delle Dogane nell’utilizzo del CAF

L’agenzia delle Dogane opera in un contesto comunitario, afferma Mirella Levato, e la politica comunitaria postula sempre più l’esigenza di assicurare sinergia tra le amministrazioni in modo da garantire uniformità dei processi e una corretta gestione delle entrate.Leggi tutto

Il CAF e la ‘Direttiva per un’amministrazione pubblica di qualità’

Il CAF (Common Assessement Framework), spiega Pia Marconi, è uno strumento per la gestione della qualità nelle pubbliche amministrazioni e per l’autovalutazione propedeutica al miglioramento continuo della PA. La ‘Direttiva per un’amministrazione pubblica di qualità’ del Ministro Nicolais propone alle pubbliche amministrazioni una politica organica per la qualità e indica loro la strada da seguire, attraverso l’introduzione di obiettivi di qualità nei sistemi di pianificazione strategica, programmazione e controllo e la considerazione di questi anche nella valutazione dei dirigenti.Leggi tutto

Misurazione, valutazione delle performance e miglioramento della qualità dei servizi

Alberto Stancanelli introduce i temi dell’incontro elaborando una riflessione sul Memorandum, siglato il 6 aprile del 2007 dal Ministero per le Riforme e l’Innovazione nella Pubblica Amministrazione, dagli Enti locali e dai Sindacati. Lo spirito dell’intesa è quello di riprendere un percorso interrotto negli ultimi anni e di utilizzare la concertazione per riorganizzare i processi, compiere interventi strutturali e, soprattutto, migliorare la qualità dei servizi.

Leggi tutto