Cerca: Riforma PA, Atti FORUM PA 2008, valutazione e misurazione

Risultati 31 - 40 di 42

Risultati

Funzionalità organizzative del sistema di valutazione

Luigi Massa testimonia con la sua esperienza al Comune di Napoli come con l’introduzione del sistema di valutazione sia stato possibile riorganizzare i processi decisionali ed operativi: si sono raggruppati e selezionati gli obbiettivi e si sono introdotti gli standard e le fasi creando delle serie storiche e degli indicatori che producessero un monitoraggio dei risultati di outcome.

Leggi tutto

I presupposti, gli obbiettivi e le metodologie di una buona e utile valutazione

Dopo aver analizzato lo stato dell’arte dei sistemi di valutazione all’interno delle PA italiane Giovanni Valotti ne individua le maggiori criticità e definisce i 5 step concettuali che ne dovrebbero costituire la struttura: per valutare è necessario definire la performance, per apprezzare la performance è necessario misurare, per migliorarla è necessario responsabilizzare, per responsabilizzare è necessario assicurare uno spazio d’azione e mettere a disposizione le leve per mobilitare l’organizzazione ed infine è importante

Leggi tutto

Valutazione delle prestazioni sanitarie: l'esperienza del Friuli Venezia Giulia

Il modello per la valutazione sviluppato in FVG si sviluppa su tre assi: la misurazione della perfromance, i sistemi di standard e accreditamento e la valutazione da parte del cittadino. Il contributo cercherà di descrivere il tentativo di rendere coerenti i tre assi anche attraverso una forte condivisione e partecipazione dei professionisti del Servizio Sanitario Regionale.

Criticità metodologiche della valutazione tramite indicatori

La relazione esamina il significato del termine valutazione che è l'assegnazione di un valore ad una entità. Analizza poi il percorso del processo valutativo dalla descrizione al monitoraggio alla fase valutativa vera e propria. Questa si caratterizza dall'introduzione di una funzione di valore-giudizio che trasforma il dato conosciuto in una ipotesi di azione. La valutazione non è mai tale se non è orientata alla decisione. La relazione esamina con esempi le diverse fasi elencate.Leggi tutto

Confartigianato: criticità e proposte per gli strumenti di misurazione

Siamo in una fase in cui probabilmente le strategie dovranno essere rivisitate. Condividendo gli ambiti sui quali si intende intervenire con misure correttive, Confartigianato considera la digitalizzazione dei processi un aspetto significativo e prioritario. Nel processo di integrazione tra pubblico e privato ci vorrebbe maggiore coraggio per fare in modo che siano strumenti privatistici a certificare l’adeguamento dell’impresa agli adempimenti normativi e che la PA si dedicasse al controllo della sostanza, piuttosto che alla rilevazione delle informazioni.

Leggi tutto

Misurazione, semplificazione amministrative e reingegnerizzazione dei processi di servizio

Nel panorama internazionale delle politiche di semplificazione e di qualità della regolazione la misurazione rappresenta uno strumento fondamentale. Silvia Paparo nel suo intervento illustra come cambia il modo di fare la semplificazione attraverso la misurazione: in estrema sintesi la misurazione permette di definire parametri oggettivi per individuare in modo sistematico gli adempimenti più onerosi da eliminare e i processi più rilevanti da reingegnerizzare.

Misurare per semplificare: il punto di vista delle Regioni e degli enti locali

Si è discusso di semplificazione e misurazione per materie di competenza statale, ma per essere efficace il processo deve investire le Regioni, ma anche i Comuni. Questi ultimi sono sulla frontiera in quanto sono il principale front-line verso le imprese soprattutto per procedimenti onerosi, ma anche perché sono dei front-runners.

Leggi tutto

Un percorso per il miglioramento dei sistemi di valutazione

Nel dicembre 2007, Cittalia-Anci ricerche ha intrapreso un percorso con circa 140 Comuni italiani sul tema della valutazione del lavoro pubblico, partendo da quella dei dirigenti. La qualità delle prestazioni è un argomento spinoso e affrontarlo è fondamentale per cercare di risolvere il serio problema della scarsa efficienza della Pa italiana. La relazione si concentra sullo stato dei governi comunali, fatto di molte luci ma anche di molte ombre, con una polarizzazione tra gruppo di testa e di coda dei Comuni quanto a livello di prestazioni.Leggi tutto

La valutazione come opportunità per la dirigenza pubblica

Per ottenere i risultati sperati dalla valutazione della dirigenza pubblica bisogna fare in modo che i dirigenti non la vedano come un processo in cui sono soltanto dei “controllati”, ma come uno strumento a loro disposizione per mettere in mostra i risultati raggiunti e recuperare un rapporto con i cittadini. Insomma, la valutazione come opportunità, come leva di riscatto per la dirigenza. Se si affermasse questa visione, ecco che ci sarebbe la volontà dei dirigenti di essere coinvolti e di partecipare alla definizione dei sistemi di valutazione.

Leggi tutto

I requisiti dei sistemi di valutazione della dirigenza locale: una proposta Anci-Cittalia

La relazione illustra i requisiti fondanti per la costruzione di sistemi di valutazione efficaci della dirigenza comunale, definiti nell’ambito di un percorso di confronto avviato nel dicembre 2007 da Cittalia-Anci ricerche con i responsabili del personale di 144 Comuni (quelli con più di 50mila abitanti).

Leggi tutto