Cerca: Riforma PA, Efficienza, Atti FORUM PA 2009

Risultati 61 - 70 di 94

Risultati

Fo.S.T.eR.: un modello di formazione -intervento per le risorse umane delle Camere di Commercio

Il modello FOSTER, FOrmazione per lo Sviluppo della TEcnologia e della Ricerca, è una azioni di intervento sulla formazione della PA, riferito al segmento delle Camere di Commercio – 13 CCIAA del Mezzogiorno. Il progetto, presentato da Annapia Ragone dell’area Servizi Innovativi e Politiche per l’Innovazione dell’Istituto Guglielmo Tagliacarne, ha lo scopo di trasferire al dipendente pubblico, le competenze necessarie sui temi dell’innovazione, R&S e sviluppo locale, tutte competenze non sono solo di carattere tecnico-specialistico ma anche competenze di facilitazione partecipativa.

Progetto FIORI: le competenze del personale delle Università per la Ricerca e lo sviluppo tecnologico

Il progetto FIORI, Formazione Intervento Organizzativo per la Ricerca e l’Innovazione, realizzato dalla collaborazione RSO, Fondazione CRUI e Città della Scienza, ha lo scopo di individuare gli strumenti a supporto delle Università, ASL e Aziende Ospedaliere, Policlinici, Istituti di Ricerca Sanitaria, Accademie e Conservatori, per indirizzare i finanziamenti all’innovazione in accordo con le strategie formative.Leggi tutto

Karma@PA: "La valutazione di impatto dell'Azione Pilota del MIUR"

KARMA@PA è un progetto trasversale all’intera Azione Pilota promossa dal MIUR articolata a sua volta in sotto-progetti: PARSEC, FIORI, FOSTER. Scopo del progetto KARMA@PA è stato quello di monitorare e valutare le attività formative dei diversi progetti per consentire una reale innovazione delle finalità, delle metodologie e dei risultati conseguiti dall’attività formativa nei diversi settori interessati dall’Azione Pilota.Leggi tutto

Fo.S.Te.R : la fase di empowerment delle competenze

Il progetto FOSTER- Formazione per lo Sviluppo Tecnologico e la Ricerca - ha avuto la possibilità di dare avvio, dopo aver completato le fasi richieste dall’Azione Pilota del MIUR, alla fase di sedimentazione delle competenze che sono state acquisite nelle fasi precedenti del progetto. Questa fase di empowerment delle competenze è stata articolata su un percorso di sviluppo organizzativo chiamato Cantieri di Ricerca la cui finalità è stata quella di simulare un percorso di PCM.Leggi tutto

Introduzione tavola rotonda “Formazione alte professionalità per adeguare le competenze della PA in materia di R&STI e relativa valorizzazione”

Se in una prima fase il mandato del MIUR è quello di esplorare e scovare i modelli formativi di riferimento per agevolare le politiche di ricerca e sviluppo, in una seconda fase si andrà a sondare come la formazione-intervento possa facilitare la costruzione del modello di riferimento emerso nella fase precedente. Alberto Castori, Team di ricerca del progetto PARSEC, introduce gli interventi della tavola rotonda del convegno “Formazione alte professionalità per adeguare le competenze della PA in materia di R&STI e relativa valorizzazione”

La seconda fase del progetto PARSEC: il Common Assestement Framework

La seconda fase del progetto PARSEC concentra la sua attenzione sul CAF – Common Assestement Framework –. Il CAF è una grIglia comune di autovalutazione che consente ad una organizzazione la conduzione di un’autodiagnosi organizzativa, fondata sul coinvolgimento del personale, per l’individuazione di aree di miglioramento e punti di forza all’interno dell’organizzazione stessa.Leggi tutto

La tutela della proprietà industriale e lotta alla contraffazione. La risposta italiana.

L’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, dovendo gestire una grande quantità di domande per istituire e concedere brevetti o registrazioni di marchi, è stato l’ufficio che per primo si è dovuto impegnare per l’introduzione della tecnologia allo scopo offrire un servizio efficiente ed efficace al cittadino-imprese. A partire da Giugno 2006 è stato introdotto un sistema di accesso on-line che consente al cittadino di depositare le domande di brevetto industriale, di modelli di utilità, disegni e marchi di impresa sfruttando un sistema di depositi on-line.Leggi tutto

Presentazione del progetto Misura PA

Anna Villa, Ufficio Studi e Formazione FORUM PA, presenta il Progetto Misura PA commissionato dal Ministro Brunetta e svolto da FORUM PA in collaborazione con Lattanzio e Associati per la misurazione e rappresentazione dell’azione amministrativa. Anna Villa espone le modalità con cui sono state scelte le macroaree di indagine - un numero di policy pari a 10 -, le modalità e i problemi metodologici con cui sono stati scelti gli indicatori e la costruzione di 100 misure - dati puri e relativi – che consentono il confronto dell’azione amministrativa a livello territoriale.

Criticità derivanti dalle continue modifiche al patto di stabilità degli enti locali

Il fatto che negli ultimi anni sia stato continuamente modificato il sistema di controllo del patto di stabilità degli enti locali comporta alcune conseguenze negative. Innanzitutto, ciò rende più incerta la possibilità di programmare le azioni, con il rischio che tutte le energie siano sprecate nella ricerca dell'equilibrio formale a discapito dei problemi sostanziali degli enti. In questo modo si fornisce un alibi alla dirigenza per non individuare le criticità strutturali dell'ente nel medio periodo, ed alla politica per non trovare soluzioni adeguate per affrontarle.

“PA un anno dopo: facciamo il punto”

In apertura dei lavori della 20a edizione di Forum PA. Andrea Pamparana intervista il Ministro Renato Brunetta su ciò che è stato fatto in un anno di lavoro e sugli scenari che si aprono alla vigilia dell’approvazione dei decreti delegati che stabiliscono l’impianto della riforma.