Cerca: Riforma PA, Efficienza, gestione risorse umane

Risultati 31 - 40 di 70

Risultati

L'alto valore della direttiva per le donne

Caterina Cittadino sottolinea l’importanza e l’alto valore della direttiva per le carriere femminili nella PA che, non aggiungendo altre norme a quelle già presenti, non fa altro che mettere in evidenza le leggi già vigenti. Ciò che la direttiva tende a fare è educare gli amministratori a rispettare e mettere in pratica le norme. Alcune riflessioni vengono fatte sul tema delle donne, il lavoro pubblico e le riforme dell’impiego con un occhio attento al precariato e al rapporto delle donne con la scienza e le tecnologie.

La presenza femminile nelle amministrazioni pubbliche

Beatrice Magnolfi presenta la Direttiva per le carriere femminili nella PA soffermandosi su alcuni dati che confermano un’alta percentuale (54%) di donne presenti nella Pubblica Amministrazione; tuttavia per ruoli dirigenziali e apicali i numeri sono ancora bassi. Nonostante le donne che lavorano nella PA siano tutelate dal punto di vista normativo, questo non giustifica il basso numero di presenze; purtroppo in molti casi le leggi non vengono rispettate.

Leggi tutto

Verso una nuova cultura amministrativa

Giuseppe Cacopardi espone gli intenti dell’attuale Ministero per le Politiche Agricole, alimentari e forestali, ovvero: assorbire l’industria alimentare, spiegare ai giovani quanto possa essere interessante il mestiere dell’imprenditore agricolo - basato sull’innovazione del processo, sull’attenzione alla sicurezza e al marketing - e far diventare l’agricoltura uno strumento di cooperazione tra l’Italia, i Paesi del Mediterraneo e quelli del Terzo Mondo.

Leggi tutto

Il capitale umano risorsa strategica. Il caso MIPAAF

Nel capitolo da lui curato, all’interno del volume del Mipaaf, Luciano Gambardella si sofferma sull’importanza del capitale umano nella PA. E’ un concetto fondamentale per far si che nelle organizzazioni si realizzi l’empowerment, ovvero l’insieme dei principi e degli strumenti – come formazione e miglioramento delle condizioni di lavoro - finalizzati a "potenziare" il ruolo del dipendente nell’organizzazione stessa. Al datore di lavoro, sia pubblico sia privato, risulta “conveniente” incrementare il benessere del dipendente, ai fini di una migliore produttività.

Le Donne in uno scenario nuovo della PA. La Direttiva per le carriere femminili nella PA

Maria Giulia Catemario presenta la direttiva per le carriere femminili nella PA da un punto di vista più tecnico soffermandosi sul motivo che ha portato alla redazione di questa direttiva (attuazione delle norme vigenti, maggiore presenza delle donne in posizioni apicali, fornire linee guida alle amministrazioni ecc…).

Leggi tutto

La gestione del Rischio nell'Agenzia del Territorio

Francesco Fiumanò illustra la struttura di auditing e le attività dell’Agenzia del Territorio.Leggi tutto

Governare efficacemente ed efficientemente i cambiamenti in corso nella PA.Nuovi strumenti di governance per la riorganizzazione delle Amministrazioni Pubbliche a partire dalle risorse umane

Betto focalizza l’attenzione sul concetto di cambiamento e su quello che è il posizionamento che oggi i fornitori di business intelligence, si trovano ad affrontare in base alle richieste della clientela. E’ necessario oggi cercare di anticipare e prevenire in modo preventivo i cambiamenti, capendo e gestendo le informazioni, e cercare di proiettare i dati ottenuti nel futuro per prevenire e gestire gli impatti di questi cambiamenti.

Leggi tutto

Una direttiva per la PA con obiettivi da proiettare nel mondo del privato

Paola Mascaro presenta il punto di vista del mondo privato. Secondo il suo parere il ruolo della Pubblica Amministrazione deve essere più ampio e dovrebbe tendere uno sguardo anche al settore privato. In realtà esistono molte analogie tra pubblico e privato e alcuni punti affrontati dalla Senatrice Magnolfi nel suo intervento trovano largo consenso anche nel settore privato tenendo tuttavia in considerazione gli aspetti specifici dei due settori: valorizzazione delle differenze e innovazione.

Leggi tutto

La pubblica amministrazione deve mettere al centro i bisogni dell’utente

Gabriele Sannino racconta il passaggio al digitale nelle procedure di gestione del personale operato dall’azienda Essediesse per conto di una provincia italiana. Nella sua esperienza ha registrato una profonda disomogeneità delle procedure tra le province di una stessa regione e in un caso anche all’interno della stessa provincia. Per questo motivo ritiene bisogna chiedere alla pubblica amministrazione maggiore unitarietà in funzione dei bisogni dell’utente finale e non di una logica autoreferenziale.

Le donne e la carriera diplomatica. Piccoli passi per grandi successi

Emanuela D’Alessandro racconta l’evoluzione della carriera diplomatica dal punto di vista femminile. Circa 40 anni fa ci fu la prima donna ambasciatrice; nel 2005 hanno ricevuto l’incarico due diplomatiche. L’abisso tra uomini e donne è enorme e nonostante all’interno del MAE si registri un 46% di presenza femminili, la percentuale scende vertiginosamente al 14% per le donne in carriera diplomatica e al 34% per la carriera direttiva-amministrativa. Rispetto al passato si sono fatti notevoli passi in avanti.

Leggi tutto