Cerca: Riforma PA, Efficienza, gestione risorse umane

Risultati 51 - 60 di 70

Risultati

Presentazione della Rete RIPAM

Rosario Maiorano sostiene che il progetto Ripam di formazione del personale ha contribuito a far recuperare alla pubblica amministrazione efficacia, economicità, efficienza ed etica. Egli ritiene che i processi formativi debbano saper trasferire il valore e l’orgoglio del servizio pubblico e che sia necessario recuperare un dialogo fra la classe burocratica e la classe politica. Aggiunge che la formazione deve investire “le tre a”: gli amministrativi; gli amministratori; gli amministrati.Leggi tutto

Formazione e relazioni sindacali: definizione degli obiettivi e dei fabbisogni formativi e attuazione dei programmi formativi. Il ruolo delle relazioni sindacali

La formazione è oggi al centro dell’attenzione e investimento principale in sede alle Pubbliche amministrazioni. Ciononostante è ancora lungo il percorso per ottenere una definizione degli obiettivi e dei fabbisogni formativi. Secondo Del Bufalo il raggiungimento di tali obiettivi è possibile per mezzo di una condivisione partecipata tra la PA e l’organizzazione sindacale degli obiettivi strategici e degli strumenti della formazione in modo tale da ottenere una partecipazione più attiva del personale ed eliminare il gap tra fabbisogno formativo e professionalità presenti.

La programmazione della formazione, premessa essenziale per una amministrazione che cambia

Una delle problematiche principali in materia di formazione nell’ambito delle pubbliche amministrazioni è quello della programmazione delle attività formative.Leggi tutto

L'offerta formativa e la domanda emergente delle Amministrazioni. Il ruolo della SSEF

In buona parte la formazione della Pubblica Amministrazione è autoreferenziata perché costruita per i bisogni interni dell’amministrazione. Dall’indagine ISTAT svolta nel 2004 è, infatti, emerso che la conoscenza delle materie a più alto contenuto tecnico è molto bassa nella formazione svolta nelle pubbliche amministrazioni. Ne emerge quindi una debolezza delle tecnostrutture di base dell’amministrazione, legata essenzialmente al problema della difficoltà di osservabilità e di valutazione dei risultati oggi esistente nel sistema italiano.

Piani di formazione: un confronto tra pubblico e privato

Mancini, consigliere del consorzio Mipa pone attenzione sul ruolo e sul livello che la formazione svolge oggi nelle pubbliche Amministrazioni.Leggi tutto

Prospettive sulle politiche della formazione e ruolo della nuova Agenzia di formazione per la Pubblica Amministrazione

L’intervento di Naddeo è teso a denunciare come la formazione, nell’ambito della Pubblica Amministrazione italiana, sia oggi concepita ancora come strumento per conseguire avanzamenti di carriera, mentre invece la stessa dovrebbe esser vista quale mezzo produttivo atto a migliorare la programmazione. Si pone infatti l’esigenza che la formazione nasca dalle esigenze della amministrazione stessa; perché ciò sia possibile si rende necessario cambiarne la logica. Leggi tutto

La valorizzazione delle differenze di genere nello sviluppo del personale

I focus dell’esperienza della Provincia di Genova richiamano alcune variabili che emergono dall’indagine sul benessere organizzativo, quali la rilevanza all’appartenenza di genere per elevare il livello di benessere, il rispetto delle diversità e l’esigenza di trasparenza ed equità nei sistemi di valutazione.

Leggi tutto

Presentazione della Giornata degli Innovatori

Il tema affrontato in questa Settima Giornata degli Innovatori verte sul rapporto degli individui con le organizzazioni, partendo dal presupposto che, se all’interno delle organizzazioni le metodologie ed i procedimenti sono pressocché simili dovunque, il fattore umano varia enormemente. Si avverte la necessità, da parte delle amministrazioni, di puntare ed investire non solo sulla soddisfazione degli utenti, ma soprattutto sulla soddisfazione di chi opera all’interno delle organizzazioni per un lavoro più efficiente ed efficace.Leggi tutto

La valorizzazione delle differenze di genere nello sviluppo del personale

Il sistema di valutazione elaborato dalla Provincia di Genova 6 anni fa, riflette una cultura che, al tempo, prevedeva un’organizzazione verticale, con una scarsa comunicazione tra le strutture dell’ente. Anche se sono stati attivati dei progetti volti a favorire una maggiore interazione tra le diverse aree, oggi il sistema della valutazione è un problema che persiste e che, di conseguenza, deve essere ripensato, in quanto la valutazione premia gli aspetti di individualità e non valuta quello che viene fatto trasversalmente.Leggi tutto

Certificazione European Computer Driving Licence Geographic Information Systems

Salvemini illustra il processo di certificazione degli skills e delle caratteristiche che una persona deve avere per l’utilizzo dei GIS. Il processo, durato circa 2 anni e mezzo, ha ottenuto ottimi risultati, ricevendo l’endorsement, dalla fondazione internazionale, come patente valida in tutto il mondo. L’ECDL-GIS è stata realizzata con l’obiettivo di incentivare le competenze nella PA relative all’utilizzo dei sistemi informativi territoriali.Leggi tutto