Cerca: Riforma PA, Efficienza, riforma pa

Risultati 31 - 40 di 67

Risultati

I sei obiettivi del Ministro Madia

Il Ministro della PA e della semplificazione ha presentato ieri le sue linee programmatiche alla Camera: in cinque pagine sono racchiusi sei obiettivi programmatici precisi che spaziano dal personale pubblico alla trasparenza, dalla dirigenza alla semplificazione, dalla revisione della spesa alle pari opportunità. Nel rimandarvi al documento originale, abbastanza breve e scritto in italiano e non in politichese, provo a mettere in evidenza alcuni passaggi chiave e a proporvi un primo commento. Un ‘impressione “over all”: per essere innovativi essere giovani non basta… ma aiuta! Non concordo infatti con chi ha commentato che “sono sempre le solite cose”, vedo molte cose nuove. La sfida sarà portarle a casa.

Leggi tutto

Auto blu: in 14 mesi -20.4 nella PA centrale, -10% della PA locale

Le auto blu nella Pubblica Amministrazione sono diminuite complessivamente del 12.9% nel periodo compreso tra gennaio 2013 e marzo 2014 (circa 14 mesi). Sono i dati che emergono dal censimento permanente delle auto di servizio della PA, realizzato da Formez PA su incarico del Dipartimento della Funzione Pubblica.

Leggi tutto

Il metro politico, il decimetro dell’azione e il centimetro del cambiamento

Il Ministro della Pubblica amministrazione ha dichiarato che è necessario mettere in cantiere la riforma della pubblica amministrazione. Proposito meritorio e condivisibile, sul quale può essere utile fare qualche considerazione. Anche perché quasi mai le riforme legislative hanno prodotto automaticamente cambiamenti significativi.

Leggi tutto

Ora abbiamo una vera Spending Review, è tempo di fare delle scelte

Venerdì scorso il Commissario straordinario per la Revisione della Spesa Carlo Cottarelli ha presentato al Consiglio dei Ministri il suo piano di proposte per una revisione della spesa pubblica 2014- 2016. Si tratta del primo documento concreto ed organico di spending review dopo i tentativi maldestri del 2007 e del 2009 e dopo il “rapporto giarda”, che però non si è mai concretizzato in un programma di azioni strutturato. Delle cifre si è parlato già tanto e ormai le dovremmo conoscere tutti bene: 7 miliardi nel 2014 (5 se si riuscirà a partire a maggio) e 34 sul triennio 2014-2016. Per questo più che scendere nel dettaglio dei singoli provvedimenti e riportare le tabelle, per altro molto chiare e leggibili, abbiamo provato a fare un’analisi più ampia e a concentrarci sul perché questo documento è così importante per il sistema italiano, e in particolare per il settore pubblico.

Leggi tutto

La sciarada amministrativa: la "ri/forma/zione"

"Formare per riformare", nonostante sia divenuto un modo di dire dal facile abuso, è ancora l'unico modo per cambiare dall'interno il sistema pubblico. La riforma della PA, infatti, deve far leva su una migliore qualità professionale e su una diversa attrezzatura di saperi dei pubblici dipendenti. Come spiega il prof. Stefano Sepe in questo interessante contributo che vi proponiamo.

Leggi tutto

Il presidente di Formez PA Flamment: "Bene misure su auto blu, ora agire su pensioni d'oro"

Il presidente di Formez PA Carlo Flamment, valuta con favore le misure discusse in Consiglio dei Ministri il 12 marzo perché, dichiara: “Intervengono in modo puntuale su molti punti della spending review, chiudendo il cerchio su alcune anomalie del Paese. Per quanto concerne le auto blu, che il Formez monitora giornalmente, va rilevato che il calo delle auto con autista prosegue, ma non in modo omogeneo tra tutte le amministrazioni”.

Leggi tutto

Buone pratiche di spending review: partita la rilevazione rivolta alle PA del Mezzogiorno

Raccogliere e condividere online le esperienze di spending review attivate dalle Pubbliche Amministrazioni italiane.

Leggi tutto

Cominciare da un ricambio dei vertici?

Nelle vicende di questi giorni, il proposito del Governo di mettere mano alla riforma del sistema pubblico - a dire del premier Renzi, “la madre di tutte le riforme” – non può che far piacere. Finalmente, si potrebbe dire. Se non l’avessimo detto già tante volte, illudendoci altrettante volte che fosse quella buona.

Leggi tutto

Renzi e la riforma della PA

Ho ascoltato con soddisfazione il Presidente Renzi parlare dell’efficienza della PA come della riforma “madre” di tutte le riforme. Ed in effetti l’efficienza della macchina pubblica è un prerequisito fondamentale per l’attuazione di qualsiasi policy. E’ senz’altro un bene quindi che il tema della “buona amministrazione” torni, dopo qualche anno, ad essere al centro della politica più alta. Devo confessare però che sono rimasto un po’ perplesso quando ho sentito dire che “ad aprile riformeremo la PA”. In un mese, se sono veloce, posso scrivere un saggio, arredare una casa, fare un viaggio, cominciare una bella relazione d’amore; non posso riformare l’amministrazione neanche se voglio, perché questo lavoro è un processo, non un evento. Posso, è vero, mettere in campo (Dio ce ne scampi) un’ennesima legge delega, ma temo che una legge non si sia rivelata in questi ultimi vent’anni lo strumento adeguato per cambiare le cose davvero. Che fare allora per dare un segnale forte che “si cambia verso” come recita lo slogan vincente di Matteo Renzi, che io giudico non una minaccia, ma una grande opportunità?

Leggi tutto

Un "Manifesto" per una nuova Pubblica Amministrazione

Rispondendo idealmente al mio lamento sulla "necrofilia amministrativa", Enrico Conte, dirigente del Comune di Trieste, ci manda un ideale "Manifesto" per una vera riforma della PA che non posso che condividere. Al di là dei temi della valutazione, della comunicazione, della mobilità e gestione delle risorse umane da noi spesso trattati, mi pare che questo contributo sia particolarmente interessante per l'apertura "oltre il palazzo" che coinvolge il mondo delle imprese e quello della cittadinanza attiva. Il dibattito continua. Aspettiamo altri contributi. - Carlo Mochi Sismondi

Leggi tutto