Cerca: Riforma PA, Efficienza, banche dati

Risultati 11 - 20 di 20

Risultati

Sistemi informativi e decentramento fiscale: un’applicazione di simulazione per i Comuni

Viene presentata un’applicazione di simulazione realizzata da Sogei che si inserisce nell’ambito decisionale dei Comuni, che ogni anno devono deliberare l’aliquota IRPEF. Questo strumento si basa su dati forniti annualmente dall’Agenzia delle Entrate a tutti i Comuni italiani attraverso un canale telematico apposito. Grazie a questa applicazione, l’ente può simulare gli effetti che si producono sulle variabili essenziali delle addizionali comunali: il gettito, l’aliquota e la soglia di esenzione.

Leggi tutto

Sistemi informativi e decentramento fiscale: SAPERE, applicazione di Sogei a supporto delle Regioni

Nell’ambito della tavola rotonda dedicata ai sistemi informativi messi a disposizione da Sogei per il decentramento fiscale, viene presentato SAPERE (Statistiche Analisi e Previsioni Entrate REgionali), un’applicazione web che consente la navigazione interattiva all’interno di basi dati statistiche. Uno strumento specificamente orientato alle Regioni, con l’obiettivo di consentire la conoscenza del tessuto economico e permettere di esercitare al meglio l’autonomia impositiva. Le fonti di dati sono le dichiarazioni dei redditi, ma non solo.

Leggi tutto

Nuovi modelli organizzativi efficaci, efficienti e sicuri

Claudio Manganelli sottolinea come i dati relativi ai cittadini e alle imprese presenti negli archivi elettronici delle Pubbliche Amministrazioni siano un patrimonio prezioso per attivare politiche di buon governo. Per realizzarle necessitano però cultura di impresa e meritocrazia. Parallelamente – continua Manganelli – si deve procedere a modellare le strutture dal punto di vista organizzativo con un’attenzione particolare alla questione della sicurezza informatica, per le cui politiche deve essere istituito un organismo che funga da centro decisionale.

Presentazione del Progetto SNSTMP

Migliorini presenta il Progetto SNSTMP e ne evidenzia i pregi, derivanti soprattutto dalla innovatività della informatizzazione in tale settore operativo e dalla realizzazione di banche dati che consentono agli operatori di poter valutare i rischi connessi al trasporto di merci pericolose sulla rete viaria in tempo reale. Auspica infine, che il progetto possa in futuro essere implementato, sia mediante un interfacciarsi con analoghi progetti, sia mediante una sensibilizzazione a tale problematica, al fine di esportare l’utilizzo del sistema in altre regioni o addirittura a livello nazionale.

Strategie prevenzionistiche e nuove tecnologie

La partnership di ENI nel progetto SNSTMP si inserisce con l’obiettivo di creare una rete di informazioni relativa ai veicoli che trasportano merce pericolosa, e condivisa dai vari operatori del settore al fine di poter ottimizzare la qualità dei servizi sotto il profilo tecnologico, e di poter provvedere in tempo reale alla gestione delle criticità ambientali che si possono presentare sulla rete viaria.Leggi tutto

L’Istat e il progetto per il censimento degli archivi amministrativi delle Province

Ennio Fortunato descrive i cambiamenti intervenuti nel campo della statistica in seguito ai modifiche degli assetti istituzionali. Evidenzia il ruolo strategico degli archivi amministrativi della pubblica amministrazione per scopi statistici. Definisce gli step organizzativi seguiti per realizzare il censimento. Passa poi a descrivere gli scenari entro cui questo progetto si muove. Sottolinea l’importanza del materiale raccolto e della possibilità di confrontare i dati per provincia per razionalizzare le spese dell’amministrazione.

L’importanza della statistica per la pianificazione e il controllo dell’attività amministrativa

Fulvio Della Vedova sottolinea l’importanza della statistica per la pianificazione e il controllo dell’attività amministrativa. Descrive gli elementi che caratterizzano la raccolta di dati statistici e la relativa metodologia adottata nel Friuli Venezia Giulia. Parla del Coordinamento degli Uffici di Statistica delle Province Italiane (CUSPI).

Elementi necessari per una buona misurazione

Al fine di ottenere una buona base per la misurazione c’è bisogno di due elementi: una buona organizzazione e un buon sistema di raccolta dei dati. Mettendo insieme questi elementi si possono costruire indicatori significativi per realizzare misure che siano valide ed affidabili.Leggi tutto

Soluzioni di cruscotto informativo per servizi in outsourcing

Silvio Galazzo presenta l’attività e le soluzioni del cruscotto informativo per l’outsourcing ed in particolare il progetto Ref-Monitor dell’azienda IN & IN per la ULSS di Asolo e Centostazioni. La mission dell’azienda è di offrire un servizio di consulenza, di controllo e monitoraggio di tutti quei processi collegati al patrimonio immobiliare (adempimenti contrattuali, prestazioni ecc…).

Ruolo e competenze del Responsabile della conservazione

Il mutamento, in materia di documentazione digitale, del rapporto cittadino-PA, ha evidenziato la centralità dell’accesso alla documentazione e pertanto del ruolo primario svolto dagli archivi e del responsabile della conservazione. In mancanza, allo stato attuale, di norme e regolamenti che istituiscono questa figura, Massella definisce le attività, le competenze e le conoscenze che il Responsabile della conservazione deve avere, nonché le responsabilità che deve assumersi, per garantire la formazione, la conservazione e la fruizione di archivi digitali.