Cerca: Riforma PA, Efficienza, innovazione

10 risultati

Risultati

Partnership pubblico-privato nell'innovazione per la PA

Il video del keynote è disponibile su innovatv.it a questo link

La valorizzazione delle competenze nella PA

Il video del keynote è disponibile su innovatv.it a questo link.

La PA vista da chi la dirige

Gaetano Scognamiglio illustra le anticipazioni del quinto rapporto su “La P.A. vista da chi la dirige”, che esprime il sentiment dei dirigenti PA sullo stato di attuazione della riforma. Il rapporto è promosso dal Ministero per la pubblica amministrazione e curato da Promo P.A. Fondazione. Il sondaggio è stato condotto con una tecnica assimilabile alla cosiddetta "indagine postale", su un numero di dirigenti pubblici il più ampio possibile, escludendo Asl e corpi militari.

Leggi tutto

"PA in Cammino" al FORUM PA: concluso il viaggio alla scoperta dell’innovazione

Si è conclusa oggi la prima edizione di PA in Cammino, il progetto ideato e promosso da Fondazione Milano®, in collaborazione con FORUM PA, nato per valorizzare le eccellenze in tema di innovazione tra le pubbliche amministrazioni locali. In collaborazione con gli sponsor FASTWEB, Fujitsu, Italtel e Microsoft,PA in Cammino ha raccontato la lenta ma continua trasformazione della pubblica amministrazione, rappresentandola metaforicamente attraverso un viaggio a piedi lungo la penisola. Oggi, nella giornata inaugurale del FORUM PA 2011, i risultati del progetto sono stati discussi durante il convegno “PA in Cammino: viaggio nella pubblica amministrazione che innova”.

Leggi tutto

L'esperienza di "PA in cammino": fare rete per accellerare l'innovazione

 

Leggi tutto

"Digitalizzazione e PA. Il punto di vista dei cittadini": risultati dell'indagine nazionale condotta in esclusiva da Lorien Consulting

 

Leggi tutto

Pungoli per la PA in cammino

 

Wired Italia ha creduto fortemente nella scommessa dell’iniziativa “La PA in cammino”.

Riccardo Luna modera l’incontro di conclusione dell’iniziativa ponendo ai diversi interlocutori domande tese a sviluppare un discorso comune sull’innovazione pubblica.

Le priorità per uno sviluppo organico della PA digitale

 Pileri riconosce come la connettività e la banda larga – ora che in Italia si è arrivati ad una copertura del 93% - non rappresentino più i problemi principali in agenda. Esistono invece a suo avviso tre priorità infrastrutturali da affrontare, che necessitano per la loro attuazione di una profonda svolta culturale: lo sviluppo esteso della comunicazione digitale sia all’interno delle PPAA che verso i cittadini e le imprese, la condivisione dei dati e lo sviluppo dell’interoperabilità, la virtualizzazione dei server e lo sviluppo del Cloud.

Green Computing e tecnologie Cloud per migliorare l’efficienza e ridurre i costi della PA

Maggiori investimenti nella tecnologia della PPAA portano incrementi nella semplificazione dei processi e maggiore flessibilità nella gestione delle dinamiche organizzative. Investire in IC significa riduzione della burocrazia e un passo in avanti per la competitività del Sistema Paese. In Italia ci sono circa mille CED, che costano circa 450 milioni di euro; l’unico modo per migliorare – secondo Fujitsu - è procedere ad una sempre più estesa virtualizzazione sia dei sistemi centrali che dei sistemi periferici    

La necessità di fare rete nei processi amministrativi

 

Secondo Onofrio Pecorella quello che manca alla Pubblica Amministrazione italiana è la capacità di coordinamento nell’offerta di servizi al cittadino. I cittadini – continua – devono poter interagire con la PA attraverso un unico punto di accesso, possibilmente con un suo corrispettivo on line. Solo in questo modo la PA potrà coordinare i propri interventi e rispondere alle richieste in maniera efficace e veloce.