Cerca: Riforma PA, Efficienza, codice degli appalti

Risultati 1 - 10 di 14

Risultati

Nuovo Codice degli Appalti: una nuova stagione per il mercato dei servizi di Facility ed Energy Management

Il nuovo Codice dei Contratti Pubblici ha visto finalmente la luce, con perfetto tempismo rispetto al termine di recepimento delle nuove Direttive Europee: il Decreto Legislativo n. 50/2016 di riordino complessivo della materia dei contratti pubblici è stato infatti publicato nella GU n.

Leggi tutto

Nuovo Codice Appalti e concessioni: luci e ombre per il mercato dei servizi

Una prima analisi del testo del nuovo Codice appalti e concessioni, che il 3 marzo scorso ha avuto un primo via libera da parte del Consiglio dei Ministri e che ora è in attesa della verifica delle competenti Commissioni di Camera e Senato, rivela ancora alcuni aspetti critici per quanto riguarda il settore degli appalti di servizi per i patrimoni immobiliari e urbani pubblici.

Leggi tutto

Nuovo Codice Appalti e concessioni, via libera del Governo: stop al massimo ribasso

Semplificazione, snellimento e riduzione delle norme; qualità di progetti, stazioni appaltanti e operatori; dematerializzazione, trasparenza e lotta alla corruzione. Ecco le parole chiave del nuovo Codice degli appalti e delle concessioni, che ieri 3 marzo ha avuto un primo via libera da parte del Governo e che ora è in attesa della verifica delle competenti Commissioni di Camera e Senato. Il Consiglio dei Ministri - come previsto dalla legge delega del 28 gennaio 2016, n.

Leggi tutto

#ibuoniappalti: ri-qualificare il mercato dei servizi di FM

Un articolo di Dumbia Enrico estratto dalla Rivista "FMI - Facility Management".

Leggi tutto

#ibuoniappalti, il 29 aprile il Convegno sul Nuovo Codice degli Appalti

Le Associazioni imprenditoriali AFIDAMP, ASSISTAL, CONFCOOPERATIVE - FEDERLAVORO E SERVIZI, FNIP, FISE ANIP, LEGACOOP SERVIZI, con il supporto tecnico e scientifico di Patrimoni PA net, il laboratorio TEROTEC & FORUM PA, promuovono la Conferenza "Servizi per i Patrimoni Pubblici e nuovo Codice degli Appalti. Sostenere l’economia del Paese, ridurre la spesa pubblica, difendere l’occupazione, nel segno della legalità degli appalti".

Leggi tutto

#ibuoniappalti, trasparenza e legalità: l'eco sulla stampa

Nove proposte concrete per migliorare il sistema normativo e restituire trasparenza, legalità, qualità del servizio reso e rispetto dei lavoratori al settore degli appalti pubblici, accogliendo così l’invito a contribuire alla definizione della normativa rivolto dal Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone, alle stesse imprese che operano nel settore degli appalti pubblici.

Leggi tutto

L'anno zero delle Direttive europee per i contratti pubblici

Un articolo di Conio Paola e Leone Luca estratto dalla Rivista "FMI - Facility Management".

Leggi tutto

Il ruolo del tecnico dell'ente locale nell'iter realizzativo delle opere pubbliche

UNITEL ha come obiettivi statutari la valorizzazione professionale dei tecnici degli enti locali ed il miglioramento dei servizi alla collettività reso dagli uffici tecnici delle amministrazioni. Bernardino Primiani dopo aver presentato l'associazione, apre il convegno approfondendo il ruolo del tecnico nell'iter realizzativo delle opere pubbliche anche alla luce delle recenti novità normative, che, purtroppo. riducendo gli incentivi ed i meccanismi di premialità, ne sviliscono professionalità e compiti.

Come cambia il profilo dei tecnici della PA alla luce del nuovo codice degli appalti

Per Giuseppe Chinè ad oggi non esiste una disciplina sedimentata nel settore degli appalti pubblici e questo rapppresenta una enorme difficoltà per i tecnici della pubblica amministrazione che nel nuovo codice degli appalti assumono un nuovo ruolo e maggiori responsabilità. Tale complessità esige che i tecnici cambino volto, aggiornando la loro professionalità ed acquisendo competenze inerenti al diritto ed alla giurisprudenza. Naturalmente in questo contesto non possono mancare meccanismi premiali ed incentivi alla formazione continua.

I livelli della progettazione definiti dal nuovo codice degli appalti

Nei procedimenti di realizzazione di opere pubbliche gli errori progettuali rappresentano le cause maggiori di contenzioso tra pubbliche amministrazioni committenti ed imprese. Nel nuovo codice degli appalti sono elencati in maniera ben precisa i compiti che il tecnico progettista è chiamato ad assolvere e sono indicati con estremo dettaglio le componenti necessarie del progetto. Il testo, inoltre, introduce la novità dei tre livelli di progettazione:dalla fase preliminare alla progettazione esecutiva, sino al controllo sulla realizzazione dell'opera.