Cerca: Riforma PA, Qualità della vita, pubblico impiego

4 risultati

Risultati

Quali sono i valori nella PA italiana? Un questionario on line per dire la tua

La ESADE Business School di Barcellona sta realizzando un’indagine rivolta ai dipendenti pubblici di 30 nazioni di tutto il mondo, con l’obiettivo di definire quali sono i “valori” dominanti nel settore pubblico.

L’introduzione al questionario spiega che “i valori non sono solo parole. I valori guidano e indirizzano il nostro comportamento e condizionano le nostre esperienze quotidiane. Rappresentano la nostra idea di come dovremmo comportarci rispetto agli altri”.

Leggi tutto

E se i fannulloni fossero persone sotto stress lavoro-correlato? La circolare del Ministero del Lavoro

Le risorse umane sono al centro. Dell’innovazione, del cambiamento organizzativo, dell’intero processo di riforma della PA. Così dicono, ultimamente un po’ tutti. Dai guru dell’economia a quelli del management pubblico. I tecnici e gli appassionati della materia concordano. Si tratta di un “trend da conferenza” o qualcosa succede negli uffici? Mentre sul tasso di “retorica frizionale” stendiamo un velo (pietoso), segnaliamo che dal 31 dicembre, di fatto, parte l'obbligo di valutazione dello stress lavoro-correlato per tutti i datori di lavoro pubblici e privati. Nei giorni scorsi il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali ha diffuso una Circolare per entrare nel metodo. Leggendola, scopriamo che qualcosa, negli uffici pubblici, potrebbe accadere.

Leggi tutto

Legge 104 e dintorni. Cosa cambia con l’approvazione definitiva del “Collegato lavoro”

La scorsa settimana la Camera dei deputati ha approvato in via definitiva il disegno di legge n. 1441 quater-f in materia di lavoro pubblico e privato (collegato alla manovra di finanza pubblica per gli anni 2009-2013). Tra le principali novità, la modifica della normativa su “Permessi, congedi e assistenza a familiari con handicap”, fino ad oggi principalmente regolata dalla controversa legge 104/1992. Cosa cambia?

Leggi tutto

Corte di Giustizia: statali e età pensionabile, non più discriminazione tra uomini e donne

La Corte di Giustizia Europea il 13 Novembre scorso ha deciso, con una sentenza, la messa in mora dell'Italia per la differenza oggi esistente nell'età di pensionamento di vecchiaia tra uomini e donne all'interno della gestione pensionistica dell'INPDAP: 65 anni i primi, 60 le seconde.

Leggi tutto