Cerca: Riforma PA, pubblico impiego

Risultati 51 - 60 di 119

Risultati

La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra: l'esperienza della Scuola Superiore dell'Amministrazione dell'Interno

La relazione di Giulio Cazzella riporta l’esperienza della Scuola Superiore dell'Amministrazione dell'Interno (SSAI), scuola non solo per dirigenti ma anche per quadri intermedi, a seguito del forte ridimensionamento della spesa per la formazione dei pubblici dipendenti disposto dal decreto legge n. 78/2010 (non oltre il 50 % della spesa sostenuta nell’anno 2009).

Leggi tutto

La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra

Leonello Tronti introduce il convegno su “La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra” lanciando lo spunto centrale di riflessione: la necessità di contemperare due spinte, da una parte la spinta al cambiamento imposta alla riforma, che richiede formazione e sviluppo di nuove competenze, dall’altra la spinta al contenimento dei costi, che si è esercitata in modo drastico con l’articolo 6 comma 13 del d.l. 78/2010 (manovra economica) che ha disposto un taglio del 50% rispetto al 2009 delle spese per la formazione dei dipendenti pubblici.

Leggi tutto

Identità e ruolo storico dei pubblici dipendenti

 Stefano Sepe sottolinea la stretta connessione esistente tra la storia della Pubblica Amministrazione italiana e la storia del Paese. I funzionari pubblici – dice Sepe – hanno avuto la capacità di interpretate le esigenze del Paese rappresentandone in alcune fasi storiche la vera spina dorsale. Ora è ancora più importante il loro ruolo nel passaggio dal “nastro rosso” che chiudeva i faldoni al “filo rosso” dell’innovazione.

La memoria amministrativa “in Archivio”

 Agostino Attanasio sottolinea l’importanza particolare rivestita dall’Archivio di Stato nel preservare sia l’oggettività storica dell’evoluzione amministrativa in Italia, sia quegli aspetti soggettivi che solo le ricostruzioni biografiche possono restituire.

Leggi tutto

L’orgoglio del funzionario pubblico

 Il Ministro Brunetta presenta il progetto editoriale "Servitori dello Stato - centocinquanta biografie" sottolineando come esso faccia parte di un percorso di ricostruzione della memoria amministrativa italiana. Il progetto si pone – nelle parole di Brunetta – come un primo momento di rivalutazione politica e morale del ruolo del servitore dello Stato, una figura che in Italia non è valutata come dovrebbe. Invertire questa tendenza - evidenziando le storie di valore - rappresenta il binario su cui correre in parallelo con la riduzione delle sacche di inefficienza.

Emiliano sindaco "sceriffo" e gli spazzini "wanted"

Si è rivelata senz’altro dirompente l’iniziativa del primo cittadino di Bari che ha recentemente “denunciato” attraverso facebook alcuni operatori ecologici (dis)impegnati nell’espletamento delle loro mansioni. Ma è proprio questo che ci si aspetta dall’uso delle nuove tecnologie da parte degli amministratori pubblici? Giova a qualcosa e a qualcuno sollecitare segnalazioni che sfiorano la delazione oppure è lecito piuttosto favorire lo sviluppo di supporti che possano rivelarsi funzionali alla migliore partecipazione attiva al governo delle nostre città?

Leggi tutto

Il d.lgs 150/2009 e il tormentone 25 - 50 - 25. Un paio di cose da chiarire

E’ giusto che il 25% del personale di una amministrazione sia a priori escluso dalla distribuzione degli incentivi? Ne abbiamo parlato con Leonello Tronti  - Direttore Ufficio per la formazione dei dipendenti pubblici, Dfp - Pcm - che ha chiarito: “NON è VERO che il 25% del personale di una amministrazione viene a priori escluso dalla distribuzione degli incentivi”. E allora, chiariamo un volta per tutte come funziona questo tormentone del "25-50-25" nel sistema di valutazione disegnato dal d. lgs 150/2009, riscoprendo quale è la ratio che lo sorregge.

Leggi tutto

Attenzione a timbrare fuori sede. Cassazione su mancata autorizzazione e reato di truffa

L’impiegato pubblico che, senza autorizzazione, timbra fuori sede per farsi pagare gli straordinari rischia una condanna per truffa.
Lo ha decretato ieri la Corte di Cassazione con la sentenza n. 38 del 4 gennaio 2011.

Leggi tutto

E se i fannulloni fossero persone sotto stress lavoro-correlato? La circolare del Ministero del Lavoro

Le risorse umane sono al centro. Dell’innovazione, del cambiamento organizzativo, dell’intero processo di riforma della PA. Così dicono, ultimamente un po’ tutti. Dai guru dell’economia a quelli del management pubblico. I tecnici e gli appassionati della materia concordano. Si tratta di un “trend da conferenza” o qualcosa succede negli uffici? Mentre sul tasso di “retorica frizionale” stendiamo un velo (pietoso), segnaliamo che dal 31 dicembre, di fatto, parte l'obbligo di valutazione dello stress lavoro-correlato per tutti i datori di lavoro pubblici e privati. Nei giorni scorsi il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali ha diffuso una Circolare per entrare nel metodo. Leggendola, scopriamo che qualcosa, negli uffici pubblici, potrebbe accadere.

Leggi tutto

Legge 104 e dintorni. Cosa cambia con l’approvazione definitiva del “Collegato lavoro”

La scorsa settimana la Camera dei deputati ha approvato in via definitiva il disegno di legge n. 1441 quater-f in materia di lavoro pubblico e privato (collegato alla manovra di finanza pubblica per gli anni 2009-2013). Tra le principali novità, la modifica della normativa su “Permessi, congedi e assistenza a familiari con handicap”, fino ad oggi principalmente regolata dalla controversa legge 104/1992. Cosa cambia?

Leggi tutto