Cerca: Riforma PA, efficienza

Risultati 1 - 10 di 18

Risultati

Gestione delle trasferte nella PA: servono efficacia e trasparenza. La ricerca presentata oggi a #FPA2015

Ottimizzare i processi e ridurre i costi è il compito che le Pubbliche Amministrazioni italiane oggi sono chiamate a svolgere mettendo in atto politiche di miglioramento degli investimenti a tutto campo, le quali devono anche essere in grado di preservare e garantire la qualità dei servizi pubblici erogati sia nei confronti dei cittadini, sia dei dipendenti. Il settore della gestione e del pagamento delle spese per viaggi e trasferte non fa eccezione. Oggi a FORUM PA 2015 è stata presentata la ricerca “Il Travel Management nella PA", sviluppata da AirPlus International Italia – multinazionale specializzata in soluzioni di pagamento e analisi delle spese di viaggio d’affari – in collaborazione con gli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano e FORUM PA.  

Leggi tutto

Controllo della spesa, la strada è in salita ma è già tracciata

Un efficace monitoraggio della spesa non è solo un gioco di pesi e misure ha bisogno, soprattutto, di affiancare alle rilevazioni contabili anche quelle volte a misurare i risultati dell’azione amministrativa. Lo abbiamo ribadito più volte e oggi lo ripetiamo aiutati dalla ricerca e dalle analisi condotte degli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano. Con Paolo Catti responsabile della Ricerca per l’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione proviamo a capire cosa c’è e cosa manca per un controllo della spesa pubblica che sia veramente efficace.

Leggi tutto

AGID, CNEL e Corte dei conti per la riduzione dei data center

In pochi mesi AGID, CNEL e Corte dei conti sono passate dal disegno alle fasi attuative di un progetto che si inquadra nel contesto di una  delle principali linee d’azione indicate dall’ Agenzia stessa: la drastica riduzione dei data center della PA e il conseguente innalzamento tecnico-qualitativo degli stessi.

Leggi tutto

130mila segnalazioni sulla spending review. Arriva il cronoprogramma

Martedì 29 maggio si chiude la consultazione pubblica sulla spending review. Più di 130.000 cittadini e associazioni hanno scritto al Governo segnalando inefficienze e sprechi e proponendo soluzioni per razionalizzare la spesa pubblica. Nel frattempo  nella mattinata di lunedì 28 maggio, si è riunito il Comitato interministeriale per la revisione della spesa. Oltre al Presidente del Consiglio Mario Monti, erano presenti il Ministro per il programma di Governo Piero Giarda, il Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione Filippo Patroni Griffi, il Viceministro dell’economia e delle finanze Vittorio Grilli e il Sottosegretario di Stato alla Presidenza Antonio Catricalà.

 

Leggi tutto
  • Cod. lab.30
  • 12/05/2011
  • 11:30 - 12:30
  • Padiglione 9
  • Stand 16A

Virtualizzazione del desktop nella PA per ottimizzare le infrastrutture IT riducendo i costi di esercizi.

  • Cod. lab.37
  • 10/05/2011
  • 14:30 - 15:30
  • Padiglione 9
  • Stand 16A

La protezione dei dati nell'era del Cloud Computing: dal Database, alle infrastrutture Ottimizzate ai Sistemi Mainframe

Quando l’efficienza è un boomerang

No, non voglio dire che l’efficienza della PA si rivolti contro chi l’ha richiesta a gran voce, questo no, ma diciamo che gli torna in mano, appunto come un boomerang e lo inchioda alle sue responsabilità, guardandolo negli occhi e interrogandolo sulla serietà delle sue intenzioni. Mi spiego meglio: una certa parte della politica, degli addetti ai lavori e dell’opinione pubblica ha urlato a gran voce per chiamare l’efficienza dell’amministrazione, ma forse nella speranza che non sarebbe mai arrivata. Quando qualcosa si muove eccoli a protestare e a scuotere la testa con Talleyrand, mormorando: “Surtout pas trop de zèle”! Prendo spunto da tre storielle: la Finanza a Cortina, i processi a Milano, i certificati a Roma.

Leggi tutto
  • Cod. lab.192
  • 09/05/2011
  • 10:00 - 12:00
  • Padiglione 8
  • Stand 2B - Piazza Tutela del Consumatore

La class action all'italiana: problemi e prospettive a 1 anno e mezzo dall'entrata in vigore dell'art. 140 bis del Codice del Consumo

a cura di Altroconsumo, Codici, Unione Nazionale Consumatori e Movimento Difesa del Cittadino

Ragionare sulla pubblica amministrazione nel tempo della crisi

Riceviamo un interessante contributo da parte di Pietro Barrera, direttore del centro didattico permanente Luigi Pianciani della Provincia di Roma. Si tratta di un corposo documento che riprende l’intervento tenuto il 14 settembre scorso ad un seminario organizzato dalla fondazione “Luoghi Comuni”. In particolare, dopo una dura analisi della situazione politica ed economica del Paese e del nostro sistema pubblico, in cui non mancano critiche al Governo, Barrera illustra la sua idea per una “rifondazione” della pubblica amministrazione, qualcosa di molto simile a quel “new deal” proposto da Carlo Mochi Sismondi nel suo editoriale di inizio settembre. Lasciando ai lettori la possibilità di scaricare il documento in formato integrale, riportiamo di seguito alcuni passaggi che ci sembrano particolarmente rilevanti. La PA non è assolutamente tutta da buttare, ma la crisi ci obbliga a ripensare fortemente alcune impostazioni chiamando le amministrazioni a ripensare il loro ruolo in termini di valore per la comunità e, soprattutto, di sostenibilità per il sistema.

Leggi tutto

Un new deal per progettare un nuovo ruolo del settore pubblico e una PA che funzioni meglio e costi meno

Ancora le cifre sono ballerine, ma si parla per il prossimo biennio di più di otto miliardi di tagli nelle spese dei Ministeri e di circa altrettanto per gli Enti locali e le Regioni. Forse alla fine qualche taglio sui tagli ci sarà, ma si tratta comunque di cifre enormi che vanno a gravare su bilanci già ridotti dalle precedenti manovre. Di fronte a questa debacle che fare? attendere passivamente che arrivi la falce tenendo il più possibile la testa bassa? provare a spuntare qualcosa a spese dei nostri vicini, come “polli di Renzo” tutti comunque destinati a una brutta fine? oppure provare a rilanciare, a prendere l’iniziativa, a immaginare un altro paradigma, un nuovo e diverso modo di intendere il settore pubblico, un new deal appunto, un “nuovo corso”, che si interroghi su quale modello di amministrazione pubblica serva ora al Paese e rifletta su un nuovo ruolo che il “government” può e deve avere nella società italiana per favorirne la ripresa e per contribuire a rimetterne in moto le energie vitali?

Leggi tutto