Cerca: PA digitale, Atti FORUM PA 2010

Risultati 11 - 20 di 175

Risultati

Microsoft e l’interoperabilità per un mondo connesso

Oggi l’interoperabilità del software, ovvero la capacità di diversi sistemi e servizi tecnologici di comunicare e scambiare informazioni tra loro e con altri sistemi secondo standard condivisi, è considerata una caratteristica di primaria importanza.

Leggi tutto

Lo sviluppo del Sistema Pubblico di Connettività

Elena Tabet introduce e coordina il convegno sull'interoperabilità, sulla cooperazione applicata e sul Sistema Pubblico di Connettività.

Il Sistema Pubblico di Connettività ha delineato negli anni l'importanza di associare ad un modello rigoroso dal punto di vista tecnologico e di standard, un percorso parallello di tipo organizzativo di crescita delle amministrazioni in termini di processi coinvolti nel sistema.

Non si parla più di sistema pubblico di connettività quanto piuttosto di "sistema  pubblico di cooperazione e connettività".

Leggi tutto

Il frutto della cooperazione: verso la condivisione del patrimonio informativo pubblico digitale

Le tecnologie della cooperazione sono state fino al 2010 la frontiera da raggiungere per consentire la collaborazione tra i processi di organizzazioni pubbliche diverse. Oggi, mentre si moltiplicano le opportunità di collaborazione tra amministrazioni, ed è pienamente operativa la piattaforma di cooperazione tra sistemi regionali, è tempo di iniziare a ragionare sul nuovo ciclo di innovazione pubblica che la cooperazione rende possibile.

Leggi tutto

Social Networking & Sentiment Analysis sul web. Il caso INPS

Guido Ceccarelli ripercorre il percorso intrapreso dall'INPS nella sperimetnazione di tecnologie e modelli 2.0. L'obiettivo, sottolinea, è quello di aumentare efficacia e efficienza all’interno dell'organizzazione, in prospettiva di un miglioramento dei servizi verso cittadini e imprese. In questo contesto, presenta il pProgetto INPSbook: la soluzione adottata dall'INPS per la condivisione e salvaguardia delle competenze interne, per la formazione uniforme verso tutti i dipendenti e per il miglioramento dei processi aziendali e del servizio all’utente.

L'esperienza delle Regioni nello sviluppo della piattaforma condivisa di cooperazione applicativa ed interoperabilità (ICAR) e la sua evoluzione nello scenario dei nuovi progetti interregionali

L'interoperabilità migliora l'efficacia e l'efficienza dei servizi e l'innovazione si realizza solo attraverso una cooperazione tra le amministrazioni.
Le Regioni credono nel Sistema Pubblico di Connettività e cooperazione definito come “l’insieme di infrastrutture tecnologiche e di regole tecniche per lo sviluppo, la condivisione, l’integrazione e la diffusione del patrimonio
informativo e dei dati della pubblica amministrazione,

Leggi tutto

Enterprise 2.0 e Social Networking: nuovi paradigmi di relazione fra le persone in azienda

“ Nella realtà, il 2.0 tende a far emergere le best practice intere all’azienda – la  social knowledge, ovvero le conoscenze che nascono dal basso”. Nel tracciare le caratteristiche e le opportunità dell’enterprise 2.0, Negroni rivela come nel social networking design non si creano relazioni ma si studiano quelle esistenti, per creare  strumenti che le facilitino  e le indirizzino verso un obiettivo.

Interoperabilità e cooperazione applicativa nella Regione Siciliana

La Regione Siciliana ha avviato azioni programmatiche mirate alla riduzione del "digital divide" e all'introduzione degli strumenti dell'ICT e dell'e-government nei rapporti del cittadino e delle imprese con la Pubblica Amministrazione.

I settori di intervento sono stati la banda larga, la sanità elettronica, i sistemi informativi territoriali e i servizi di e-government.

Questi ambiti di intervento hanno sentito la necessità di una struttura informatica di base che è stata realizzata nel corso degli anni 2006-2008: la Piattaforma Telematica Integrata regionale.

Leggi tutto

Gestione informatizzata del parco veicoli – adozione criteri GPP su forniture generali

Dagli anni 2004 svecchiamento e riduzione parco veicoli, passando da 119 a 109 di proprietà.

Le azioni e le sperimentazioni di compatibilità ambientale dei veicoli in uso, fino all’attuale composizione del 50% veicoli a basso impatto ambientale.  

Le modalità gestionali adottate: a) struttura tecnico-amministrativa “leggera”; b) adozione di  massiccio utilizzo software dedicato e di dematerializzazione nelle trasmissioni/ricezioni vs. fornitori e utenti.

Leggi tutto

Progetto di Integrazione e Sviluppo Tecnologico dei sistemi di controllo della mobilità nell’Area Vasta di Cagliari

La realizzazione del sistema ha permesso di coordinare e connettere tra loro tutti i sistemi di gestione e di controllo dei flussi veicolari di traffico, attraverso una sola rete cittadina.

Le nuove modalità di versamento del contributo per la partecipazione alle gare di appalto

Sul sito dell’Autorità sono disponibili le Istruzioni sul contributo per partecipare alle gare di appalto. Due le principali novità introdotte: il pagamento quadrimestrale a mezzo bollettino per le stazioni appaltanti e il versamento tramite Lottomatica Servizi per gli operatori economici.

Leggi tutto