Cerca: PA digitale, Atti FORUM PA 2010

Risultati 61 - 70 di 175

Risultati

I Social Networking nella PA

Caterina Policaro illustra cosa sono i Social Network, come si utilizzano e a cosa servono.

Utilizzare i Social Network nella PA ad ogni livello, vietarli o educare all'uso?

Intervento al "2° incontro nazionale di InnovatoriPA"

Salvatore Marras presenta il II Incontro nazionale di InnovatoriPA, la rete per l’innovazione nella Pubblica Amministrazione italiana.

Da Barcamp 2009 a Barcamp 2010

Attilio Romita analizza i risultati e gli obiettivi che si intende raggiungere per una PA innovativa, ricordando le leggi sulla semplificazione amministrativa che si sono susseguite da Bassanini ad oggi.

Evidenzia che sono state stabilite tante regole valide ma non ancora attuate: il diritto all'uso delle tecnologie, l'alfabetizzazione informatica, il valore probatorio del documento informatico.

Attilio Romita pensa ad una PA 2.0, sottolinea la necessità di applicare le leggi già esistenti e illustra alcune proposte per l'innovazione.

Il marketplace delle applicazioni per la PA

Gianluigi Cogo introduce il tavolo di lavoro sul Marketplace delle applicazioni per la PA

Il diritto...al cucchiaio

Moltissimi comportamenti dei cittadini e della PA sono disciplinati da leggi che non è facile reperire, conoscere e comprendere. Andrea Buti propone un prodotto "editoriale", come può essere ad esempio un breve articolo scritto da un professionista in un linguaggio non giuridico. Non più una consulenza per una persona bensì un microparere su un caso concreto che riguarda più persone, reperibile su piattaforma online a costi e tempi ovviamente inferiori.

Il progetto iSAC6+

Paolo Boscolo introduce il progetto al quale partecipa il Comune di Prato.

Il progetto iSAC6+ si occupa delle problematiche relative alla ricerca delle informazioni nei siti della PA, non solo ad opera dei cittadini ma anche degli stessi funzionari che devono rispondere ai cittadini.

Il progetto è finanziato nell'ambito del programma ICT-PSP e l'obiettivo è quello di utilizzare una piattaforma per realizzare un sistema di ricerca delle informazioni a linguaggio naturale, in grado di capire la richiesta degli utenti, migliorando l'accessibilità delle informazioni.

Leggi tutto

Una griglia per i testi web della PA

Giacomo Mason presenta un progetto di monitoraggio dei testi web della PA.

L'idea è di creare una griglia di parametri, definire un campione di siti, valutarli secondo la griglia, individuare le best practies e creare linee guida per i testi partendo dai fondamentali.

L'obiettivo è disporre di un rating dei siti, un buon campionario di casi buoni o cattivi (più che il risultato è interessante ciò che si trova lungo il percorso: idee, soluzioni creative) e una guida di stile o manuale d'uso.

Il sistema di gestione documentale in Banca d'Italia

L’intervento illustra sinteticamente obiettivi e strumenti del nuovo sistema di gestione documentale digitalizzato dell’Istituto, in linea con le previsioni del Codice dell’Amministrazione Digitale. Specifica attenzione è rivolta alle scelte funzionali e alle modalità organizzative adottate per la realizzazione del progetto, di valenza strategica per la Banca. Altrettanto spazio è riservato al quadro dei vincoli e delle opportunità per supportare il necessario cambiamento culturale e sviluppare nella struttura, a tutti i livelli, l’utilizzo di tecnologie avanzate di ICT.

Leggi tutto

Tecnologie e soluzioni innovative per la gestione documentale nella PA

 

Monica Beltrametti illustra come attraverso soluzioni e tecnologie estremamente evolute, realizzate dal proprio Centro di Ricerche di Grenoble in Francia, Xerox sia in grado di apportare significativi miglioramenti nei processi documentali della PA, automatizzando e semplificando la digitalizzazione dei documenti e la loro gestione all'interno dei workflow.

Cloud computing e PA: riflessioni ed idee su un possibile sistema di stimoli per accelerare il processo in corso

Dopo una riflessione sulle opportunità del cloud computing e sugli effetti che un tale modello di provisioning potrebbe avere nell’ecosistema della PA italiana, Stefano Devescovi introduce la prospettiva del government cloud, in cui è la stessa PA ad agire da cloud aggregando risorse pubbliche e private.  "Il government cloud – spiega -  non può prescindere da tre elementi: visione integrata, approccio sistemico volto all’integrazione delle catene di valore, percorso condiviso".