Cerca: PA digitale, Sviluppo e Competitività, commissione europea

Risultati 1 - 10 di 14

Risultati

Dall’Open Data al “data as a service”. Il progetto Homer

Nella catena del valore dovremmo passare dai “Dati pubblici liberi” ai “Dati pubblici utilizzati”. Purtroppo non sempre succede, anzi molto spesso, ci si ferma al solo valore della trasparenza desumibile dalla esposizione dei Dati pubblici sul web che, fra l’altro, dovrebbe avvenire per legge, ma così non è.

Leggi tutto

L'Europa propone una cura digitale per gli archivi cinematografici dei Paesi membri

La Commissione ritiene che gli Stati membri dovrebbero includere il patrimonio cinematografico nelle loro strategie di digitalizzazione e nelle politiche in materia di archivi, il che consentirebbe, tra l’altro, di arricchire il catalogo dei film accessibili tramite il portale Europeana. Secondo una nuova relazione della Commissione europea gran parte degli istituti europei per la conservazione del patrimonio cinematografico non si sono ancora adeguati alla rivoluzione digitale e non sono ancora in grado di conservare i film in formato digitale. Una parte dei nostri film rischia di andare definitivamente persa e di non essere trasmessa alle generazioni future, come avvenuto per i film muti, di cui si è conservato solo il 10%.

Leggi tutto

Agenda digitale europea: le nuove priorità per il 2013-2014

Martedì 18 dicembre la Commissione europea ha adottato sette nuove priorità per l'economia e la società digitali. L'economia digitale sta crescendo sette volte più velocemente rispetto al resto dell'economia, ma il suo potenziale è attualmente ostacolato da un quadro strategico paneuropeo disomogeneo. Le priorità individuate seguono, dunque, una politica globale di revisione e pongono nuova enfasi sugli elementi più trasformativi dell'Agenda digitale europea del 2010. 

Leggi tutto

Identità digitale e firma elettronica Europea: le proposte della Commissione

In arrivo dalla Commissione europea un pacchetto di norme che puntano ad agevolare le operazioni economiche elettroniche tra paesi membri dell'unione rendendole più sicure. Il regolamento proposto garantirà che i cittadini e le imprese possano utilizzare i loro regimi nazionali di identificazione elettronica (eID) per accedere ai servizi pubblici negli altri paesi dell’UE in cui la eID è disponibile. Tra gli obiettivi anche quello di cerare un mercato interno per le firme elettroniche e i servizi connessi, che opereranno così attraverso le frontiere con il medesimo valore legale dei processi tradizionali su base cartacea. In tal modo, si darà pieno effetto ai notevoli risparmi potenziali consentiti dagli appalti pubblici online.

Leggi tutto

Una strategia europea per l'open data

Con una nota stampa rilasciata ieri, 12 dicembre, la Commissione Europea ha presentato, tramite la commissaria Neelie Kroes (guarda il video) una comunicazione ufficiale finalizzata a valorizzare gli Open Data tra i paesi europei.

Leggi tutto

Per la Commissione Europea la banda larga non sarà un servizio universale

Troppe difficoltà per far inserire la banda larga tra i servizi universali che occorre fornire a tutti I cittadini. Così la Commissione Europea ha fatto sapere che non verranno fissati standard minimi di connessione a banda larga, almeno non nel breve periodo.

Leggi tutto

La strategia Europa 2020 scricchiola. La Commissione richiama gli Stati membri ad investire in valorizzazione della ricerca e istruzione

L’Europa ha bisogno di investire di più e in maniera “più intelligente” in ricerca e sviluppo, sia nel settore pubblico che in quello privato. È questo l’allarme lanciato questa settimana dalla relazione 2011 sulla competitività dell’Unione Europa. Valorizzazione della ricerca scientifica, aggiornamento dei sistemi educativi e sostegno alle piccole imprese le priorità indicate dalla Commissione.

Leggi tutto

Agenda digitale: i progressi compiuti sono in open data

La Commissione europea ha pubblicato un quadro di valutazione che illustra i progressi compiuti dall’Unione e dagli Stati membri verso la realizzazione degli obiettivi convenuti nell’ambito Agenda digitale europea a un anno dal suo avvio. Tenendo fede all’impegno assunto per una strategia aperta sui dati, la Commissione europea ha reso pubbliche in linea le proprie raccolte di dati e le statistiche, permettendo a chiunque di analizzarle e di trarne conclusioni.

Leggi tutto

La Commissione Europea progetta l'internet del futuro

La Ue ha stanziato 57 mln di euro per l'internet del futuro(FI-PPP). Nell’ambito dell’evento "Future Internet week", che s’è chiuso la settimana scorsa a Budapest, la Commissione Ue ha visionato lo sviluppo dei 140 progetti di ricerca che si propongono di ridisegnare il futuro della rete

Leggi tutto

L'Europa approva 1,8 miliardi di euro di aiuti di stato per la Banda larga

In accordo con gli obiettivi individuati dall’Agenda digitale la Commissione Europea ha approvato nel 2010 lo stanziamento di 1,8 miliardi di euro per lo sviluppo della banda larga, considerandola uno strumento fondamentale per supportare l’economia, per far crescere l’inclusione sociale e rafforzare la competitività del continente.

Leggi tutto