Cerca: PA digitale, enti locali

Risultati 1 - 10 di 16

Risultati

  • Cod. ps.09
  • 30/05/2013
  • 12:00 - 12:45

La Gestione Informatica Associata: Obbligo di legge per i Comuni - POSTER SESSION

Proposta di un modello a partire dall'esperienza dell'Unione Reno Galliera

Digitalizzazione e Enti Locali: a che punto siamo?

È stata pubblicata la V edizione dell'indagine sull'informatizzazione nelle amministrazioni locali. Lo studio, che interessa un campione di oltre 400 enti, contiene un'analisi sul livello generale d'informatizzazione, sulla modalità di erogazione dei servizi e di comunicazione con cittadini, imprese e altre istituzioni. Un particolare approfondimento è dedicato all'utilizzo delle nuove tecnologie nelle procedure di pagamento e nella gestione delle gare d'appalto.

Leggi tutto

L’adozione delle ICT nella PA locale

L’ufficio dedicato all’ICT è ormai una realtà in gran parte delle amministrazioni locali, perlomeno in quelle più grandi, se si considera che è presente in ben 21 regioni e province autonome e in 80 comuni sui 100 con più di 60 mila abitanti. I dati sono meno eclatanti se si analizzano i comuni più piccoli (fino a 5000 abitanti) dove il rapporto passa a 6 ogni 100.

Leggi tutto

Ottomila comuni, 50mila software? No grazie! Razionalizzare si può

Come è noto l’Italia è il paese dei municipi, degli ottomila municipi, per la precisione qualcuno in più di 8100. La PA deve essere più snella per rispondere ai cittadini: iniziamo dall'organizzazione interna. La tanto attesa riforma delle istituzioni statali non può prescindere dalla revisione della Governance della ICT nelle amministrazioni locali.

Leggi tutto

Open Data e controllo civico: l'iniziativa Open Municipio

Il processo di dematerializzazione nel settore dell’edilizia

Massimiliano Spada parte da una constatazione: nell’ambito dell’edilizia è molto difficile mantenere la logica del processo. Conseguenza diretta  di questo – osserva - è che i “dirigenti hanno praticamente l’ufficio in procura e i professionisti passano l’80% del loro tempo a sbrigare pratiche amministrative”.  Dunque, dove e come intervenire per sanare la situazione? “Il primo punto – sostiene Spada - è mettersi attorno a un tavolo e stabilire le regole. Nel settore dell'ediliza abbiamo, più che altrove, bisogno di certezza nelle dichiarazioni e nelle responsabilità”.

Leggi tutto

La progettazione di SIPEM-ANCITEL, il sistema on line per le pratiche edilizie

Giovanni Guerrieri presenta SIPEM-ANCITEL, il sistema on line per le pratiche edilizie. “Quello che, con collaborazioni importanti, abbiamo messo a punto è un vero e proprio modello finalizzato a rendere la pratica autoconsistente nel suo intero ciclo di vita”. Nel dettagliare le fasi della progettazione, Guerrieri spiega come si è arrivati a questo modello. “Tre sono i punti principali su cui abbiamo lavorato: autenticazione del professionista, divulgazione degli strumenti di autenticazione, responsabilità del dirigente comunale”.

Leggi tutto

I Consulenti del lavoro per la dematerializzazione

Pietro Panzetta, intervenendo al convegno “Professionisti e dematerializzazione degli adempimenti” presenta la prospettiva dei Consulenti del lavoro. “Da qualche anno -  spiega  - l’Ordine dei Consulenti del lavoro sta facendo investimenti importanti per la dematerializzazione”.

Leggi tutto

La digitalizzazione nei piccoli comuni non è solo questione di CAD

In Italia i piccoli comuni sono oltre 5000. Tra nuovi oneri e endemiche ristrettezze di bilancio, anche per loro si apre il nuovo CAD. “Il nuovo CAD per i piccoli comuni è una opportunità a 3 O” sostiene Carla Bue, Segretario comunale in sette dei comuni della Comunità Montana dell’Alta Langa, spiegando che si tratta di una “opportunità di riorganizzazione ordinamentale, organizzativa ed operativa” soprattutto in contesto di gestione associata. E che, a quanto pare, apre spazi vitali di risparmio economico e umano. L’abbiamo intervistata per  approfondire il contesto e i risultati di un  progetto che, partendo dall’esigenza di gestione associata dei servizi finanziari, tributari e amministrativi, ha saputo fare di necessità virtù cavalcando la transizione verso l’amministrazione digitale.

Leggi tutto

Wi-fi esperienze pubbliche a confronto

"Noi della  Provincia di Roma – ci spiega Francesco Loriga* - abbiamo organizzato l’incontro tematico " Wi-fi esperienze pubbliche a confronto" all’interno dell’IGF Italia 2010 perché ci è sembrato il contesto naturale per presentare il progetto Free Italia wi-fi”. Perché? "Innanzitutto perché il wi –fi pubblico è uno strumento che, in questo momento, soprattutto le amministrazioni locali hanno a disposizione nella lotta contro il divide digitale sia culturale che infrastutturale. Prova ne è il fatto che sempre più amministrazioni lo stanno promuovendo. Poi, perché l’idea alla base del progetto è di partire dalle esperienze già presenti e di diffonderle, migliorandole progressivamente attraverso la community che è la vera forza di un progetto che, come il nostro, si ispira alla filosofia “open”.

Leggi tutto