Cerca: PA digitale, Comune di Bologna

4 risultati

Risultati

On line il bando da 100.000 Euro per progetti di sviluppo della Agenda Digitale di Bologna

100mila € per finanziare progetti nell’ambito dell’agenda digitale e 60giorni di tempo per presentare proposte. C'è tempo fino alle ore 12 del 25 febbraio 2013 per avanzare proposte progettuali di sviluppo dell’Agenda Digitale di Bologna. I progetti dovranno essere relativi agli assi tematici dell’Agenda Digitale:

Leggi tutto

Open data: è on line anche il Comune di Bologna

È on line da ieri, 5 aprile, il sito OpenData del Comune di Bologna, in cui saranno pubblicati via via i dati dell’amministrazione in formato aperto. Obiettivo del progetto, realizzato nell'ambito di Iperbole 2020, è potenziare la trasparenza e la partecipazione attiva dei cittadini. Grazie agli open data aziende, associazioni e cittadini potranno utilizzare e valorizzare i dati dell'Amministrazione comunale, migliorando l’accessibilità delle informazioni e sviluppando nuove applicazioni a beneficio di tutta la comunità.

Leggi tutto

A Bologna, uno spazio partecipato per l’Agenda digitale

Un percorso partecipato definirà, tra gennaio e giugno 2012, le priorità dell'Agenda digitale per la città di Bologna: passa attraverso il coinvolgimento dei cittadini la strada scelta dal capoluogo emiliano per fissare strategie, obiettivi e azioni dell'Amministrazione comunale in materia di e-democracy e innovazione tecnologica per il mandato 2011-2016. La Giunta ha licenziato un atto di indirizzo che dà il via al percorso di formazione dell’Agenda digitale per Bologna, sulle orme di quella presentata dalla Commissione europea, faro della strategia Europa 2020.

Leggi tutto

Interventi sul territorio per la riduzione del digital divide

Stefano Alvergna riporta l’esperienza della Provincia di Bologna nella lotta al digital divide attraverso la promozione di due specifiche iniziative. La prima, portata avanti con la Fondazione Marconi e in concertazione con Telecom, consiste in un progetto di dorsale radio che arrivi nelle zone dove Telecom non investirebbe, con l’obiettivo di rendere possibili accessi veloci alla rete e creare le premesse per lo sviluppo di nuovi servizi ai cittadini e alle imprese.

Leggi tutto