Cerca: Economia, green public procurement

6 risultati

Risultati

ICT e sostenibilità

E-waste, ovvero spazzatura elettronica. A lungo ignorati, i rifiuti IT, che mostrano il più alto tasso di crescita fra i rifiuti municipali e industriali, sono diventati finalmente oggetto di discussione e di regolazione normativa.
In Italia è operativo da quest’anno il decreto sui RAEE (Rifiuti Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), che attua la direttiva europea WEEE (Waste Electrical and Electronic Equipment) del 2002.

Leggi tutto

Eco-guida ai prodotti Hi tech. L’IT è più verde?

L'Eco-guida di Greenpeace ai prodotti elettronici verdi, pubblicata per la prima volta ad agosto 2006, oggi include una lista di 18 grandi produttori internazionali di personal computer, cellulari, TV e Consolle, posti in differenti posizioni a seconda delle politiche di sostituzione delle sostanze pericolose e ritiro/riciclaggio dei beni a fine vita. L'Eco-guida, aggiornata ogni tre mesi, nasce con l'obiettivo di spostare il settore Hi tech verso produzioni più sicure e di responsabilizzare il produttore sull'intero ciclo di vita di un bene di consumo, incluso i rifiuti elettronici prodotti.Leggi tutto

Le Strategie europee e nazionali per gli Acquisti Verdi

La Strategia europea per lo Sviluppo Sostenibile ha aggiunto una terza dimensione ambientale alla Strategia di Lisbona di rinnovamento economico e sociale, ed identifica la Produzione e il Consumo Sostenibili come una delle sfide da affrontare nel contesto degli impegni di lungo termine. In questo scenario nasce il Green Public Procurement che consiste nell’integrare considerazioni di carattere ambientale nei processi d’acquisto delle pubbliche amministrazioni.Leggi tutto

Testimonianze di imprese che hanno deciso di dotarsi del marchio KDAP

Il gruppo Favini, azienda che si occupa di produzione di carte naturali speciali per scuola, ufficio, editoria, ha sempre avuto una elevata sensibilità per i temi ambientali e già dai primi anni novanta ha scelto il percorso della certificazione ambientale. A fine 2007 il Gruppo ha dato inizio alla certificazione Kyoto-DAP per la produzione di un suo nuovo prodotto. La scelta è stata dettata dal fatto che, nell’immaginario collettivo, la produzione di carta è fortemente legata all’abbattimento degli alberi e ad un forte impatto sull’effetto serra.Leggi tutto

Testimonianze di imprese che hanno deciso di dotarsi del marchio KDAP

Un’impresa moderna deve porsi l’obiettivo di coniugare il profitto con la salvaguardia ed il rispetto dei valori fondamentali che emergono dalla società; essa, quindi, cresce non solamente sulla base dei criteri economici, ma anche in base alle conseguenze che le sue attività determinano sull’ambiente . Da questo assunto, riassumibile nel concetto di sviluppo sostenibile, trae origine la scelta dell’impresa Cotto Possagno che ha deciso di intraprendere la strada delle certificazioni volontarie.Leggi tutto

Giovanna Sissa, Acquisti verdi e ICT

Palm Leaves

by Michael Porter

Il GGP, Green Public Procurement  fa l'ingresso ufficiale in casa nostra. Il Decreto interministeriale in vigore dall'11 aprile definisce il Piano d’azione nazionale su acquisti verdi, sottoscritto dai Ministeri per l' Ambiente, Sviluppo Economico ed Economia. Mentre si attendono provvedimenti attuativi per definire i criteri ambientali di spesa locale e centrale parliamo di Buying Green targato PA con Giovanna Sissa, Osservatorio Tecnologico Scuole, autrice de "Il Computer sostenibile", in presentazione a FORUM PA '08.

Leggi tutto