Cerca: Economia, acquisti pubblici

9 risultati

Risultati

Giro di vite sul procurement pubblico: ribadito obbligo Consip

Provvedimento importante nell’ambito del Programma per la razionalizzazione degli Acquisti della PA.

Leggi tutto

La terza elica e il sistema degli acquisti pubblici

Come si insegna nella teoria economica, l’innovazione è spinta da tre eliche (Etzkowitz 1997): il sistema pubblico, il sistema della ricerca e dell’università, il sistema delle imprese. È  proprio su quest’ultima elica che vorrei soffermarmi stimolato da una parte dalla grande partecipazione e spinta all’innovazione che ho visto da parte delle imprese che hanno partecipato a FORUM PA 2011, dall’altra da una crisi di rappresentanza delle aziende che si occupano di innovazione. Nell’organizzare FORUM PA 2011 ci siamo posti una domanda chiave: perché la PA, con tutto il suo sistema di acquisti e di gare, non riesce a comprare, se non in forma marginale, innovazione? La risposta non può essere univoca, ma il panorama che vediamo non è confortante.

Leggi tutto

Intercent-ER, risparmiare innovando

L'esperienza di Intercent-ER, l'Agenzia Regionale per lo sviluppo dei mercati telematici della Regione Emilia Romagna

Lo Stato cattivo pagatore e l'impatto sul sistema di impresa

Il problema dei ritardati pagamenti costituisce una delle principali ragioni di indebolimento della capacità competitiva delle imprese italiane, e non solo per quelle di minori dimensioni. La situazione italiana di ritardo medio nei pagamenti, e di disconoscimento del diritto agli interessi, legali e di mora, non ha peraltro eguali nel resto dell'Europa.

Leggi tutto

Le principali novità nella disciplina dei contratti pubblici e le prime applicazioni giurisprudenziali

I contratti pubblici per l’acquisto di opere, servizi e forniture rivestono un ruolo primario nel nostro sistema economico incidendo in termini decisivi sulla competitività del Paese, afferma la Prof.ssa Maria Alessandra Sandulli.Leggi tutto

Le novità apportate dal primo Decreto correttivo e quelle ancora in gestazione (secondo Decreto correttivo)

L’entrata in vigore del Codice immediatamente a cavallo con il cambio nell’assetto di governo ha avuto una portata dirompente ed esplosiva, sostiene Gaetano Caputi, da cui non è possibile prescindere. Oggi finalmente sono stati realizzati due decreti legislativi correttivi, di cui uno già definito e il secondo ancora in itinere, che affrontano alcuni istituti innovativi per il nostro ordinamento, tendenti a rendere più flessibile la procedura, sebbene siano a recepimento facoltativo, e quindi non vincolanti per le amministrazioni e le stazioni appaltanti.

La stesura del Codice dei contratti pubblici

Le fasi della prima stesura del Codice dei contratti pubblici sono state molto travagliate, sostiene il Presidente del Tar del Lazio, Pasquale De Lise, perché la materia delle commesse pubbliche, non solo quelle infrastrutturali ma anche quelle relative alla fornitura di servizi, è estremamente importante ed è toccata da tutte le trasformazioni che sul piano sociale, economico, giuridico e istituzionale attraversano oggi il nostro ordinamento.Leggi tutto

Le Linee Guida a supporto dello sviluppo delle PMI del Piemonte

Il mondo dell’ICT in Piemonte si concretizza in circa 12mila imprese, spiega Roberto Soj, e analizzando il loro fatturato si è rilevato che nell’80% dei casi i loro affari erano limitati al Piemonte, solo poche miravano ad un ampliamento del mercato fuori dai confini regionali e un numero ancora inferiore verso la PA, considerata un ambito poco redditizio dal punto di vista imprenditoriale.Leggi tutto

L’acquisizione delle Forniture ICT: il punto di vista dell’Amministrazione

Marco Gentili confronta il punto di vista sviluppato dal CNIPA nell’ambito delle cd. Linee Guida sulla qualità dei beni e i servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della PA, con le best practice codificate da altri framework. Per parlare di governance e ICT, bisogna partire dal contesto di una PA che rappresenta un elemento intermedio nella catena cliente-fornitore, in quanto si colloca come acquirente di servizi ICT da un fornitore da un lato, per l’erogazione di procedimenti amministrativi nei confronti di cittadini, imprese e dipendenti pubblici, dall’altro.