Cerca: Economia, giustizia civile

5 risultati

Risultati

Diritto privato e diritto pubblico nella disciplina dei contratti pubblici

Guido Alpa illustra le nuove prospettive apertesi attraverso il processo di osmosi tra il diritto privato e il diritto pubblico. In particolare analizzando il nuovo Codice degli appalti (D.Lgs 163/2006) il Professor Alpa delinea le questioni che questo nuovo approccio mette sul tavolo per quanto riguarda la disciplina dei contratti pubblici.

Le interferenze tra diritto privato e diritto pubblico nella ricostruzione del regime di tutela

Roberto Garofoli affronta il problema delle controversie che incidono sullo snodo tra fase pubblicistica e fase negoziale degli appalti: il contratto stipulato prima che inizi il rapporto ma dopo che si è conclusa la procedura di selezione del contraente. La questione è quella dell’individuazione del giudice che deve occuparsi dei riflessi sul contratto nel caso di intervenuto annullamento dell’aggiudicazione. Il dibattito non è nuovo ma di nuovo nell’ultimo anno c’è stato l’esplodere di un contrasto di vedute all’interno della giurisdizione.

Filosofia, storia e attualità del Codice degli appalti pubblici

Il Codice degli appalti pubblici (D.Lgs 163/2006) è stato emanato da due anni ma non gode ancora di piena applicazione. Nel suo intervento Pasquale De Lise - dal quale il Codice prende il nome - analizza le cause e le conseguenze di questo ritardo. Approfittando anche della pubblicazione della seconda edizione commentata e aggiornata De Lise ripercorre i punti salienti del Codice e i principi a cui esso si ispira.

Il tribunale di Catania e Polis Web: un tassello importante verso il processo civile telematico

Raffaella Finocchiaro del Tribunale di Catania sottolinea l’importanza di due fattori fondamentali per il successo di un progetto di e-gov: il coinvolgimento di tutti gli attori interessati dal cambiamento organizzativo e la sponsorizzazione da parte dei vertici istituzionali. Catania è una delle sedi sperimentali del processo civile telematico e ha istituito un laboratorio in cui lavorano varie figure professionali. Polis web è uno dei servizi di maggior successo poiché consente agli avvocati di accedere agli archivi informatici della cancelleria senza spostamenti fisici.

Le aree su cui insistere per migliorare l’amministrazione del sistema giudiziario anche attraverso l’uso delle tecnologie

Giulio Borsari come responsabile nazionale del processo civile telematico fa un bilancio dell’esperienza di questi anni. Dal suo punto di vista rileva che bisogna tener conto dei fattori tecnologici e della gestione della conoscenza. Le principali mancanze culturali e metodologiche che ravvisa nell’amministrazione della giustizia riguardano l’incapacità di trasmettere e condividere la conoscenza. Inoltre ritiene necessaria una logica di servizio sia per gli utenti esterni che interni all’organizzazione.Leggi tutto