Cerca: Intervento, Efficienza, Atti FORUM PA 2008

Risultati 1 - 10 di 204

Risultati

Gestione documentale e conservazione sostitutiva a norma CNIPA

A due anni dal lancio del servizio di Conservazione Sostitutiva dei Bollettini Postali, che ha permesso la dematerializzazione di oltre un miliardo di documenti cartacei, Postecom offre in modalità outsourcing la Gestione Documentale e Conservazione Sostitutiva di qualsiasi tipologia di documento. Fattori distintivi del servizio sono: sicurezza, semplicità di utilizzo e immediatezza nel reperimento di dati e documenti.

Il ruolo di Poste Italiane nel processo di dematerializzazione del Comune di Vicenza

Per spiegare quale ruolo potrebbe avere Poste italiane nel processo di dematerializzazione e gestione documentale, il responsabile dei servizi digitali di PI porta come esempio il progetto di gestione documentale attuato per il Comune di Vicenza. Si tratta di una sperimentazione sul territorio della provincia che si è posto un obiettivo specifico: passare a un sistema di gestione documentale che consenta di semplificare i processi interni, far circolare le informazioni, ridurre i costi e i tempi, che contenga gli sprechi, renda il comune efficiente, efficace e trasparente.

Leggi tutto

Conservazione digitale: le linee guida Assinform

La relazione verte sulle caratteristiche dei supporti di registrazione digitale in funzione della conservazione delle registrazioni nel lungo periodo. Il documento, approntato da Assinform, definisce alcune linee guida utili alla scelta delle tecnologie dei supporti di memorizzazione digitale da adottare per la conservazione delle informazioni digitali, nonché l'indicazione di una serie di procedure minime da seguire per garantire la protezione dei dati nel lungo periodo.

Leggi tutto

La portata innovativa dei corsi/concorso della SSPA

Stefano Sepe conduce un bilancio di quel tentativo di innovazione che sono stati i corsi/concorso sottolineando come essi siano stati un elemento dirompente come pochi altri nella storia amministrativa italiana. Essi hanno contribuito notevolmente ad abbassare l’età media della dirigenza di seconda fascia, hanno permesso un ingresso non dal basso e hanno valorizzato la carriera amministrativa.

Leggi tutto

Le direttive annuali dei Ministri come strumento di programmazione strategica

Il relatore, dopo aver illustrato il fondamento teorico e normativo della “pianificazione” strategica, vocabolo utilizzato da un recente regolamento (decreto del Presidente della repubblica n.

Leggi tutto

L’esperienza del reclutamento nelle amministrazioni centrali dello Stato: l’art. 97 della Costituzione vale ancora?

Il Presidente dell’Associazione Dirigenti per l’innovazione introduce il convegno, dal titolo provocatorio, “L’esperienza del reclutamento nelle amministrazioni centrali dello Stato: l’art. 97 della Costituzione vale ancora?”. Nato con l’intento di esaminare i problemi delle PPAA di questi ultimi anni, il dibattito parte da due fenomeni: il primo è la devastante esperienza dell’applicazione dell’art.

Leggi tutto

Il Responsabile della conservazione

L'attuale normativa attribuisce al Responsabile della conservazione un ruolo essenziale nell'ambito della gestione dell'intero processo di conservazione sostitutiva assegnandogli precisi compiti e specifiche responsabilità. La complessità delle attività e le rilevanti responsabilità attribuite al Responsabile della conservazione comportano la necessità di fornirgli le necessarie competenze giuridiche, tecniche ed organizzative per implementare nella propria organizzazione sistemi per la conservazione di documenti informatici.

Opportunità di cedere in outsourcing i processi documentali

Le attività che vengono oggi date in outsourcing sono meno generiche di un tempo e più specifiche delle peculiarità dell’azienda. Sono sempre più vicine al core business dell’azienda e spesso richiedono autonomia decisionale da parte dell’outsourcer e quindi una conoscenza specifica del contesto aziendale in cui opera. Ma quali driver guidano la scelta dell’outsourcing? Innanzitutto, la riduzione dei costi, la creazione di valore (accesso a competenze specialistiche) e il miglioramento dell’efficienza.

Leggi tutto

Percezione e realtà di un’Amministrazione che cambia

Carlo Flamment sottolinea come lo stato della Pubblica Amministrazione italiana sia in realtà molto migliore della percezione che solitamente se ne ha e che aumentarne l’efficienza riducendo i costi è una cosa che si può fare – seguendo l’esempio delle buone pratiche – anche a legislazione vigente. Per raggiungere questo obbiettivo però bisogna evitare alcune norme che la indeboliscono (come il blocco del turn over) e dotare delle adeguate risorse il Dipartimento della Funzione Pubblica.

Reclutamento e formazione della classe dirigente

In merito al reclutamento attraverso la scuola superiore della PA, si analizzano due punti di vista: quello delle amministrazioni, dove prevale una sensazione positiva da parte dei direttori generali del personale, e l’opposto punto di vista degli allievi. Il secondo nodo è la distribuzione del personale in livelli di responsabilità, e il conseguente blocco della mobilità interna all’amministrazione e tra amministrazioni.

Leggi tutto