Cerca: Intervento, Efficienza, governo del territorio

7 risultati

Risultati

L’infomobilità in Valle d’Aosta

Consol racconta l’esperienza, ancora in fieri, dell’infomobilità in Valle d’Aosta mostrando gli aspetti organizzativi funzionali e gli aspetti informatici adottati con l’applicazione delle nuove tecnologie.

Leggi tutto

Soluzioni e-governement in mobilità per la PA

Multimedialità e multicanalità sono concetti fortemente interconnessi tra loro, in quanto sia il mobile, che il wi-fi, che la rete fissa danno capacità di banda per offrire servizi alla PA e al cittadino in modalità broadband. Telecom Italia è presente sul territorio nazionale come WISP con il brand “Wi-Fi Area” con più di 1500 hot spot e, attraverso servizi di connettività e di roaming, è in grado di raggiungere più di 33.000 location worldwide.

Leggi tutto

Milano: il servizio di igiene urbana gestito con un software che permette il controllo puntuale dei mezzi sul territorio e una rapida risposta alle segnalazioni dei cittadini.

Mario Pagani presenta l’Azienda Milanese Servizi Ambientali e l’attività svolta nella città di Milano e in alcuni comuni limitrofi. L’intervento è incentrato sulla raccolta differenziata e sui sistemi utilizzati da AMSA.Leggi tutto

Il governo del territorio basato sui risultati: l’esperienza della Regione Puglia

Per Guglielmo Minervini il Memorandum ha un merito che nel corso del dibattito non è emerso: per la prima volta si prova a guardare in modo complesso e integrato all’insieme di leve da attivare per sortire un effetto incisivo di cambiamento. Il secondo elemento di merito è l’idea che la riforma della Pubblica Amministrazione non sia il risultato di una serie di atti legislativi ma sia il risultato di un processo complesso che riguarda cultura e comportamenti.Leggi tutto

Il processo di riorganizzazione nel Comune di Cervia

Daniela Ori illustra le fasi della riorganizzazione del Comune di Cervia che ha visto un cambiamento radicale nella sua struttura, passando da un modello molto rigido, sia dal punto di vista organizzativo che da quello dell’applicazione della norma, a un modello organizzativo “a rete” a responsabilità diffusa in grado di transitare verso modelli di governance adeguati ed in grado di rispondere alle esigenze della comunità e del territorio.Leggi tutto

Presentazione della Carta del Rischio del Patrimonio Culturale

Alessandro Bianchi presenta la Carta del Rischio del Patrimonio Culturale, un progetto dell'Istituto Centrale del Restauro, concepito per individuare sistemi e procedimenti che consentano di programmare gli interventi di manutenzione e restauro sui beni culturali architettonici, archelogici e storico-artistici in funzione del loro stato di conservazione e dell'aggressività dell'ambiente in cui sorgono. Il sistema consiste in una cartografia vettoriale nazionale, su cui sono stati georeferenziati circa 98.000 monumenti e completata dalla raccolta di tutti gli atti di vincolo dal 1902 al 2004.

Disponibilità e valorizzazione dei dati territoriali delle pubbliche amministrazioni

Elettra Cappadozzi ci parla delle risorse delle pubbliche amministrazioni relative ai dati territoriali.Leggi tutto