Cerca: Intervento, Governance, e-gov 2012

4 risultati

Risultati

Piano e-Gov 2012: la valorizzazione dei Beni Culturali

Il piano e-Gov 2012 prevede notevoli investimenti nel settore del turismo e dei beni culturali. Il patrimonio artistico e culturale italiano rappresenta un bene unico in tutto il mondo. Obiettivo del Governo è di portare avanti con il Ministero dei Beni Culturali 4 progetti principali attraverso investimenti mirati. La giusta valorizzazione del patrimonio culturale diventa la chiave di volta per salvare e conservare i beni artistici nel tempo.

La visione di IBM

Definendo la sua azione attraverso i risultati attesi dalla collettività, il piano E-Government 2012 impone al mercato un’inversione di approccio: il passaggio da una logica dell’offerta ad una logica della domanda.Leggi tutto

Il Piano E-government 2012 e le risposte del quadro legislativo

Il processo di rinnovamento della PA non può essere fondato sulla sola introduzione delle ICT, bensì su un intervento di processo. La riflessione di Fabio Pistella, CNIPA, percorre le tappe legislative salienti che, considerate come importanti strumenti di azione sul processo, possono contribuire al funzionamento efficiente e innovativo della Pubblica Amministrazione

ICT, risorsa chiave per la competitività del Paese

A partire dal rapporto ASSINFORM e NETCONSULTING 2008 e dall’analisi del World Economic Forum, Biagio De Marchis, direttore settore pubblico IBM Italia, descrive il contesto da cui ha preso avvio il Piano E-Government 2012: l’Italia soffre di un gap di competitività che la colloca nelle ultime posizioni nel ranking dei paesi dell’UE 27. L’introduzione e un maggiore investimento sull’ICT si presentano come “fattore abilitante” non solo per il recupero del gap di cui soffre il nostro Paese ma anche come mezzo per riposizionare il concetto di innovazione, attraverso idee innovative che siano pLeggi tutto