Cerca: Intervento, Sviluppo e Competitività, promozione culturale

9 risultati

Risultati

Il patrimonio culturale italiano come vantaggio competitivo

Mario Resca sottolinea come sia finita per l’Italia l’epoca dello sviluppo manifatturiero, e come il Paese debba invece puntare sul più produttivo degli investimenti possibili: la tutela e la divulgazione del proprio patrimonio culturale e paesaggistico. Dopo aver letto un messaggio del Ministro Galan, Resca illustra l’azione della DG per la valorizzazione incentrata sul recupero di quote di mercato nella grande competizione turistica internazionale. Il 2010 ha visto un aumento del 16% dei visitatori nei musei statali, con un conseguente aumento dei ricavi del 7,5%.

Leggi tutto

Passato e presente: animus loci e tecnologie per la promozione culturale

Prendendo come esempio il Museo del Vetro di Murano o la vendita on line di artigianato artistico dalle colline toscane, Scognamiglio sottolinea come sia fondamentale saper coniugare un’ottima valorizzazione dello spirito dei luoghi e un efficace sviluppo dei nuovi mezzi di comunicazione per promuovere veramente il patrimonio culturale italiano.

Leggi tutto

La customer experience e la cura della fruizione culturale

Andrea Granelli concentra il suo intervento sul necessario dialogo tra tradizione e innovazione che si deve istaurare quando si parla di consumo culturale. L’attenzione a come il consumatore entra in rapporto con la cultura è un tema su cui non ci si interroga abbastanza, mentre invece è fondamentale studiarlo per elaborare nuove forme di mediazione e promozione culturale.

Leggi tutto

A cosa serve la cultura?

Ernesto Galli della Loggia evidenzia come negli ultimi anni il MiBAC abbia subito un decadimento di immagine e si sia allontanato dai ceti colti del paese. Ciò è stato causato da una confusione tra cultura e turismo: è assolutamente legittimo cercare di trarre il massimo profitto dal consumo culturale, ma quella della rendita non può essere l’unica ideologia della valorizzazione culturale, altrimenti – ad esempio – dove andrebbero a finire strutture fondamentali seppur non redditizie come le biblioteche?

Leggi tutto

La cultura come ingrediente dinamico del benessere sociale

Dopo aver richiamato l’attenzione sulla scarsezza delle risorse a disposizione, la dr.ssa Recchia sottolinea come il MiBAC debba recuperare una legittimazione a livello di opinione pubblica, da una parte nei confronti di chi protesta per i tagli, e dall’altra di quei contribuenti che non fruiscono di cultura pur partecipando economicamente alla sua produzione.

Leggi tutto

Biblioteche sul web dal web e benessere spirituale e materiale per la comunità

Marco Dal Pozzo affronta tematiche interconnesse tra loro quali la responsabilità del benessere della società, le biblioteche e il web e presenta diversi casi di studio.

I nuovi strumenti della promozione culturale

La promozione culturale, sostiene La Francesca, è una priorità per il sistema Italia. L’obiettivo strategico che si è prefissato il MAE, con la sua rete all’estero, è volto ad offrire una maggiore attenzione alla contemporaneità, rafforzando le iniziative che illustrano l’arte contemporanea, il design, l’architettura e la tecnologia, attraverso il concetto di circuitazione, un sistema in grado di esportare le mostre italiane all’estero riducendo i costi e permettendo un ampio coinvolgimento con le realtà locali.

Leggi tutto

La collezione d'arte contemporanea alla Farnesina

La Collezione Farnesina è un’esperienza, giunta al suo settimo anno di vita, che nasce dalla volontà dell’ambasciatore Umberto Vattani. Rappresenta un’idea innovativa, poiché si basa sulla formula semplice del comodato d’uso, per cui artisti, galleristi e collezionisti cedono per un determinato tempo le loro opere.

Leggi tutto

L’esperienza di Golfo Amico

Il Presidente del GAL Alba, Gaetano Mitidieri, ci parla dell’esperienza ‘Golfo Amico’, nata dalla collaborazione con Enea e le tre province di Potenza, Cosenza e Salerno già nel 2003. Questi territori di confine, infatti, presentano una evidente affinità di caratteristiche e problematiche, trovandosi in un’area di grande interesse naturale e paesaggistico dove, tuttavia, il processo di crescita dell’apparato produttivo è relativamente debole.Leggi tutto