Cerca: Intervento, PA amica, comunicazione

8 risultati

Risultati

Ascolto metodico dell’utenza: CUSTOMER SATISFACTION degli utenti del Trasporto Pubblico Locale su Gomma

La realizzazione di un’indagine di customer satisfaction può supportare la verifica dell’efficacia esterna sulle attività pubbliche. Il monitoraggio sistematico del livello di soddisfazione dei cittadini, infatti, fa comprendere le evoluzioni delle loro percezioni e quindi agevola l’amministrazione a capire in quale misura le politiche attivate hanno inciso all’esterno e di conseguenza ad affinare le capacità di rispondere alla comunità.

Leggi tutto

Interpretazioni e approcci innovativi

Molto spesso quando si parla di libertà di informazione non si fa riferimento ad un quadro teorico chiaro rispetto a cosa significhi libertà e cosa significhi informare. Michele Sorice descrive la proposta di adozione di un modello di riferimento chiamato AIP: Accesso Interazione Partecipazione. L'idea di fondo è che esistano tre livelli di relazione fra istituzioni formative e informative e soggetti cittadini: quello dell'accesso, dell'interazione e della partecipazione.

Leggi tutto

Interpretazioni e approcci innovativi

Stefano Sepe presenta le conclusioni del convegno sulle convergenze tra comunicazione pubblica e d'impresa, ponendo l'attenzione sull'informazione, sul ruolo dei poteri pubblici e sul CNEL.

Cicli al tramonto e nuove albe: Società e Stato, quale rappresentazione?

Negli ultimi trent'anni la società ha consumato due grandi cicli di messaggio e sta consumando il terzo. Il primo grande ciclo, che corrisponde al primo ciclo di costruzione della nazione, è stata la cultura risorgimentale; il secondo, iniziato subito dopo la guerra e finito qualche anno fa, è il ciclo della cultura del riformismo, del trasformare la società attraverso le riforme. Infine il terzo ciclo è stato la suggettività ad ogni costo: vince il soggetto singolo e non la dimensione collettiva, vince la libertà di essere se stessi.

Leggi tutto

Cosa divide e cosa unisce la comunicazione pubblica e la comunicazioene d'impresa

Stefano Rolando descrive i fattori che hanno portato alla distinzione tra comuncazione pubblica e comunicazione d'impresa.  Nel Novecento la comunicazione è stato uno strumento fortemente investito per generare consenso, conoscenze ed atti di acquisto. I poteri istituzionali e religiosi hanno da sempre comunicato, parlato, annunciato se stessi ma la scoperta di una altrettanto forte disciplina organizzata, dal punto di vista teorico e dal punto di vista dei presidi nei modelli organizzativi, è arrivata più tardi rispetto al sistema d'impresa.

Leggi tutto

Intervento alla tavola rotonda: Lo sguardo sull'uscita dalla crisi. Stato, imprese, media

Sergio De Luca presenta delle riflessioni sui media tradizionali e i nuovi strumenti di informazione e comunicazione, partendo da alcuni quesiti: perchè non c'è più la verifica della fonte? Perchè non si riconoscono e non si rispettano le comunità scientifiche che producono i dati? Perchè il giornalismo è sempre più schierato e di parte? Perchè la gerarchizzazione delle notizie non rispetta l'evoluzione del mercato?

Leggi tutto

Intervento alla tavola rotonda: Lo sguardo sull'uscita dalla crisi. Stato, imprese, media

In questo momento siamo di fronte ad una tempesta perfetta nel mondo della comunicazione. Per la prima volta, spiega Giovanni Iozzia, stanno arrivando a maturazione contemporaneamente tre fenomeni che finora hanno marciato separatamente:

Leggi tutto

Campagna per l’affido familiare: per crescere c’è bisogno di una mano

Ogni bambino ha il diritto a essere educato nell’ambito familiare. A volte però la famiglia d’origine si trova ad attraversare un periodo di difficoltà e non riesce garantirgli la cura e l’attenzione di cui ha bisogno. Di fronte a queste situazioni, una possibile risposta è quella di altre famiglie che si rendono disponibili ad accogliere temporaneamente i bambini o i ragazzi provenienti da situazioni difficili per aiutarli a crescere in un ambiente adeguato.

Leggi tutto