Cerca: Intervento, SPC - Sistema Pubblico di Connettività

Risultati 21 - 30 di 44

Risultati

Creare valore per cittadini e imprese tramite l’ICT nella PA

Fabio Pistella spiega come dopo la lunga attività di stimolo e di semina dell’e-gov ora sia arrivato il tempo per una stagione di feroce attenzione ai risultati conseguiti confrontandoli con quelli attesi e con la destinazione delle risorse. Per il Presidente del CNIPA gli assi cartesiani nei quali inquadrare il lavoro sono: il territorio, i bacini d’utenza e i sistemi funzionali. Le tre priorità: completare le regole fino al livello applicativo, attivare il change management e sviluppare una visione strategica di lungo periodo.

L'interoperabilità e la cooperazione applicativa

Nel suo intervento Francesco Tortorelli si sofferma sullo stato dell’arte dell’adesione al SPC da parte delle amministrazioni, sul modello di cooperazione applicativa SPCoop e sullo stato dell’arte dei servizi infrastrutturali di cooperazione applicativa, terminando con uno sguardo sull’Europa.

Leggi tutto

Esperienze innovative nelle TLC del Sistema pubblico di connettività

Massimo Mancini porta il punto di vista di Fastweb, vincitore della gara multifornitore per l’SPC e aggiudicatario della maggior “fetta” della PAC. Riporta in sintesi i dati di 2 anni di lavoro, sottolineando come l’azienda si sia trovata a investire maggiormente in certificazione e rendicontazione. Individua nella frammentazione di responsabilità tecniche nella PA la più rilevante fonte difficoltà nei rapporti con la stessa amministrazione.

Le innovazioni del SPC

Definendo l’innovazione la vera parola d’ordine, Mario Terranova introduce la Tavola rotonda a cui siedono i fornitori SPC e gli attori del mondo tecnologico. Sottolinea brevemente gli aspetti innovativi del SPC rispetto alla RUPA: dalle modalità operative, alle tecnologie, alla definizione della gara, alla gestione delle identità federate.

Leggi tutto

Progetto Connect Umbria e SPC

Stefano Paggetti presenta il Consorzio SIR Umbria che, operativo dal 2000, include tutti gli enti locali della Regione su base di adesione volontaria. Dalla volontà di definire un una rete per tutte le amministrazioni regionali per venire incontro ai comuni più piccoli è nato il progetto Connnect Umbria, che si è deciso di portare avanti in ottica di SPC, con la collaborazione del CNIPA. Continua definendo vantaggi, potenziali criticità e sviluppi in cantiere per il progetto umbro.

HP e il progetto SPC

Daniele Sacerdoti presenta il punto di vista della sua azienda sul progetto SPC, sottolineandone l’altissima complessità politica e operativa. In questo contesto descrive la posizione di HP e i contributi di innovazione che si impegna ad apportare.

La risposta dei territori a SPCoop

Giuseppe Tilia fornisce una sintesi sulla rispondenza dei territori alle proposte in larga banda SPC, citando numeri, valutazioni e proiezioni. In generale si sono registrati tra i 7 e 8mila accessi, con una spaccatura riguardo alla tipologia di acquirente, con circa il 50% rappresentato dai Comuni. Questo dato in particolare pone con forza la questione del digital divide. Si registra un interesse molto forte sul Lotto 1 come sul Lotto2, su cui si hanno dati soprattutto per la PA centrale. Al momento risulta emergere sul mercato una domanda consistente di servizi legati al web.

Il Sistema Pubblico di Connettività: i consuntivi del primo periodo di operatività

Emilio Frezza presenta un consuntivo del primo periodo di attività del SPC, ricordando che la vision è quella di supportare tecnicamente la domanda del cittadino e delle imprese a interloquire con la PA come con un unico soggetto, alla luce dei nuovi diritti sanciti dal CAD.

Leggi tutto

Il futuro di SPC: innovazioni strutturali nella PA

Sergio Gianotti incentra il suo intervento sul futuro del SPC. In questa prospettiva introduce le potenzialità del web 2.0 e le opportunità che apre. Individua nella cooperazione applicativa e nelle chiavi di apertura la principale sfida, mentre sottolinea la centralità della questione sicurezza. Conclude affermando la funzione fondamentale del CNIPA, in tema di supporto al cambio culturale oltre che per rendere consapevole la PA della possibilità di semplificare i processi attraverso i servizi SPC.

SPC e web semantico

Valentino Ditoma sintetizza i 3 punti critici per la PA locale in tema di SPCoop, ovvero la copertura integrale di banda larga, la questione della cooperazione applicativa e l’integrazione di servizi basata sul web semantico. In particolare argomenta sulla centralità di questo ultimo punto per la realizzazione di sviluppi innovativi su base SPC.