Cerca: Intervento, mercato del lavoro

Risultati 1 - 10 di 25

Risultati

Le caratteristiche del mercato del lavoro nella Provincia di Milano

Per Bruno Casati le Province se da una parte si trovano in una condizione di vantaggio poiché, tramite gli Osservatori, possono valutare il mercato del lavoro meglio di chiunque altro, dall’altra non dispongono degli strumenti adeguati per intervenire. I dati su cui è interessante discutere sono quelli che, in apparenza, vedono aumentare il numero degli occupati in Italia: in realtà la percentuale aumenta perché da quest’anno gli immigrati si registrano e, soprattutto, molte persone rinunciano a cercare lavoro.Leggi tutto

Il 2° Rapporto sul Mercato del Lavoro nella Provincia di Roma

Per Enrico Ceccotti il convegno vuole essere un confronto fra le Province Metropolitane, sulle politiche per il lavoro e la formazione. Le amministrazioni provinciali di Roma e Milano hanno una lunga tradizione di collaborazione alla quale, nel corso degli anni, si sono aggiunte Napoli, Torino e Salerno. Il Relatore presenta il “2° rapporto sul mercato del lavoro della provincia di Roma”.Leggi tutto

Gli indirizzi del Governo sulle politiche del lavoro

Ugo Menziani illustra gli aspetti che caratterizzano il sistema del mercato del lavoro in Italia, focalizzando l’attenzione in particolare sulla funzione degli sportelli per l’impiego. Il Governo intende avviare una nuova fase in merito alla normativa sul mercato del lavoro, che incida sui fattori di rischio dell’inclusione lavorativa, sulla sicurezza, sulla stabilizzazione dei lavoratori precari e sulla lotta al sommerso.Leggi tutto

Il confronto dei modelli del mercato del lavoro tra le Province di Roma e Milano

Gianni Principe introduce la tavola rotonda e stimola i diversi Relatori a concentrare la discussione su tre aspetti. Il primo punto è il confronto dei modelli del mercato del lavoro tra le Province di Roma e Milano. Il “modello romano” si mostra più dinamico mentre quello milanese appare più equilibrato e meno soggetto alla contropartita del dinamismo: la precarietà. Il secondo aspetto riguarda le specificità delle due realtà in merito ai servizi per l’impiego.Leggi tutto

Territori in movimento. Rapporto sui mercati locali del lavoro in Provincia di Milano

Marcello Correra presenta il rapporto sul mercato del lavoro in Provincia di Milano, giunto quest’anno alla sua sesta edizione. Attraverso un Osservatorio permanente e attraverso un’analisi qualitativa e quantitativa dei flussi di occupazione e disoccupazione, vengono rilevate le indicazioni necessarie all’individuazione di politiche adeguate da parte dell’amministrazione.Leggi tutto

Il sistema dei Centri per l’impiego della Provincia di Roma

Per Gloria Malaspina, le politiche sul lavoro rientrano tra le funzioni di governance territoriale di un’area vasta: il ruolo delle Province in questo ambito, quindi, deve passare dalla semplice delega ad una vera e propria competenza territoriale trasferita. In questo quadro la Provincia di Roma ha potenziato il contatto e la presenza sul territorio attraverso il sistema dei Centri per l’impiego che sono passati dal 3,5% di utilizzo nel 2003 al 12,5% nel 2006.Leggi tutto

Le politiche per la formazione della Provincia di Milano

Ezio Casati focalizza l’intervento sulla formazione per l’inserimento nel mercato del lavoro, sugli sportelli per l’impiego e sui servizi alle imprese. La Provincia di Milano ha un’esperienza molto prolifica nel settore della formazione: nel 2006 sono stati attivati oltre 140 corsi.Leggi tutto

Progetto Emersione Calabria

Il progetto ‘Emersione Calabria’ nasce all’interno di una sinergia istituzionale tra il Comitato Nazionale per l’emersione del lavoro non regolare, il Ministero del lavoro e la Regione Calabria, spiega Cosimo Cuomo, e affronta la questione della competitività delle imprese nell’ottica della regolarizzazione del sistema produttivo regionale.Leggi tutto

La priorità 7 del QSN e il concetto di competitività

Il concetto di competitività, presente nella priorità 7, si riferisce – sostiene il Prof. Sebastiano Fadda – all’incremento della produttività, che è il vero obiettivo dei sistemi locali e nazionali. In Italia si è infatti verificata una perdita di competitività dei sistemi, ovvero un calo della produttività, anche intesa come produttività del totale dei fattori - la cd. total factor productivity. Negli ultimi 5 anni, in particolare, si è registrata una influenza di segno negativo eLeggi tutto

Programmazione 2007-2013: una sfida per la PA

La sfida che le amministrazioni pubbliche dovranno affrontare, per il 2007-2013 – afferma il Prof. Sergio Zucchetti – consiste nel dimostrare di saper valutare gli effetti di un grande periodo di programmazione dell’impiego dei fondi strutturali, iniziato nel 1989. Se è vero che le risorse pubbliche hanno la finalità di ‘innescare’ e stimolare investimenti privati e domanda di occupazione e di incrementare la qualità e l’offerta di servizi alle imprese e ai cittadini, allora si può parlare di un segnale positivo.Leggi tutto