Cerca: Intervento, governance dell'innovazione

Risultati 11 - 20 di 24

Risultati

Regioni e enti locali per "un'utenza senza confini"

Come intervengono le Regioni in materia di cooperazione e interoperabilità con gli enti locali e centrali? A partire dall’esperienza ICAR e dalla metodologia di lavoro che esso ha introdotto nella PA, Lucia Pasetti propone di individuare in ogni settore uno o più sistemi regionali già operativi e rispondenti ai risultati attesi, di fissare su ciascun settore azioni e scadenze e di coinvolgere cittadini e imprese nei territori.Leggi tutto

Progetto interregionale Contenuti Digitali

Giancarlo Galardi presenta “Contenuti Digitali”, una proposta di intervento per la realizzazione di interventi integrati per lo sviluppo, l’adozione e l’utilizzo delle tecniche digitali per la valorizzazione dei patrimoni culturali locali in ambito interregionale. Le Regioni hanno un ruolo centrale - spiega - perché possono aggregare i contenuti digitali sul territorio, innescando processi di filiera piuttosto che verticalità regionali. Il sistema operativo e progettuale a cui si fa riferimento è ICAR.

Il progetto BAS-ANAG - Circolarità Anagrafica in Basilicata

Giuseppe Bernardo presenta il PROGETTO BAS-ANAG per la Circolarità Anagrafica in Basilicata. Dopo aver introdotto il contesto normativo e tecnologico si sofferma sugli interventi infrastrutturali, sugli accordi istituzionali e sulle finalità, sottolineando il metodo di lavoro adottato.

Infomobilità interregionale, una proposta di lavoro

Lorenzo Capizzi propone un approccio interregionale alla questione dell’infomobilità, sottolineandone opportunità e vantaggi. L’approccio proposto è in via di evoluzione: dall’analisi dei piani regionali all’elaborazione del piano interregionale, dall’elezione di ICAR come sistema di riferimento alla costituzione di gruppi di lavoro per l’individuazione dei task di progetto.

ProDe - Progetto Dematerializzazione per le Regioni

"Franco Gola presenta ProDe - Progetto Dematerializzazione, azione cooperativa finalizzata all’accelerazione del processo di dematerializzazione nelle Regioni aderenti. Si parte dalle diverse esperienze già realizzate per definire un modello comune di riferimento con specifici piani di rilascio regionali. Approfondisce gli obiettivi di progetto, l’articolazione in task centrali e radiali, la governance, la prospettiva di benchmarking e riuso. "

Finmeccanica: è possibile trasferire meccanismi di governance a livello del sistema paese?

Finmeccanica ha messo in piedi meccanismi di governance molto strutturati. Due sono gli elementi fondamentali su cui si basa: il network e l’allineamento dei piani di innovazione, ricerca e sviluppo delle aziende alle strategie del gruppo. È stato creato un progetto che attualmente coinvolge tutte le aziende del gruppo (mind share) collocandole in contesti più stimolanti dal punto di vista innovativo.

Leggi tutto

Il libro verde dell'innovazione: gli strumenti di governance

Un pregio di questo volume consiste proprio nella chiarezza attraverso cui sono presentati gli strumenti di governance attualmente in essere. In primo luogo esiste un problema strutturale delle nostre istituzioni con riferimento alla governance dell’innovazione, che solo parzialmente si allinea al disegno europeo, privilegiando quegli strumenti che riguardano l’innovazione imprenditoriale e trascurando quella parte di governance nazionale - e ancor più regionale - che concerne la ricerca nelle strutture pubbliche.

Leggi tutto

Priorità, ruoli e regole: gli ingredienti per il successo dell'E-government in Italia

Perché l’e-government possa realmente funzionare è necessario definire priorità, ruoli e regole, ed è necessario scegliere dirigenti capaci. I ritardi del nostro Paese non discendono soltanto dall’instabilità del sistema politico ma, soprattutto, dalla mancanza di priorità, dalla scarsa definizione delle regole e dalla proliferazione di enti ed organismi che hanno nella propria mission lo scopo di accompagnare la Pubblica Amministrazione nello sviluppo dell’e-government.

Leggi tutto

Innovazione e PA digitale: criticità e prospettive.

Roberto Camporesi sottolinea come, nel processo di informatizzazione della PA, troppo spesso frammentario e caratterizzato dalla proliferazione di progetti, sia mancata la consapevolezza di quale valore tali iniziative potessero avere per la competitività del Paese, e come non sia stato fatto un bilancio consuntivo utile a ragionare sul metodo giusto per aggregare e far evolvere tale processo.

Leggi tutto

È possibile recuperare l'originaria logica d'integrazione e governance territoriale dell'egovernment?

L’e-government doveva servire per mettere insieme le amministrazioni all’interno dei territori, sviluppare servizi e soprattutto dare risposte. Questo pensiero originario forse è stato tradito e sarebbe necessario capire come recuperarlo; si pensi all’ottica in cui nascevano le reti civiche e quali sono i risultati che attraverso la logica dell’integrazione e di governance territoriale si possono raggiungere.

Leggi tutto