Cerca: Intervento, smart cities

Risultati 31 - 40 di 80

Risultati

Città metropolitane: i fondi UE come supporto alle politiche

Secondo Marco Magrassi, Coordinatore per le politiche urbane dell’Unità di Valutazione degli investimenti pubblici del Dipartimento per le politiche di sviluppo del Ministero Sviluppo Economico, sulle 14 aree metropolitane ricadono 41,8miliardi di fondi. Tuttavia solo l’1% di questi viene gestito direttamente dai Comuni e solo su questo hanno impegnato e concretizzato le loro azioni. Occorre che tutte le città metropolitane utilizzino i fondi UE, non solo negli ambiti tradizionali, ma anche in quelli metafisici.

Leggi tutto

Città metropolitane: un processo condiviso e un lavoro culturale

Intervenendo all'incontro "Programmazione europea e città metropolitane" in programma a SCE 2013, il vicesindaco di Napoli Tommaso Sodano denuncia la mancanza di una strategia nazionale che guidi il processo costituente delle città metropolitane. Un vuoto che ha delle ricadute importanti sul territorio, alimentate da una situazione di incertezza dovuta anche alla frammentazione delle compentenze.

Leggi tutto

Città metropolitane: grande opportunità, ma ancora enormi deficit

Oggi la competizione è tra sistemi locali, non vince l’azienda ben organizzata, ma i diversi sistemi esistenti se integrati e coordinati. I 2/3 del Pil sono localizzati nelle città metropolitane, come anche le iniziative di innovazione, ma c’è una grande contraddizione al loro interno, divise come sono tra potenzialità e arretratezza. Secondo Enzo Bianco, Sindaco di Catania, è insopportabile il deficit della governance e dei meccanismi istituzionali di queste aree urbane.

Leggi tutto

Le verità del Civic engagement

Quale è il passaggio che lega una Smart City a una Human Smart City? Che significa avere civic intelligence? Con Douglas Schuler, ricercatore specializzato nei rapporti tra società e tecnologia, parliamo di partecipazione civica e citizen engagement. Cosa significa oggi essere una città intelligente? Schuler risposnde alle domande del pubblico della Smart City Exhibition 2013.

The Muraria Community

Quartiere storico e centrale di Lisbona, la Muraria è stato riconosciuto dal Consiglio comunale come una zona d’intervento ad alta priorità, con più della metà degli edifici che necessitavano di una ristrutturazione.

Leggi tutto

Sharing experiences around the world

Parliamo di “sharing city” con Manuel Fernandez Gonzalez, ricercatore freelance. Le città sono piattaforme per la condivisione, nelle quali possono emergere nuove opportunità e talenti. La condivisione porta conoscenza, business e una società diversa, basata su un nuovo senso di comunità. Gonzalez presenta diversi esempi, sociali ed economici, partendo dalla città di Seoul che sta mettendo in atto una strategia di sviluppo basata sulla sharing.

Una strategia nazionale per lo sviluppo urbano

Secondo Valentino Castellani, Vice presidente di Torino Strategica, occorre superare l’alta frammentazione del nostro paese. Il piccolo comune all’interno dell’area metropolitana ha dei vantaggi in termini di funzioni e servizi, ma bisogna costruire un “pensatoio” nazionale delle politiche urbane per mettere insieme nicchie di eccellenza (amministrazione, centri di ricerca, università) e proseguire step by step.

INtervento a cura di Barbara Galassi

Un-habitat considera le città come dimora della prosperità ed è per questo che ritiene lo sviluppo urbano uno strumento efficace per superare le grandi complessità e i grandi problemi del momento. Occorrono soluzioni creative e innovative e Un-habitat si fa ponte connettivo tra pubblico, privato, partners e cittadini.

Le città come risorsa chiave per la sostenibilità sociale e culturale

Le città sono veri incubatori di innovazione e di sviluppo e la capacità delle politiche urbane sta nel saper gestire i beni comuni come fonti di innovazione e qualità sociale. Carlo Trigilia Ministro per la Coesione Territoriale ne è convinto, ma sa anche che vi si riesce solo a due condizioni: con i finanziamenti e con strategie e progettualità sia a livello nazionale che delle singole città.

L'importanza della tecnologia sta nel suo utilizzo

Territorio, persone e sensori intelligenti sono i nuovi soggetti ai quali bisogna orientarsi. I sensori consentono di collegare e relazionare persone e territorio attraverso la produzione di dati. L’Europa ha l’opportunità di avviare un processo formativo che porti da un lato alla nascita di nuove professioni,con competenze e conoscenze profonde e di diversi ambiti, dall'altro educhi le persone all'uso della tecnologia.

Leggi tutto