Cerca: Intervento, formazione

Risultati 31 - 40 di 200

Risultati

"Competenze e fabbisogni per la formazione manageriale in sanità". I perché della ricerca

Giovanni Monchiero presenta le intenzioni che hanno spinto Fiaso in partnership con  Agenas e numerose università e Centri di Ricerca a lavorare sulla ricerca “Competenze e fabbisogni per la formazione manageriale in sanità”.  “Abbiamo ritenuto di concentrare la Ricerca - spiega – da un lato sui percorsi formativi del top management, dall’altro  su quelli del middle management, perché sono proprio i cd middle manager che sono destinati a perdurare più a lungo ai vertici dell’azienda”.

condivisione strategica di obiettivi e politiche per la formazione di una nuova classe dirigente in sanità. Tavola rotonda

Enrico Loccioni interviene nella Tavola Rotonda in cui si discutono due punti, emersi dalla Ricerca Agenas – FIASO “Competenze e fabbisogni per la formazione manageriale in sanità” Il primo è un dato: in Italia si è formata una classe dirigente che, tra top e middle managemente, contra tra le 7000 e le 8000 unità. Il secondo è una domanda: è possibile che ad unificare la sanità italiana dei modelli regionali sia la centralizzazione della formazione manageriale, in quanto elemento strategico per il SSN?

Leggi tutto

L'alta formazione manageriale in sanità. Un modello per la PA?

Introducendo il convegno, Renato Balduzzi sottolinea come il settore sanitario, nella pubblica amministrazione italiana, sia stato un apripista rispetto a molti processi, dalla regionalizzazione all’aziendalizzazione, alla formazione continua, al concetto di livelli essenziali delle prestazioni. “Anche la valorizzazione della formazione del top e middle management attraverso una rete nazionale di formazione può considerarsi  un importante terreno di sperimentazione.”

Condivisione strategica di obiettivi e politiche per la formazione di una nuova classe dirigente in sanità. Tavola rotonda

Fulvio Moirano interviene nella Tavola Rotonda in cui si discutono due punti, emersi dalla Ricerca Agenas – FIASO “Competenze e fabbisogni per la formazione manageriale in sanità” Il primo è un dato: in Italia si è formata una classe dirigente che, tra top e middle management, contra tra le 7000 e le 8000 unità. Il secondo è una domanda: è possibile che ad unificare la sanità italiana dei modelli regionali sia la centralizzazione della formazione manageriale, in quanto elemento strategico per il SSN?

Leggi tutto

Controllare i processi produttivi per contenere la spesa sanitaria

“La buona sanità costa meno della cattiva”, così Ferruccio Fazio argomenta l’urgenza di un controllo di sempre più attento di tutti i processi produttivi nella sanità.  In questo quadro è fondamentale incentivare la mobilità e la formazione così come gli scambi  di esperienze virtuose. “In un momento di crisi – sottolinea – l’attenzione ai miglioramenti gestionali per contenere le spese sanitarie è notevole, se si considera che  la sanità assorbe l’80% dei bilanci regionali”.

I piani formativi INAIL in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro

Nella mission prevenzionale dell’INAIL, la formazione è considerata un elemento strategico ed elettivo per la sicurezza sul lavoro. In questo contesto, nel sistema formativo INAIL, la progettualità e la qualità sono due elementi cardine dell’offerta e dei piani formativi, caratterizzati inoltre da una impostazione metodologica basata sul “lifelong learning” e sull’approccio “andragogico”.

Leggi tutto

I piani formativi INAIL in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro

Nella mission prevenzionale dell’INAIL, la formazione è considerata un elemento strategico ed elettivo per la sicurezza sul lavoro. In questo contesto, nel sistema formativo INAIL, la progettualità e la qualità sono due elementi cardine dell’offerta e dei piani formativi, caratterizzati inoltre da una impostazione metodologica basata sul “lifelong learning” e sull’approccio “andragogico”.

Leggi tutto

Agenti del cambiamento nella PA: le agenzie di formazione

Se la modernizzazione della PA è cruciale per il Sistema Paese, la PA deve iniziare la sua corsa nell’adozione di una filosofia che si avvicini il più possibile a quella privata, che impone l’introduzione di criteri volti a conseguire efficacia, efficienza ed economicità. La formazione del capitale umano diviene uno degli ambiti di intervento per l’adozione di criteri di flessibilità, di processi virtuosi e di buone prassi.Leggi tutto

ASFOR e l’offerta formativa presso la PA

A partire dal primo rapporto annuale sulla formazione nella PA redatto da SSPA, ASFOR si è impegnata con dedizione alla formazione presso le pubbliche amministrazioni. Luigi Pieraccioni, Presidente ASFOR, riporta l’esperienza dell’associazione, focalizzando l’attenzione sul processo di modificazione della domanda formativa, concepito non solo in termini quantitativi ma anche qualitativi, e sulla necessità di adattare l’offerta formativa alle nuove esigenze.

Nuove esperienze formative per la AUSL di Ragusa

A fronte di esigenze sempre maggiori da parte delle strutture sanitarie e degli operatori, l'AUSL di Ragusa ha sperimentato esperienze formative più innovative. Il progetto Salus.net ne è un esempio. Nato nel 2006 con l'obiettivo di sfruttare le potenzialità della tecnologia per offrire una formazione a distanza, il progetto è realizzato in collaborazione con l'ULSS 8 di Asolo e altre realtà italiane. Manno evidenzia criticità e potenzialità dell'e-learning e lo stato dell'arte oggi in Italia.