Cerca: Intervento, PA digitale, wi-fi e wi-max

Risultati 1 - 10 di 13

Risultati

WiFi Cloud per la PA: innovazione al servizio della comunità

Reti di nuova generazione, Cloud compunting e diffusione degli smart phone, Tablet e  Applicazioni costituiscono un’opportunità di innovazione importante per la PA che attraverso la diffusione di reti wifi gestite  in modalità Cloud|SaaS possono erogare servizi applicativi nuovi.

Questo intervento descriverà applicativamente questo nuovo scenario ed opportunità per la PA.

"Desktop Virtualization". Moda o necessità? Conciliare l'autonomia dell'utente con il bisogno di controllo e di gestione economica delle postazioni di lavoro

L’evoluzione tecnologica degli ultimi decenni ha visto aumentare, progressivamente e sistematicamente, il numero delle postazioni di lavoro (Pdl) e la loro complessità. Di pari passo sono aumentate le difficoltà di gestione e manutenzione del parco client.Ha contribuito notevolmente a questo fenomeno anche il nascere e lo svilupparsi di nuove esigenze di mobilità e l’ingresso sul mercato di una moltitudine di nuovi dispositivi mobili: smartphone come l’iPhone, tablet come l’iPad, netbook, thinclient, wireless terminals ...

Leggi tutto

INAIL Mobile

Il progetto nasce dall’analisi del contesto attuale da cui si evince che il canale mobile rappresenta sempre più strumento di navigazione e fruizione ed un ulteriore elemento di contatto sul quale offrire servizi. La percezione è rafforzata dall’ultima customer satisfaction in cui emerge la richiesta da parte dell’utente di una maggiore possibilità di accedere alle informazioni relative alle sedi ed alle iniziative dell’INAIL. L’erogazione di servizi informativi e dispositivi per “mobile” è possibile mediante un apposito framework tecnologico.

Leggi tutto

Le azioni della Community Network Emilia-Romagna contro il Digital e Knowledge Divide

Stefano Alvegna riporta le soluzioni adottate dalla Community Network Emilia-Romagna sul problema del Digital e Knowledge Divide. La Community Network Emilia-Romagna vanta ad oggi una copertura del servizio a bada larga pari al 91% della popolazione, con una stima del 95% entro dicembre 2009.Leggi tutto

Servizi a banda larga al centro dello sviluppo

Le Pubbliche Amministrazioni Locali devono giocare un ruolo sempre più importante nello sviluppo di reti e servizi di comunicazione, in quanto rappresentano un elemento primario di qualificazione del territorio. La rete a banda larga è l’infrastruttura fondamentale per dare un ulteriore impulso allo sviluppo economico e sociale del paese, garantendone la competitività futura.Leggi tutto

Il Programma ICT4University

Scuola e università occupano le prime posizioni degli obbiettivi settoriali del piano E-Government 2012. Paolo Donzelli, Coordinatore dell’ufficio II- Studi e Progetti per l’innovazione digitale, presenta il programma ICT4University finalizzato ad incrementare l’efficacia e l’accessibilità dei sistemi di istruzione, a semplificare le relazioni amministrative e a realizzare la condivisione dei dati e l’automazione dei flussi amministrativi.Leggi tutto

ICT4University. Il caso dell’Università La Sapienza.

Dopo un prima fase dedicata all’implementazione delle strutture e quindi al completamento della rete WiFI, l’Università La Sapienza sta convogliando i propri sforzi verso l’implementazione dei servizi, così come richiesto dal programma ICT4University. Il punto focale per l’Università La Sapienza è la verbalizzazione digitale degli esami. Il servizio attualmente offerto, come accade per l’Università di Ferrara, è semi-dematerializzato, ossia prevede la gestione degli appelli e la registrazione dei voti on-line e l’uso del supporto cartaceo per la firma e la conservazione.Leggi tutto

ICT4University all’Università di Ferrara

L’Università di Ferrara – UNIFE – partecipa al programma ICT4University previsto dal piano E-Government 2012 con l’obbiettivo di informatizzare i servizi offerti dall’Ateneo, quali le procedure di verbalizzazione degli esami e lo sviluppo di una rete VoIP per gli studenti, ed estendere la rete WiFi dall’ateneo alla città, attraverso una convenzione con il Comune di Ferrara.Leggi tutto

Il progetto WiFi-Sud dell’Università degli Studi dell’Aquila

Le modalità di dislocazione degli atenei nel territorio aquilano hanno aperto già a partire dal 2005 il problema della gestione della comunicazione e dell’informatizzazione. E’ stato dunque avviato un processo volto a migliorare la qualità della comunicazione tra gli atenei e a migliorare l'informatizzazione dei processi comunicativi interni ed esterni alle sedi universitarie, con l’intento di coinvolgere il tessuto cittadino.Leggi tutto

Roma Wireless

Gianni Celata propone l’esperienza di Roma Wireless, consorzio di imprese senza fine di lucro, ricordandone il carattere iniziale di complementarietà rispetto ad altre reti per la copertura di aree di nomadicità. Sottolineando la strategicità dell’iniziativa ai fini del superamento del digital divide nel territorio di Roma e provincia, Celata afferma l’imprescindibile rapporto con la pubblica amministrazione e l’opportunità di aprire a nuovi operatori e nuove tecnologie, a partire dal Wi- max.