Cerca: Intervento, PA digitale, e-inclusion

8 risultati

Risultati

Il progetto Addme per l'e-inclusion.

Lorenzo Orlandi spiega che Addme è una rete paneuropea che riunisce in una comunità di pratica, per la condivisione e progettazione di attività, enti, organizzazioni e istituzioni impegnati nell’aiutare i gruppi vittime del digital divide o socialmente svantaggiati a diventare i principali beneficiari di servizi a cui hanno diritto. Scopo del progetto, parte dell'Agenda Digitale Europea, è l'e-inclusion, mirando tra l'altro all'accrescimento dell'e-capacity.

Leggi tutto

Le diverse prospettive: la tecnologia

Come deve approcciarsi la tecnologia alla disabilità? Obiettivo della tecnologia deve essere la creazione di servizi on line e siti web accessibili tenendo in considerazione le necessità basilari e non di chi non dispone di particolari abilità. Un sito web deve essere funzionale ai bisogni del fruitore. E' necessario che ci sia una maggiore sensibilizzazione al problema sia nella PA che nelle aziende private.

L'esperienza del Comune della Spezia: accessibilità e servizi on line

L'esigenza di rinnovare il sito istituzionale del Comune della Spezia ha posto l'attenzione sull'importanza e necessità di studiare e progettare un portale che fosse realmente accessibile agli utenti. Per questa ragione, la maggior parte degli sforzi si sono concetrati su come rendere i servizi on line il più accessibili ed efficienti possibili. Pellitteri ci spiega come il Comune stia implementando nuovi sistemi per fronteggiare questi bisogni.

L'iniziativa europea e-Inclusion

La presentazione verterà sulla considerazione degli investimenti per l'inclusione digitale come delle opportunità economiche e non più come un costo sociale. Sarà dato rilievo all'iniziativa europea sulla e-Inclusion nei diversi aspetti di coordinamento delle azioni a livello comunitario, di ricerca e di innovazione.

Ridurre il digital divide: Eldy, una proposta concreta

Eldy è il software semplificato per consentire agli anziani di navigare in internet, chiacchierare, scrivere email etc. Eldy è gratuito su www.eldy.org ed è stato scelto da molte pubbliche amministrazioni per abbattere il digital divide (Regione Lombardia, Regione Friuli, etc). Demo del sistema; condivisione dell'esperienza e delle statistiche. (Eldy ha oltre 100.000 utenti in Italia)

Le ICT al servizio dell'integrazione

Le tecnologie includono e avvicinano, tanto più quando si assiste ad un’accelerazione della progettazione e dello sviluppo tecnologico. Oggi l’innovazione richiede degli interventi attuali che mettano in sinergia e a sistema i vari attori e le varie iniziative esistenti.

Leggi tutto

Inclusione sociale nella società dell’informazione

La e-inclusion è un importante obiettivo socio-economico degli sviluppi della ICT in Europa, il suo focus è la partecipazione di tutti gli individui e le comunità in tutti gli aspetti della società dell’informazione. Le politiche di e-inclusion, perciò, mirano a ridurre le differenze nell’uso dell’ICT e a promuovere il suo uso per abbattere l’esclusione e migliorare la situazione economica, le opportunità di lavoro, la qualità della vita, la partecipazione e la coesione sociale.

Leggi tutto

L'evoluzione delle politiche di comunicazione e di partecipazione: le nuove tecnologie a supporto dell'eDemocracy

L'evoluzione delle tecnologie informatiche Web 2.0 ha modificato i paradigmi dell'eGovernment facendo evolvere i servizi tradizionali verso applicazioni di tipo "collaborativo". Queste nuove potenzialità possono essere sfruttate dalle Pubbliche Amministrazioni per aumentare il livello di partecipazione ed inclusione degli attori coinvolti nelle decisioni della ''cosa pubblica''. La condivisione e la discussione delle decisioni strategiche che impattano sulle realtà territoriali e sulle modalità di sviluppo diventeranno sempre più aspetti della vita politica con cui le pubbliche amministrazioLeggi tutto